PARODI: «CON L’UNIONE, PIU’ EFFICIENZA E SEMPLIFICAZIONI»

Giuliano Parodi

Giuliano Parodi

Suvereto (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’intervento del sindaco di Suvereto Giuliano Parodi, unico sindaco del territorio “non PD”, sul nuovo progetto proposto dalla federazione PD Val di Cornia-Elba per un rilancio dell’Unione dei comuni.

“Più efficienza e più semplificazione per dare ai Comuni il modo di rispondere meglio ai bisogni dei loro cittadini»: ecco cos’è in sostanza la riforma Del Rio, che plaude alle fusioni in corso ma ricorda, però, che nella sua riforma si punta di più sulle unioni dei Comuni per andare verso una gestione associata dei servizi in grado di produrre risparmi” cosi’ il Sindaco Parodi commenta gli sviluppi positivi della Val di Cornia che, in questi giorni, si presta a votare nei Consigli Comunali un ordine del giorno elaborato dalla Federazione del PD e condiviso anche dall’amministrazione di Suvereto dopo un confronto schietto con il Segretario PD Valerio Fabiani, che indica nell’Unione dei comuni allargata la nuova idea di gestione sovra comunale della cosa pubblica.

“L’unione dei comuni è più semplice da perseguire rispetto alle fusioni,e ricorda che chi utilizzerà questo strumento sarà fuori dal patto per due anni.” Questi i vantaggi reali che la legge DelRio mette in campo e che la nostra realta’ non puo’ permettersi di perdere.

L’Unione dei Comuni dellla Val di Cornia, al netto di quelle funzioni che per legge dovranno essere gestite in modo associato, sono convinto ne possa gestire altrettante in virtù del buon senso.   Occorre mettere al centro dell’azione dell’Unione un settore come quello del turismo, per anni sinonimo di costa, oggi invece sempre più rivolto anche all’entroterra in modo che diventi sempre più una leva di sviluppo sostenibile. Ed e’ per questo che da maggio e’ stato istituito un tavolo degli assesori al Turismo che sta portando avanti azioni concrete che dovrebbe vedere la luce gia’ nel 2015.” Sostiene il sindaco Parodi parlando della futura unione dei comuni.

In virtu’ della trasformazione in atto nelle istituzione , vedi abolizione delle Provincie, e’ fondamentale un Unione dei Comuni per poter acquisire strategiche funzioni ed avere una propria struttura. Perché non impegnare le grandi capacità amministrative oggi, in parte “ferme”, senza fondi e talvolta pure senza funzioni, dentro l’ente provincia in un nuova realtà come l’Unione?

“E’indispensabile fare il punto sul turismo, non più come sparuta voce fra le pieghe dei vari bilanci comunali,  ma nell’unico modo che ha senso farlo cioè in termini territoriali.  Ai sindaci,della Val di Cornia, della val di cecina, delle colline metallifere, propongo di dare il via agli Stati Generali del Turismo” conclude il sindaco di Suvereto “un appuntamento fisso, che in modo regolare possa nel tempo promuovere ed allo stesso tempo chiarire, stato e prospettive dei progetti turistici nel territorio della nostra costa ed entroterra.”

Giuliano Parodi
Sindaco di Suvereto

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.11.2014. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 20 giorni, 8 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it