TOSCANA: 2460 POSTI PER IL SERVIZIO CIVILE REGIONALE

E' uscito il bando di SC regionale con scadenza il 28/10/14

Il bando di SC regionale scade il 28/10/14

La Regione Toscana ha pubblicato l’atteso bando selezioni per il servizio civile regionale, pubblicato sul Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana. n. 40 dell’8/10/2014. Vediamo insieme le novità e le indicazioni a cui è necessario attenersi per la presentazione delle domande che devono essere presentate presso gli enti entro e non oltre il 28 ottobre 2014. E’ previsto un contributo individuale di 433 euro mensili per 12 mesi.

Possono partecipare al bando di servizio civile regionale  tutti i cittadini che alla data di presentazione della domanda siano in età compresa tra i 18 e i 30 anni (30 anni e 364 giorni), residenti o domiciliati in Toscana, non abbiano riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore a un anno per delitti non colposi (di cui al Dlg. N. 77 del 5/4/2014). Sono altresì ammesse le persone diversamente abili ai sensi della L. 68/1999, in possesso del requisito di cui al punto 2) ed in un’eta’ compresa fra i 18 ed i 35 anni.

Chi non può partecipare al bando: Chi abbia già svolto attività di Servizio Civile Nazionale o Regionale in Toscana o in altra regione, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista ad eccezione di coloro che hanno cessato per malattia, e chi abbia in corso o abbia avuto nell’ultimo anno e per almeno 6 mesi con l’ente in cui dovra’ prestare servizio civile regionale un qualsiasi rapporto di lavoro o collaborazione retribuita.

Come riportato nel bando (Art.4) le domande di partecipazione al bando dovranno:

  1. Essere presentate in formato cartaceo secondo il modello di dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta’, allegato al bando stesso;
  2. Essere presentate ufficialmente ad Arci Servizio Civile Toscana, ma recapitate presso la sede locale che realizza il progetto (così come scritto nella prima pagina del progetto depositato) entro e non oltre il 28/10/2014 entro l’orario di apertura della stessa sede locale. Se inviate per posta raccomandata NON fa fede il timbro postale;
  3. Le domande possono essere trasmesse via Pec purchè il candidato e l’ente titolare del progetto posseggano una casella di posta certificata;
  4. Essere firmate per esteso in originale, e accompagnate da copia di un valido documento di identità del richiedente;
  5. Essere corredate da Curriculum Vitae e scheda informativa (allegato 2) relativa ai titoli di studio ed alle esperienze fatte;
  6. La presentazione di piu’ domande, relativamente allo stesso bando, comporta l’esclusione da tutti i progetti del presente bando.

Per maggiori informazioni i giovani potranno consultare il sito http://www.giovanisi.it/le-opportunita-per-servizio-civile/  e i siti degli enti che hanno fatto domanda di servizio civilisti che per la Val di Cornia sarà indicato in un prossimo articolo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.10.2014. Registrato sotto Foto, Giovani e Sapere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 14 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it