PIOMBINO: NUOVO PIANO PARTICOLAREGGIATO DELLA COSTA EST

Un tratto di costa nel golfo di Follonica

Un tratto di costa nel golfo di Follonica

Piombino (LI) – Nuovo piano particolareggiato della Costa Est. L’amministrazione comunale ha deciso di rimettere mano a una pianificazione di quell’area pregiata avviata ormai quindici anni fa, quando ancora non esisteva un vero e proprio comparto economico in quell’area. Per avviare il percorso e aprire un confronto partecipato con tutti i soggetti interessati, l’assessore all’urbanistica Martina Pietrelli e il vicesindaco e assessore alle attività produttive Stefano Ferrini hanno convocato una prima riunione con tutti gli operatori turistici della Costa Est venerdì 16 gennaio alle 9,30 a Palazzo Appiani.

Il precedente piano, approvato nel 1999 e scaduto nel 2009, era stato elaborato in un contesto ambientale ed economico completamente rispetto a quello di oggi. La realizzazione delle previsioni di quello strumento, attuato ad oggi quasi completamente, ha prodotto negli anni dei cambiamenti importanti in termini di salvaguardia naturalistica e paesaggistica, con l’istituzione di un’area protetta, dell’ ampliamento dei servizi e dello sviluppo turistico. Dai primi anni 2000 sono stati realizzati 29 moduli di spiaggia in concessione, di cui solo due non assegnati per un totale di 2540 ml a servizio di 16 stabilimenti balneari. Realizzati inoltre 5 ambiti di servizio, di cui solo uno non attuato (Torre Mozza), realizzati per la quasi totalità i parcheggi pubblici di previsione. Dal 2008 inoltre, la spiaggia del parco della Sterpaia è riuscita ad ottenere la certificazione ambientale della Bandiera Blu.

Gli obiettivi che i due assessori porteranno in discussione nel corso della riunione riguardano la necessità di coniugare l’ulteriore sviluppo turistico di questo ambito con la salvaguardia del parco e delle sue caratteristiche naturali.

“È importante trovare nuovi equilibri sulla Costa Est che ne favoriscano un maggior sviluppo turistico e la redazione del nuovo piano particolareggiato può essere l’occasione che dobbiamo saper cogliere.” – afferma il vice sindaco ed assessore allo sviluppo economico Stefano Ferrini “Sui servizi al turismo dobbiamo fare tutti uno sforzo importante, pubblico e privato, per alzare gli standard con cui competere ed il confronto che con l’assessore Martina Pietrelli abbiamo aperto con le associazioni e gli operatori privati cercherà di cogliere queste opportunità”.

“I punti principali sui quali vorremmo incentrare le linee guida del nuovo piano – afferma l’assessore Pietrelli – riguardano il potenziamento delle strutture e dei servizi con un innalzamento della qualità, la mobilità, la qualità delle strutture ricettive, la qualità dei servizi in generale. Sul fronte dei servizi vogliamo favorire la realizzazione di veri e propri stabilimenti balneari attrezzati. Nel piano, inoltre, sarà compresa per la prima volta l’area del Quagliodromo, un’area di interesse portuale molto delicata sulla quale insistono già alcuni servizi. In questo contesto non potremo non considerare la questione della centrale Enel, che va verso la dismissione. Questa zona verrà compresa nelle linee guida e potrà essere riprogettata e rivisitata in chiave turistica.”

“Poi c’è il tema della ricettività – continua Pietrelli – il nuovo Piano sarà l’occasione per promuovere una riqualificazione delle strutture ricettive esistenti, compatibilmente con la salvaguardia dell’ambito che deve mantenere la sua dimensione naturale. Allo stesso tempo sarà importante lavorare molto sull’accessibilità delle spiagge e creare una rete di mobilità leggera che consenta di raggiungere il litorale attraverso una rete di piste ciclabili. Un sistema che funziona potrà estendere i propri benefici alla realtà circostante e alla città.”

“Mantenendo la vocazione naturalistica dell’area – conclude Ferrini – sarà importante pensare anche a nuove forme di turismo a servizio del territorio da realizzare all’interno del Parco. Anche i servizi nautici potranno essere eventualmente potenziati e rivisti”.

L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di approvare il nuovo strumento urbanistico per la fine del 2015, in modo da consentire presto l’avvio delle nuove previsioni che vi saranno contenute.

Fonte: comune di Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.1.2015. Registrato sotto Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 22 giorni, 18 ore, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it