NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 30 OTTOBRE 2014

MANIFESTAZIONE NAZIONALE #BASTAMORTINSTRADA A PIOMBINO

Piombino (LI) – L’Unione Ciclistica Piombino e il movimento #Salvaiciclisti invitano i cittadini a partecipare a corteo e flash mob, che avverranno in tutta Italia, per fermare le stragi sulle strade. L’appuntamento è per domenica 9 novembre 2014, con partenza alle ore 9.00 dal Rivellino, giro a Fiorentina e arrivo alle 10.30 in piazza Bovio, dove si terrà il flash mob. Obbligatorio il caschetto. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«In questi ultimi mesi ‒ scrivono l’Unione Ciclistica Piombino e il movimento #Salvaiciclisti ‒, tanti ciclisti e pedoni sono stati vittime della violenza che continua sulle strade. Anche la nostra zona purtroppo ha pagato e continua a pagare dazio a quelle che sembrano, e troppo spesso vengono descritte nel sentire comune, fatalità inevitabili. Colpiti da vicino negli affetti, coscienti dei rischi che ogni giorno aumentano per chi si sposta scegliendo di trovarsi a far parte dell’utenza debole delle nostre strade, per il mancato rispetto delle basilari regole della sicurezza così come per l’aggressività sempre crescente nei confronti delle due ruote, sentiamo la necessità di far sentire la nostra voce e dare un segnale a tutte le persone che circolano sulle strade.

Il nove di novembre ogni città d’Italia è stata invitata a manifestare per richiamare l’attenzione di media, amministratori e cittadini sul diritto alla vita di quanti si spostano a piedi o in bici, nelle nostre città o sulle nostre strade, per lavoro, per sport o per viaggiare. In collaborazione con le associazioni sportive della Val di Cornia, come Unione Ciclistica Piombino e movimento #Salvaiciclisti abbiamo deciso di organizzare tutti insieme un corteo, radunarci a Fiorentina con le associazioni sportive della zona e proseguire fino a Piombino simbolicamente vestiti di bianco, per dire a gran voce #bastamortiinstrada. Per chiedere maggior sicurezza, maggior rispetto reciproco, maggiore attenzione da parte di tutti alle utenze deboli della strada.

Perché muoversi in strada dovrebbe essere un diritto di tutti, con qualsiasi mezzo si spostino, auto, bici, o piedi. Che si spostino gli adulti per lavoro, i bambini per andare a scuola, gli sportivi per allenarsi o i viaggiatori e i turisti per venire a godere delle bellezze che ci circondano. E perché quel diritto non venga più stracciato, umiliato, ferito o ucciso dalla velocità e dall’arroganza di chi più o meno consapevolmente dalla sua posizione di forza mette a rischio i più deboli ‒ concludono».

Unione Ciclistica Piombino, movimento #Salvaiciclisti

_______________________

LE ZAMPE SUL PALLONE. IL NUOVO LIBRO DI MELISANDA MASSEI AUTUNNALI

Gatti e calcio. Sono questi gli ingredienti principali della vicenda surreale de «Le zampe sul pallone», secondo romanzo di Melisanda Massei Autunnali, edito da “Il Foglio” nel 2014 e in distribuzione nazionale dal 23 settembre.

Il libro sarà presentato da Fabio Canessa venerdì 31 ottobre alle 18 presso la libreria Coop di via Costa, alla presenza dell’autrice nell’ambito della rassegna “Ottobre libri” organizzata dal Comune di Piombino.

Già protagonista del suo primo libro «La coda sotto il banco», il mondo felino torna anche in questa nuova storia per fondersi con i temi del calcio e dello sport. Argomenti, spiega l’autrice, che costituiscono lo spunto per una più ampia riflessione sull’incontro tra mondi diversi, quasi all’opposto, che in questo contesto sono quelli degli uomini e degli animali, di chi ama il calcio e chi no. Mondi che si contrappongono e si scontrano, per poi riuscire a trovare punti di convergenza in un dialogo tale da rispettare le reciproche differenze.

Per descrivere le partite l’autrice si è ispirata alla storia (quasi) recente della Nazionale Italiana di calcio, mettendo fianco a fianco campioni di ieri e di oggi, celando le loro identità dietro soprannomi e mescolandone le storie in un gioco divertente che appassionerà i lettori. A precedere ogni capitolo, inoltre, i versi di una canzone italiana o straniera, da Lucio Dalla ai Queen passando per Claudio Baglioni e Janet Jackson.

La prefazione è dello scrittore Sacha Naspini.

 

___________________

PIOMBINO: FRANCESCO FERRARI CONTRO LE SLOT MACHINE

Il consigliere comunale vicino a Forza Italia Francesco Ferrari chiede che vengano presi provvedimenti più incisivi contro le slot Machine.

«Contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo a livello comunale è possibile, con varie modalità̀, quali, per esempio, offrendo ai locali senza slot machine uno sconto sulle imposte comunali, riconoscendo detrazioni, offrendo una pubblicità mediante un elenco dei locali “no-slot”, limitando l’orario di apertura delle sale gioco, sì da arginare quello che a tutti gli effetti è divenuto un reale problema di salute e di ordine pubblico.

Per questo chiede al Consiglio Comunale che questo dia mandato al Sindaco ed alla Giunta affinché vengano studiate idonee azioni per contrastare questo fenomeno mediante un percorso informativo ed educativo, in particolare rivolto ai giovani, attraverso la realizzazione di una “Carta dei locali no slot” volta a censire, mappare e rendere noti ai cittadini i locali pubblici che non ospitano slot al loro interno, stimolando ogni forma di pubblicità̀ positiva, attraverso forme di disincentivazione dell’utilizzo delle slot machine negli esercizi pubblici presenti sul territorio del Comune tramite sgravi e agevolazioni sulle imposte comunali volte a favorire e privilegiare gli esercizi commerciali “No Slot”».

Francesco Ferrari Consigliere Comunale

_________________

SBLOCCAITALIA, DOMANI CONFERENZA STAMPA A COLLESALVETTI DI BRAMERINI E VELO

FIRENZE – SbloccaItalia: l’assessore regionale all’ambiente e all’energia Anna Rita Bramerini insieme alla parlamentare Silvia Velo saranno domani a Collesalvetti (Li) per presentare ai giornalisti gli interventi normativi in tema di gestione degli escavi idraulici.

L’appuntamento è a Collesalvetti alle ore 12.30 presso l’Aula consiliare del Comune, in piazza della Republbica, 32.

Insieme a loro, il aindaco di Collesalvetti Lorenzo Bacci, Marco Monaco, presidente del Consorzio 4 Basso Valdarno, Giancarlo Vallesi, presidente del Consorzio di bonifica 5 Toscana Costa e Marco Bottino, presidente dell’URBAT – Unione Regionale per le Bonifiche, l’irrigazione e l’Ambiente della Toscana.

______________________________

BASTA NUOVE IMPRESE STRANIERE, FAVORIAMO L’APERTURA DI NUOVE IMPRESE TOSCANE!

Pubblichiamo integralmente una nota del Movimento Autonomista Toscano.

«E’ sotto gli occhi di chiunque non sia cieco e sordo alla realtà che lo circonda come siano in atto da anni, in Toscana, i fenomeni, strettamente correlati, del costante aumento delle imprese aperte da extracomunitari e della contemporanea costante diminuzione di quelle aperte da Toscani che, anzi, sempre di più sono costretti a chiudere quelle già esistenti.

I dati in merito sono eloquenti: ad agosto di quest’anno (http://www.bloglavoro.com/2014/08/19/in-italia-aumentano-le-imprese-gestite-da-immigrati.htm) la Toscana è tra le regioni con la più alta concentrazione di imprese straniere (insieme a Lombardia, Lazio, Toscana, Emilia Romagna e Veneto, conta quasi il 60% delle imprese di immigrati nella regione geografica italiana).

E’ di tutta evidenza, dunque, come gli immigrati riescano ad accedere con facilità al credito bancario e ai finanziamenti a fondo perduto necessari per aprire nuove attività, che, spesso, si rivelano coperture di attività illecite e criminali, come è stato dimostrato in modo inequivocabile per molti call center, kebabbari e ristoranti cinesi, e, comunque, come minimo, sono destinate a generare proventi che faranno ritorno nei paesi d’origine.

A fronte di questa situazione chiediamo:

–              l’immediata cessazione di qualsiasi forma di agevolazione per l’apertura di nuove attività in Toscana da parte di immigrati: il denaro disponibile potrà essere utilizzato in questo senso soltanto dopo aver coperto tutte le analoghe richieste dei Toscani, e, in subordine, di soggetti provenienti dalla regione geografica italiana;

–              l’introduzione di forme di facilitazione per l’accesso al credito bancario e ai finanziamenti a fondo perduto per nuove attività che abbiano come titolari soggetti residenti in Toscana da almeno 20 anni e che impieghino almeno 2/3 di soggetti residenti in Toscana da almeno 20 anni o, per età inferiori ai 20 anni, residenti in Toscana fin dalla nascita;

–              provvedimenti organizzativi da parte degli enti preposti che snelliscano l’elefantiaca burocrazia necessaria per l’apertura delle nuove attività;

–              sviluppo e creazione di forme di aggregazione tra imprese Toscane, come il PROGETTO “VENDI TOSCANO” (venditoscano@yahoo.it) promosso dal Movimento Autonomista Toscano».

Movimento Autonomista Toscano

______________________________

PIOMBINO: IL PD ACCUSA DI VITTIMISMO IL MOVIMENTO 5 STELLE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota di Rinaldo Barsotti per il Gruppo Consiliare Partito Democratico Comune di Piombino.

«Leggo nella nota dei 5 Stelle una serie di “E’ colpa nostra…” i quali vorrebbero in realtà accreditarsi come una sorta di salvatori della patria lasciando inascoltate le spiegazioni che il PD ha fornito in merito al ritardo nella presentazione della sua lista per la composizione dei Quartieri.

Non basta avere riconosciuto pubblicamente e ripetutamente un ritardo che seppure abbia delle spiegazioni più che serie e legittime, tuttavia di ritardo si è trattato.

Il ritardo è stato di 18 giorni e per ostinata volontà dei 5 Stelle come capofila evidentemente, accompagnati da tutta la minoranza in funzione anti PD, si sono aggiunti circa due mesi di ulteriore ritardo, la domanda sorge spontanea: 18 giorni che stanno diventando mesi non per volontà del PD, di chi sarebbe la responsabilità?

Ma venendo al punto, davvero si possono immaginare i Quartieri cittadini senza la presenza del partito di maggioranza? E’ questa la democrazia dei 5 Stelle?

In verità trovo che questo atteggiamento rischia di essere oltreché vittimistico davvero infantile e soprattutto se lasciassimo prolungare questo ridicolo impasse che giovamento ne trarrebbe una città che è sotto assedio di una crisi senza precedenti?

In Commissione più volte mi sono permesso di chiedere uno stop serio e l’invocazione a raggiungere un percorso condiviso e ci sono stati tentativi purtroppo andati a vuoto per le esose richieste pervenute dai partiti della minoranza dove si chiedeva o di lasciare loro il compito di nominare i candidati del PD ?! O addirittura di promuovere una sorta di “elezioni” cittadine libere e svincolate dai partiti allestendo punti di raccolta in città mediante i “bussolotti” dove introdurre le schede (bella democrazia di facciata non c’è che dire…) .

Purtroppo non c’è stata possibilità di dialogo e resta questa impuntatura per un ritardo di 18 giorni nella presentazione di una lista (non si è voluta neppure valutare la difficoltà organizzativa di un partito articolato sul territorio cittadino con 6 circoli e parecchie centinaia di iscritti, in un periodo estivo di ferie e assenze). Si osservi inoltre che questo modesto ritardo (modesto rispetto a quello che si va accumulando…), non avrebbe minimamente comportato lo slittamento dell’ insediamento dei Quartieri nei tempi giusti.

Sul resto nulla da aggiungere se non che anche su questa storia della rinuncia del gettone, che personalmente non farò anche perché una buona parte di questo modesto importo va al mio partito in osservanza di statuto e regolamento, trovo vi sia una mistificazione demagogica e populistica e tuttavia tanto di cappello per questa loro libera iniziativa».

Per il Gruppo Consiliare Partito Democratico Comune di Piombino

Rinaldo Barsotti

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.10.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 17 giorni, 20 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it