TURISMO E COMMERCIO IN AREE MONTANE: 2,3 MILIONI PER PROGETTI

stemma regione ToscanaFIRENZE – Due milioni e 358 mila euro per infrastrutture, in aree montane, nel turismo e commercio: li ha assegnati la Regione toscana, su proposta dell’assessore Sara Nocentini, prendendo atto che da pochi giorni fondi comunitari di pari importo sono stati trasferiti nel bilancio regionale con l’obbligo di pagamenti da effettuare entro il 31 dicembre 20215 su lavori da realizzare entro il 30 giugno 2015.

“A fronte di scadenze così ravvicinate e con la evidente necessità di non perdere tempi preziosi – commenta l’assessore regionale con delega a cultura, turismo e commercio – proponiamo agli enti locali interessati di farsi avanti con una raccolta di progetti. Presto uscirà il bando. Visti i tempi, i progetti dovranno avere un livello almeno esecutivo e prevedere, in ogni caso, premialità per fasi realizzative via via più avanzate”.

Gli interventi, che dovranno essere localizzati in territori di montagna, vedranno come beneficiari enti pubblici (Comuni e Province, Unioni e consorzi di Comuni) e altri soggetti di diritto pubblico. Tre le tipologie ammissibili: riqualificazione di centri abitati funzionale all’insediamento e al rinnovo dell’offerta commerciale; infrastrutture che permettano una maggiore fruizione turistica in armonia con lo sviluppo sostenibile del territorio; valorizzazione e sviluppo di strutture destinate a ospitare fiere e congressi di livello nazionale. Ammissibili, per fare solo qualche esempio, centri commerciali naturali e impianti scistici, itinerari turistici e rifugi alpini, strutture congressuali, espositive e fieristiche.

Imminente un atto dirigenziale con l’avviso per raccogliere i progetti.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.12.2014. Registrato sotto Foto, Toscana-Italia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 23 giorni, 4 ore, 29 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it