“COOLT”: 650 EVENTI PER LA CULTURA IN TOSCANA

coolt-logo-culturaFIRENZE – 650 eventi tra cui 8 festival, 72 spettacoli, 79 convegni e congressi, 180 mostre, 73 eventi legati a musei, biblioteche, parchi, e palazzi storici come presentazioni di libri e visite guidate. Di questi, quasi 200 provenienti dal territorio, tra cui circa 80 proposte da strutture turistiche e ristoranti e le restanti da associazioni di categoria, agenzie di viaggio, cantine d’autore, guide turistiche e consorzi.

Questi sono solo alcuni dei numeri della prima edizione della Settimana della Cultura in Toscana CoolT, la manifestazione promossa dalla Regione Toscana, insieme a Toscana Promozione, Fondazione Sistema Toscana, Fondazione Toscana Spettacolo e Vetrina Toscana, in programma dal 9 al 19 ottobre in tutta la Toscana.

Province, Comuni, Musei, Biblioteche, Associazioni e Fondazioni culturali, Centri d’arte e Teatri, invitati esattamente un mese fa a partecipare all’iniziativa, hanno risposto con un coinvolgimento che va oltre le attese. Anche le strutture alberghiere, i ristoranti, le cantine, le associazioni di categoria hanno risposto in massa.

Tra eventi e offerte, Coolt conta oltre 600 proposte. A fare da ‘facilitatori’ nella raccolta degli eventi e delle offerte sul territorio, i ragazzi del Cool Team: undici giovani operatori di Upi Toscana, già selezionati due anni fa come gestori degli infopoint itineranti di Giovani Sì, e ora chiamati all’attività di animatori territoriali per Coolt. Sul sitowww.coolt.toscana.it sono consultabili tutti le schede degli eventi e delle offerte su mappa georeferenziata.

“Il Forum dell’Unesco appena conclusosi a Firenze ha affermato che la cultura può essere motore d sviluppo, CoolT afferma che questo è già possibile, condividendo il nostro patrimonio tra noi e con chi viene a conoscerlo”, ha detto l’assessora alla cultura e al turismo Sara Nocentini, presentando stamani il programma della Settimana della cultura in Toscana insieme a tutti i soggeti che hanno contribuito alla sua realizzazione.

“Abbiamo scommesso che la cultura può essere divertente, che può creare comunità – ha aggiunto Nocentini – e accanto a questo che possiamo usare la ricchezza della nostra cultura per creare situazioni favorevoli all’economia, unendo offerte di accoglienza e benessere nell’ambito di un modello di crescita sostenibile che unisca grandi, piccoli e piccolissimi centri: tutto il tessuto che forma l’universo Toscana”.

“I dati Eurostat dicono che la Toscana è la seconda meta preferita dai turisti in Italia, e l’undicesima in Europa – ha concluso Nocentini – confermando che il turismo si configura sempre più come un’eccellenza della nostra regione a livello nazionale. I risultati positivi devono spingere i ancora di più a rafforzare e qualificare una politica per il turismo in toscana, e a coinvolgere i territori nello sviluppo dell’offerta e nella promozione. CoolT è un primo strumento in questa direzione che indica la strada da percorrere”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.10.2014. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    15 mesi, 22 giorni, 8 ore, 19 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it