NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 18 SETTEMBRE 2014

ASSEMBLEA SANVINCENZIA: «IL PD STA CON LA SAT»                              

San Vincenzo (LI) – La lista civica Assemblea Sanvincenzina dichiara di aver proposto in consiglio comunale una mozione contro il progetto di trasformazione della variante Aurelia in autostrada a pedaggio e di essersi scontrata con il rifiuto della maggioranza PD. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Nella scorsa seduta del consiglio comunale la maggioranza ha votato in modo compatto “no” alla mozione presentata dal nostro gruppo sul progetto SAT ‒ inizia la lista ‒. La mozione, dettagliatamente motivata e circostanziata, prevedeva di prendere posizione chiaramente contro il progetto di trasformazione della variante Aurelia in autostrada a pedaggio. La maggioranza, tra le cui fila ci sono due assessori che hanno firmato la petizione popolare promossa da AS l’inverno scorso che ha raccolto 1164 firme contro il progetto SAT, ha addotto quale motivazione la delibera di giunta comunale 121 del 18/06/2012, che, riprendendo parola per parola la delibera della Giunta Regionale Toscana 546 del 21/06/2012, si dichiara favorevole alla realizzazione dell’opera a condizione che vi siano le esenzioni per i residenti e vengano costruite le strade di completamento del corridoio tirrenico (lotto 0 e 398) e non le complanari locali come erroneamente indicato nel programma elettorale del Sindaco Bandini.

Ancora una volta la linea dettata dalla politica nazionale e regionale ha la meglio sull’interesse del territorio e dei cittadini che hanno eletto questi amministratori. Oltre ai due firmatari della petizione, un altro assessore affermava fuori microfono che la nostra posizione, quella cioè che non accetta l’idea che un bene pubblico venga svenduto a dei privati, è quella giusta, ed un consigliere, durante la seduta, affermava che “tanto il progetto molto probabilmente non si farà”. Probabilmente non ha letto le recenti dichiarazioni del viceministro Nencini che, la scorsa settimana, davanti alla minaccia dei soci privati di SAT di uscire dall’affare, si affannava a promettere che i 270 milioni richiesti da SAT si troveranno, anche se non ci si è fatta ad inserirli nello “Sblocca Italia”. Crediamo che ancora una volta sia evidente, a quei cittadini che si informano e che hanno seguito la vicenda, come la maggioranza locale sia molto più interessata a non contraddire i vertici dei partiti che a difendere i diritti ed il lavoro dei cittadini che l’hanno eletta. Speriamo che la SAT non venga realizzata, ma in caso contrario sapremo a chi attribuire le responsabilità di mancata informazione e mancato ruolo di difesa dell’interesse pubblico ‒conclude AS».

Gruppo consigliare di Assemblea Sanvincenzina

_________________________

TICKET: NIENTE PIÙ AUTOCERTIFICAZIONE

Toscana – Dal 1 ottobre cambia l’attuale modalità di autocertificazione della fascia economica per il pagamento del ticket. Ecco tutte le istruzioni

Fascia di reddito: non sarà più autocertificata sulla singola ricetta, né in farmacia né negli ambulatori delle aziende sanitarie. Infatti, con il passaggio alla ricetta elettronica (che sta avvenendo in questi mesi e si concluderà con la fine del 2014), il codice della fascia economica sarà già presente sulla ricetta, ricavato direttamente dalla banca dati dell’Agenzia delle Entrate e dell’Inps. Sarà il medico prescrittore a riportare sulla ricetta, attraverso il software di prescrizione elettronica che interroga le banche dati del Mef e dell’Inps, la posizione economica dell’utente.

È dunque necessario verificare fin da subito, e poi annualmente, che il codice della propria fascia sia presente e sia corretto (è giusto che non sia presente solo se la propria fascia economica è superiore a 100.000 euro). Se il codice che risulta è corretto, non si dovrà fare niente. Se invece il codice non c’è, o non è corretto, sarà necessario fare l’autocertificazione. Dal 1 ottobre 2014, se nessun codice è presente sulla ricetta, il cittadino dovrà pagare il ticket corrispondente all’importo massimo.

Precisazioni: la scadenza del 1 ottobre si riferisce alla impossibilità di autocertificare sulla singola ricetta, ma ogni cittadino può regolarizzare la propria situazione in qualsiasi momento, dopo la scadenza, però prima di recarsi dal medico. È inoltre possibile verificare ed eventualmente autocertificare la propria fascia economica con la Carta Sanitaria Elettronica precedentemente attivata (alla Asl o in farmacia):

– direttamente on-line sul sito della Regione: www.regione.toscana.it/servizi-online, essendo in possesso di un lettore di smart card.

– in uno degli oltre 100 Totem “Punto Si” presenti in tutte le aziende sanitarie, inserendo la propria tessera sanitaria attivata nel Totem e seguendo la procedura indicata sullo schermo.

L’autocertificazione va fatta per ogni componente del nucleo familiare. Le aziende sanitarie sono tenute a effettuare controlli sulla veridicità del contenuto delle autocertificazioni. L’eventuale evasione dal ticket su dichiarazione non vera comporta il recupero degli importi non pagati e l’applicazione della sanzione amministrativa. I cittadini potranno avere assistenza agli sportelli della propria Asl. Per evitare che i cittadini paghino un ticket errato, nel caso di fascia non corrispondente, o per coloro per i quali la fascia non è resa disponibile dal Sistema tessera sanitaria, le aziende sanitarie hanno messo a punto iniziative specifiche volte a facilitare l’adempimento richiesto ai cittadini, con l’avvio della prescrizione elettronica voluta a livello nazionale e in via di implementazione.

Attingendo alle informazioni della banca dati del Sistema tessera sanitaria dell’Agenzia delle Entrate e della banca dati degli assistiti, ogni azienda sanitaria ha rilevato i nominativi che risultano privi di codice di fascia assegnato. Questi cittadini riceveranno, se già non l’hanno ricevuta, una lettera da parte della propria azienda sanitaria, con allegato il modulo per l’autocertificazione, così da facilitarne la restituzione all’azienda sanitaria. L’assistito potrà inviare il modulo compilato e la copia di un documento di identità, utilizzando una delle diverse possibilità indicate nella lettera stessa. Se il cittadino ha fatto l’autocertificazione o utilizza un Isee in corso di validità, non è tenuto a fare niente e non dovrà tener conto della lettera.

In tutte le Asl, nelle farmacie, negli studi dei medici di famiglia, sono affisse locandine per informare in maniera corretta e uniforme la popolazione.

Questi i codici relativi alla diverse fasce di reddito:

– ERA: soggetti con reddito complessivo del nucleo familiare fiscale inferiore a 36.151,98 euro;
– ERB: soggetti con reddito complessivo del nucleo familiare fiscale da 36.151,98 a 70.000 euro;
– ERC: soggetti con reddito complessivo del nucleo familiare fiscale da 70.000 a 100.000 euro.

Per saperne di più: numero verde regionale 800-556060 oppure www.regione.toscana.it/salute oppure ticket.sanita@regione.toscana.it

___________________________

SUVERETO: IX EDIZIONE DEL BORGO DEI RAGAZZI

Suvereto (LI) – Domenica 21 settembre, dalle 10.30 in Piazza V. Veneto fino al tramonto, l’antico Borgo Medievale di Suvereto si trasforma nel regno dei bambini, per la IX edizione del Borgo dei Ragazzi, la manifestazione organizzata dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Suvereto, con la collaborazione di enti  e  associazioni nazionali, di Suvereto e della Val di Cornia. All’insegna dello slogan: “Un sorriso per tutti. Una giornata per giocare, pensare, divertirsi, stare insieme”.

Per il quinto  anno consecutivo la manifestazione è inclusa nel calendario di “Cittaslow Sunday”, l’evento promosso da Cittaslow International per promuove universalmente la filosofia e le pratiche dell’associazione delle Cittaslow: ambiente, cultura del cibo genuino e locale, energia pulita, equità sociale.

Tante le attività  dedicate  ai bambini e ai più grandi, che si svolgeranno all’interno  del Borgo nei vicoli fino a  raggiungere la Rocca Aldobrandesca:  pittura, storia, antichi mestieri, arte circense,  equitazione, attività con i cani per il salvataggio nautico, giochi, ma soprattutto laboratori per conoscere e diffondere al meglio la cultura del consumo consapevole delle risorse, di una sana alimentazione, e riscoprire la possibilità di riusare gli oggetti e i materiali in un’ottica di risparmio e giusto consumo.

Quest’anno il tema principale della manifestazione sarà “l’arte del riuso, il riciclo, del far tesoro di tutte le risorse che abbiamo a disposizione”. Tanti laboratori didattici e divertenti guideranno bambini e genitori nel meraviglioso mondo del buon vivere, dove di potranno riscoprire stili di vita salubri e sapori di un tempo. Sarà possibile per tutta la giornata gustare piatti e merende all’interno del Borgo proposti dagli esercenti e, giocare insieme a loro facendo pizze e biscotti. Per il programma consultare il sito del Comune: www.comune.suvereto.li.it e per informazioni telefonare allo 0565-829923 o all’Ufficio Turistico 0565-829304.

__________________________

MOSTRA SU SILENZI E TRADIZIONI DAL VIETNAM DI RAFFAELLA SPANO’

Piombino (LI) – A Palazzo Appiani, sabato 20 settembre alle 18.30 si inaugura la mostra fotografica a cura di Fotoclub “Il Rivellino”, con il patrocinio dell’assessorato alla cultura. Il Vietnam di oggi raccontato attraverso le immagini di Raffaella Spanò.

La storia di un Paese che sta cambiando, che ha dovuto lottare contro l’ingordigia dei conquistatori, secondo le parole dell’autrice, e le forze avverse della natura e, nonostante tutto, viene comunque definito il “popolo del sorriso”. Al caos delle città si contrappone la vita dei villaggi tra le montagne del nord, ancora molto legate alle antiche tradizioni.

Un Paese reso tristemente noto dalla guerra del Vietnam, mentre venti anni prima, nella primavera del ’54, il Vietnam fece la sua prima apparizione sulla stampa internazionale ponendo fine al Protettorato francese. Nelle foto di Raffaella Spanò si alternano volti a paesaggi. Immagini di vita dense di significato che ci parlano del vissuto di un popolo e delle ferite subite.

___________________________

AUMENTANO LE PRESENZE NELLE BIBLIOTECHE DI PIOMBINO E RIOTORTO

Piombino e Riotorto (LI) – I dati relativi a presenze e richieste di prestito alla biblioteca Falesiana di Piombino e alla biblioteca Bidibibook di Riotorto mostrano che negli ultimi anni c’è stato un trend in ascesa di presenze, sicuramente a partire dal 2007.

Una crescita imputabile al concorso di diversi fattori tra cui la creazione di punti di prestito decentrati (la biblioteca al mare, il punto prestito presso il quartiere Salivoli e presso il supermercato coop di Salivoli), l’offerta di nuovi servizi tra i quali il prestito di dvd e riviste e il servizio Medialibrary online, le attività di promozione alla lettura mirate sia ai bambini che agli adulti e agli immigrati con il “Maggio dei libri, “Nati per leggere”, “Ottobre piovono libri”, i progetti didattici con le scuole di vario ordine e grado e l’intervento di riallestimento della sezione ragazzi.

Alla biblioteca Falesiana infatti, dal 2007 al 2013, gli utenti attivi, cioè gli utenti scritti che hanno preso in prestito almeno un testo durante l’anno, sono cresciuti del 96,24%. Dai circa 800 utenti attivi del 2007, infatti, siamo passati ai circa 1.700 del 2013, con un aumento anche dei nuovi utenti. Interessante anche l’incremento dei prestiti, che sono passati dai 7.000 circa del 2007 agli oltre 17.000 facendo registrare un più 123,2% e di presenze in biblioteca (+25,5%).

Tutto questo assume una particolare valenza a fronte della particolare situazione logistica della sede centrale che evidenzia problemi organizzativi, di spazio e di fruibilità. Criticità che potranno essere superato con il trasloco della biblioteca al polo culturale dell’ex Ipsia, i cui lavori sono in corso. La biblioteca Falesiana ha un patrimonio di 40156 monografie, 1835 documenti multimediali, 4819 libri per ragazzi.

Stessa tendenza positiva anche per la biblioteca decentrata di Riotorto, molto più piccola ma sicuramente molto frequentata. Anche in questo caso gli utenti attivi sono aumenti nello stesso periodo dell’83,5%, i prestiti del 123% e le presenze del 44%.

Un aumento quindi anche in questo caso nella frequentazione e nell’utilizzo del servizio, che deriva sostanzialmente dalla qualità dei servizi offerti per tutte le tipologie e fasce d’età, dalle iniziative svolte con continuità e dal rinnovamento della biblioteca effettuato nell’ottobre 2011 che consente una migliore fruizione degli spazi e dei servizi messi a disposizione. Ma soprattutto è dovuto a una concezione profondamente diversa, per la quale la biblioteca diventa un punto di riferimento per la crescita, non solo culturale, della comunità di cui fa parte.

La biblioteca, dunque, ha avanzato nuove proposte e la città ha risposto con entusiasmo.

I dati dimostrano che la voglia di libri e di biblioteca è diffusa; ai pubblici servizi il compito di attivare sempre più strategie mirate per soddisfarla e farla crescere.

Questi gli orari delle biblioteche e dei punti prestito nel Comune di Piombino: biblioteca civica Falesiana di Piombino il lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19. Il mercoledì dalle 11 alle 12.50 e il sabato dalle 9 alle 12.50.

Biblioteca di Riotorto: lunedì, giovedì e venerdì dalle 15 alle 19, martedì e sabato dalle 9 alle 13. Mercoledì chiusa.

Il punto prestito al quartiere di Salivoli è aperto il mercoledì dalle 15 alle 18,30 mentre quello alla Coop di Salivoli il sabato dalle 15 alle 19.

____________________________

WEEKEND AL CINEMA VERDI CON “I NOSTRI RAGAZZI”

San Vincenzo (LI) – Venerdì 19 e sabato 20 alle ore 21.30, domenica 21 alle ore 17.30 è in programma il film I nostri ragazzi, di Ivano de Matteo con Alessandro Gassman, Giovanna Mezzogiorno, Luigi Lo Cascio, Barbara Bulova. Italia 2014, 92′.

Attenzione: l’ultimo weekend di settembre (26-28) non ci saranno spettacoli e il Cinema Teatro Verdi riaprirà il 3 ottobre. Info: via Vittorio Emanuele II, tel. 0565-701918 e 393-9204347, www.cinemateatroverdi.it

__________________________

ANCI: IL SINDACO GIULIANI ELETTO NEL DIRETTIVO REGIONALE

Piombino (LI) – Il sindaco di Piombino Massimo Giuliani è stato eletto nel direttivo regionale dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia) Toscana, mentre Rossana Soffritti e Alessandro Bandini sono stati eletti nell’assemblea dell’Anci regionale. Le nomine sono avvenute durante i lavori dell’assemblea generale dell’Anci che si sono svolti a Firenze, a Palazzo Vecchio, il 10 settembre scorso alla presenza di Piero Fassino, presidente nazionale dell’Anci, e che hanno avuto al centro il momento di crisi con le riforme istituzionali e l’autonomia finanziaria.

A Firenze è stata eletta per la prima volta una donna a capo dei sindaci toscani. Si tratta di Sara Biagiotti, sindaca di Sesto Fiorentino. E un importante riconoscimento è giunto alla Val di Cornia e a Piombino per l’inserimento del Sindaco tra i membri del comitato. Come ogni cinque anni, a seguito dello svolgimento delle elezioni amministrative in cui si rinnovano gli organi politici della maggioranza dei Comuni, si celebrano anche le Assemblee Congressuali regionali e nazionale dell’Anci per il rinnovo degli organi dell’associazione dei Comuni.

«È un riconoscimento al nostro lavoro e al ruolo del nostro comprensorio – hanno commentato Giuliani, Soffritti e Bandini – ringraziamo chi ci ha dato la fiducia e facciamo i migliori auguri di buon lavoro alla nuova presidente Biagiotti. Le sfide che sono davanti ai sindaci sono enormi. Senza l’azione dei Comuni i cittadini sarebbero soli. Occorre rivedere il patto di stabilità liberando gli investimenti e oltre a favorire le aggregazioni e le politiche di integrazione territoriale per avere un livello di dimensione adeguato e essere protagonisti delle riforme istituzionali».

_________________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.9.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 21 giorni, 10 ore, 42 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it