L’ATLETICO PIOMBINO TORNA ALLA VITTORIA DOPO UN MESE

Mattia Cicalini, uno degli migliori dell'Atletico Piombino

I giocatori dell'Atletico Piombino sotto la curva Tolla

PIOMBINO (LI) – Torna alla vittoria in campionato, dopo circa un mese, l’Atletico Piombino contro il Cenaia davanti al proprio pubblico, domenica 23 novembre. Una prestazione tutt’altro che convincente ma con un cinismo e una tenuta del campo che può aprire cauti ottimismi nei tifosi neroazzurri. Una squadra che non riesce a pareggiare (3 vittorie e 8 sconfitte) ma che conosce bene la parola sacrificio. Vince ma non convince, ma con l’attuale classifica non è proprio il momento di guardare all’estetica del calcio.

Mattia Cicalini, uno degli migliori dell'Atletico Piombino

Mattia Cicalini, uno degli migliori dell’Atletico Piombino

Gara dalla due facce: nel primo tempo non succede quasi nulla fino alla mezzora con un Atletico non messo benissimo in campo che, tuttavia, non si scopre eccessivamente e trainato da Cicalini e Catalano, di gran lunga i migliori tra i neroazzurri. Il Cenaia risponde con ordine e possesso palla e con una gran prestazione del terzino Rossi che mette in qualche affanno la retroguardia piombinese. Al 38′ lampo dell’attacco dell’Atletico con una azione veloce inventata dal solito Cicalini che mette nel panico gli ospiti e costringe Licciardi al fallo (sanzionato anche con l’ammonizione). Dal dischetto questa volta Jacopo Rocchiccioli (la cui prestazione è appena sufficiente solo per il goal realizzato) non fallisce e porta i padroni di casa in vantaggio al termine di un tempo sostanzialmente equilibrato.

Nella ripresa reazione veemente ma infruttosa del Cenaia che gioca molto meglio e ha un gioco geometricamente più lineare ma si paralizza davanti al buon Breschi. I giocatori neroazzurri calano fisicamente e vanno più volte in affanno (Luci passeggia apertamente e non indovina nemmeno un intervento) e il Cenaia aumenta la pressione rischiando più volte i contropiedi degli ottimi Cicalini e Catalano e sbagliando con Petri al 31′ un goal già fatto. L’entrata di Fabbrini e Mannucci (forse un errore tenerli nel primo tempo in panchina) mette in apprensione la difesa dell’Atletico che tuttavia riesce, complice anche molta fortuna, a non farsi bucare. E dopo quattro lunghissimi minuti di recupero e di apprensione sugli spalti l’arbitro Scognamiglio di Empoli (buona la sua prestazione) manda i giocatori piombinesi sotto la curva per ricevere l’acclamazione degli ultrà neroazzurri le «Brigate d’Acciaio».

I giocatori dell'Atletico Piombino sotto la curva Tolla

I giocatori dell’Atletico Piombino sotto la curva Tolla

Tuttavia mister Di Tonno dovrà riflettere sulle prestazione imbarazzanti di Tommaso Rocchiccioli e Miano oltre al blocco di Jacopo Rocchiccioli che ormai riesce a segnare solo su rigore.

Mercoledì 26 novembre l’Atletico Piombino è già atteso in casa del Castelfiorentino, diretto concorrente per la salvezza, in una gara che vale, anche psicologicamente, più dei tre punti in palio. Domenica prossima, invece, i neroazzurri torneranno tra le mura amiche dello Stadio Magona contro l’Urbino Taccola. Due appuntamenti da non mancare assolutamente per ristabilire una classifica più dignitosa e ridare fiducia all’ambiente e per testimoniare che la vittoria odierna non è stata fortuita ma è una tappa in un cammino più ampio di recupero della squadra.

Andrea Panerini

___________________________________________

Atletico Piombino – Cenaia 1-0

Atletico Piombino: Breschi 6,5; Modica 7; Carducci 6,5; Gherardini 6; Miano 5; Rocchiccioli T. 4,5; Catalano 8 (dal 45′ st Balestracci sv); Luci 5; Cicalini 8 (dal 24′ st Serri 6); Rocchiccioli J. 6; Becherini 5 (dal 40′ st Redi sv). A disposizione: Berrugi; Busdraghi; Bracci; Petri. Allenatore: Di Tonno (squalificato) 5,5.

Cenaia: Licciardi 6,5; Rossi 7; Bartolena 5,5; Nardoni 6,5; Signorini 6; Bertoncini 5 (dal 31′ st Coluccia sv); Paolicchi 6; Turini 6 (dal 5′ st Mannucci 7); Bruzzone 4; Petri 5,5; Romani 5,5 (dal 5′ st Fabbrini 6,5). A disposizione: Serafini; Sarnelli; Cerboneschi; Incrocci. Allenatore: Lazzerini 5.

Recuperi: 2′ pt; 4′ st

Arbitro: Scognamiglio della sezione di Empoli 6,5 – Assistenti: Rullo e Muto della sezione di Grosseto.

Rete: Rocchiccioli J. (P) al 38′ pt su rigore.

Ammoniti: Bertoncini (C) al 22′ pt per gioco scorretto; Gherardini (P) al 29′ pt per gioco scorretto; Licciardi (C) al 37′ pt per fallo in area; Redi (P) al 47′ st per gioco scorretto. Espulsione: nessuna

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.11.2014. Registrato sotto Foto, sport, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 15 giorni, 13 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it