NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 17 SETTEMBRE 2014

SUVERETO PROTAGONISTA: «100 GIORNI DI VUOTO IN CITTÀ»

Suvereto (LI) – Il gruppo suveretano del PD, Suvereto Protagonista, etichetta come «un vero e proprio disastro» i primi cento giorni dell’Amministrazione Parodi. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«L’assemblea pubblica di venerdì 12 settembre 2014 al Chiostro è stato l’esempio lampante di come l’Amministrazione di Suvereto sia in seria difficoltà a sviluppare una pianificazione a medio termine ‒ inizia SP ‒. Hanno cercato di vendere 100gg di ordinarietà come straordinarietà, il tutto tramite annunci e articoli di giornali di  stile propagandistico d’altri tempi.  In realtà, come tutti i cittadini di Suvereto ben sanno, i primi mesi di questa amministrazione sono un vero e proprio disastro. Un bilancio che ha privilegiato le seconde e terze case invece di sgravare le prime abitazioni, facendola passare come una scelta obbligata, scelta che abbiamo fortemente contestato, e che avrà il risultato di colpire ancora di più le fasce più deboli della popolazione in questo momento di crisi e se ne accorgeranno i suveretani che di case ne hanno una sola: c’è da chiedersi di quali veri interessi sia rappresentativa questa amministrazione.

Un’ estate “culturale” che ha avuto il momento clou nel karaoke, distruggendo l’immagine gloriosa di cultura ed eleganza che Suvereto si era costruita con tanti anni di fatica ‒ continua l’opposizione ‒. Mercatini a km zero inconsistenti dal punto di vista della risposta, nonostante la buona volontà di alcuni produttori, e certamente non sensibili ai temi agricoli del biologico e del biodinamico, cioè di un’economia che rispetta l’ambiente e che produce salute; aspetto ancora più grave, che si continua ad omettere, è la mancanza di dialogo e di coinvolgimento, e quindi di rispetto, di quei commercianti che già offrono nei loro negozi prodotti di alta qualità di aziende della nostra zona. Più volte come Gruppo Suvereto Protagonista abbiamo sottolineato l’importanza creare una sinergia costruttiva fra produttori/commercianti/consumatori occasionali e non.

Trattare il tema ambientale solo come “non lasciare i sacchetti della spazzatura nei dintorni dei  cassonetti” ci indigna ‒ scrive Suvereto Protagonista ‒: ci saremmo aspettati un atto di indirizzo di politica ambientale relativa ad obiettivi e principi generali di azione rispetto all’ambiente, di veder trattare il tema ambientale in un’ottica di sviluppo sostenibile, cosa che non c’è stata. Sbandierare la riparazione dei tombini  come un “grande intervento” invece di occuparsi  di progetti, alcuni dei quali già finanziati, che sono finiti nel nulla e con maldestri tentativi di appropriarsi permanentemente, con grande disonestà intellettuale, di cose già avviate dalla precedente giunta, come fossero decisioni loro. Unico nuovo progetto, gentilmente offerto al nostro Comune, quello della riqualificazione dei giardini, a nostro parere buono ma non perfetto dal punto di vita sia economico che funzionale, così largamente pubblicizzato nell’articolo di invito della cittadinanza all’assemblea, ma di cui, in fondo si è detto poco o niente, quando invece doveva essere approfondito e fatto conoscere nel dettaglio ai cittadini.

E come non parlare delle “Terme”‒ incalza il PD ‒, unico argomento trattato in campagna elettorale come fondamentale per Suvereto, tanto da organizzarci un’ intera serata, di cui non abbiamo più avuto nessuna notizia… Che sia stato un miraggio? Infine questione delle funzioni associate da risolvere entro la fine dell’anno di cui si è persa ogni traccia. Per non parlare delle promesse non mantenute: per anni hanno annunciato che il consiglio sarebbe stato valorizzato come primo organo di governo e invece non viene convocato così come le commissioni consiliari; hanno promesso che il rapporto con la minoranza sarebbe stato costruttivo e si è cominciato col negarle la presidenza di tutte le commissioni, altro primato negativo nella storia di Suvereto;  hanno creato un clima di intimidazione e di scontro permanente con chi in paese non la pensa come loro.

Non il Comune di tutti, ma l’amministrazione più autoritaria e propagandistica della storia di Suvereto. Il Sindaco e la giunta devono ascoltare e rappresentare anche quel  40% dei  cittadini di Suvereto che non li hanno scelti come immagine, ma continuano a “dimenticarlo”. Nutriamo profonde preoccupazioni  nei confronti di un’Amministrazione che non ha saputo darsi delle linee guida da seguire e che non tutela le fasce più deboli della popolazione. Un’Amministrazione che rischia seriamente di fare scivolare Suvereto in posizioni che non merita. Il gruppo Suvereto Protagonista terrà sempre vigile l’attenzione dei cittadini sull’operato dell’attuale giunta comunale cercando di correggere, per quanto è possibile, le scelte di malgoverno ‒ conclude SP».

Gruppo Consiliare Suvereto Protagonista

______________________________

CDC: «IL PD NON È DEMOCRATICO A CAMPIGLIA»

Campiglia M.ma (LI) – La lista civica Comune dei Cittadini lamenta il dispotismo del PD campigliese e il fatto che «i tempi della democrazia a Campiglia durino venti minuti» in riferimento a quanto accaduto lunedì 15 settembre quando, terminata una riunione, la segreteria comunale ha diramato l’ordine del giorno del prossimo Consiglio senza dare la possibilità ai gruppi consiliari e in particolare alle opposizioni  di aggiungervi altri interventi. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Appena sette giorni dopo il Consiglio comunale dove le minoranze invocavano una revisione del regolamento per una maggiore democrazia all’interno dell’istituzione, è arrivata la conferma della gestione dispotica che questa maggioranza ha delle istituzioni ‒ inizia la lista civica ‒. Lunedì 15 settembre erano state convocate dalla maggioranza le commissioni 1a e 2a, rispettivamente affari generali e bilancio. Nell’occasione sono stati presentati alcuni argomenti che sarebbero stati portati in Consiglio comunale, il primo riguardava il rinnovo delle funzioni associate che il Comune di Campiglia ha con Suvereto, l’altro riguardava delle variazioni al bilancio del Comune. Sono stati forniti dalla stessa maggioranza documenti e resoconti sulle materie in questione dopo di che, alle 15 e 45, le riunioni si sono concluse.

In un Comune dove esiste un rispetto minimo delle regole democratiche ‒ continua CdC ‒ si sarebbe lasciato passare almeno qualche giorno per permettere ai gruppi consiliari di studiare i documenti e approfondire i temi, al fine, poi, di formulare mozioni, interpellanze sulle materie per le quali erano stati convocati in commissione. A Campiglia no, alle 16 e 11 minuti, quindi poco più di venti minuti dopo la fine della riunione, la segreteria comunale aveva già diramato attraverso e-mail a tutti i consiglieri l’ordine del giorno del prossimo Consiglio con i punti in questione trattati nelle commissioni. Secondo il regolamento una volta trasmesso l’ordine del giorno del consiglio comunale non è più possibile aggiungervi altri interventi, dunque, è stato impedito ai gruppi consiliari e in particolare alle opposizioni  di avere dei propri interventi durante In Consiglio comunale.

Ma non è finita qui, nella stessa e-mail il Sindaco ha comunicato che non “ritiene necessario convocare la conferenza dei Capigruppo in quanto gli argomenti sono stati trattati in modo esauriente nelle commissioni”. Da notare che dei 4 Capigruppo presenti in consiglio erano assenti in due tra cui quello di maggioranza. È la conferma, se mai ce n’era bisogno, che il PD di Campiglia M.ma gestisce gli strumenti democratici come “cosa propria” fregandosene del ruolo delle opposizioni che i cittadini gli hanno affidato alle elezioni ‒ conclude la lista».

Lista Civica Comune dei Cittadini

____________________________

CONFESERCENTI LIVORNO: «APPOGGIAMO A PIENO MASSIMO GIULIANI»

Piombino (LI) – La Confesercenti Provinciale di Livorno sostiene che sia necessario valutare bene tutte le proposte, puntare ad avere più posti di lavoro disponibili ma senza tralasciare la salvaguardia della salute dei cittadini e del rispetto dell’ambiente. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«La Confesercenti vuol farsi portavoce del malcontento che aleggia nelle proprie imprese per l’immobilismo  che ha caratterizzato negli ultimi mesi la politica istituzionale e locale ‒ scrive Confesercenti ‒. Proprio quando ci sarebbe bisogno di risposte certe e immediate il quadro che si sta delineando è di grande confusione, fatto di una serie di notizie anche tra loro contrastanti che certo non favoriscono e bloccano ogni possibile investimento che eventuali imprenditori potrebbero fare sul territorio. Quelle aziende che lavorano sul territorio hanno bisogno di risposte per pianificare  il proprio lavoro nell’immediato futuro e cercare di far fronte alla crisi.

La Confesercenti  non può fare a meno di dare pieno appoggio a quanto sostenuto dal Sindaco Massimo Giuliani ‒ continua ‒. È necessario che l’amministrazione valuti con attenzione tutte le proposte. Ben venga tutto ciò che porta anche un solo posto di lavoro purché non si perda di vista l’obbiettivo della salvaguardia della salute dei cittadini e del rispetto dell’ambiente. Difendere a qualunque costo le centrali a carbone significherebbe tornare indietro di 10 anni nel disegnare il futuro di questo territorio e annullare del tutto gli sforzi e i passi in avanti fatti  nello sviluppo del turismo ecosostenibile. La Confesercenti si fa espressione delle preoccupazioni di tutti gli operatori del turismo, settore che fa della  qualità dell’ambiente il principale veicolo di promozione e vendita.

La scelta che è stata fatta negli anni precedenti di puntare a una fabbrica ecosostenibile non può essere messa in discussione da una serie di notizie dell’ultima ora, peraltro contraddittorie e fuorvianti. Quello che si denuncia è un calo di attenzione delle istituzioni su questo territorio e la mancanza assoluta di risposte alle domande: quando e se si realizzerà la 398? Quando il bando per i finanziamenti alle imprese? Quale il futuro del porto? E più in generale quale è la posizione della politica sul futuro della siderurgia e di questo territorio? ‒ si domanda Confesercenti».

Confesercenti Provinciale di Livorno

__________________________

ROSSI POSITIVO SUL FUTURO DEI TRENI INAUGURA DUE VIVALTO

Firenze – «Entro il 2014 il 70 per cento dei pendolari viaggerà su treni come i Vivalto» ha dichiarato il governatore della regione Toscana a fronte del varo di due nuovi Vivalto che hanno preso servizio sulle linee toscane da ieri.

Il programma è quello di arricchire la flotta toscana di Trenitalia con altre venti vetture a due piani entro il dicembre 2014, aggiungendo così 150 carrozze. Tale numero consentirà di raggiungere l’obiettivo del 70% di corse garantite da materiale rotabile nuovo e moderno, come dichiarato da Rossi. Il Governatore ha anche annunciato che la percentuale crescerà negli anni e che entro pochi mesi inizieranno le forniture per i 10 treni diesel che la Regione ha acquistato attingendo alle risorse del proprio bilancio e che entreranno in funzione sulle tratte cosiddette “minori”, come la Pisa-Aulla, o la Grosseto-Siena (che verrà riaperta).

Rossi ha inoltre comunicato che i treni regionali avranno la precedenza sui treni ad alta velocità nelle tratte interessate, così come sta scritto nell’accordo nazionale tra Trenitalia e Rfi e nei contratti.

____________________________

DI GIORGI: «SOSTENGO CON FORZA IL VALORE DELLO STUDIO»

Piombino (LI) – L’assessore all’istruzione Margherita Di Giorgi manda un augurio a tutti gli studenti in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Un augurio a tutti gli studenti, docenti, dirigenti e collaboratori che hanno inaugurato questo nuovo anno scolastico ‒ scrive l’Assessore ‒. La scuola rappresenta un’istituzione fondamentale per la società, capace di stringere patti fondamentali tra studenti e docenti, tra scuola e famiglia, tra scuola e amministrazioni locali, un luogo delle opportunità per tutti, di accoglienza e di valorizzazione delle intelligenze e personalità, di conoscenza e di sviluppo dello spirito critico.

Per questi motivi ‒ spiega Di Giorgi ‒ l’amministrazione comunale sarà al fianco delle scuole per le varie necessità nel percorso scolastico, perché l’impegno educativo deve poter contare su un progetto corale. E soprattutto su un contesto fatto di collaborazione e disponibilità, di grande rilievo in un momento di difficoltà come questo, per impedire la perdita delle numerose esperienze positive che i tagli degli ultimi anni potrebbero cancellare, per evitare la mortificazione delle intelligenze che vi ruotano, per contrastare l’isolamento delle istituzioni e per contrapporre iniziative vitali e concrete che partano da tutti i protagonisti e dai soggetti attivi, insegnanti, studenti, genitori, amministratori, società civile.

Sostenere con forza il valore dello studio, della formazione e della cultura è un obiettivo fondamentale da perseguire, perché solo con l’acquisizione di questi strumenti sarà possibile confrontarsi con la complessità, con la vita vera, forti delle proprie competenze e conoscenze. La nostra amministrazione, pur nelle ristrettezze e difficoltà economiche contingenti, sarà impegnata a sostenere le tante necessità scolastiche e lo farà consapevole, come in passato, del ruolo delicato e importante della formazione e dell’educazione. Rivolgo inoltre ‒ conclude l’Assessore ‒ un sentito saluto anche alle famiglie che insieme alla scuola hanno un ruolo di grande importanza per l’educazione e la trasmissione di valori ai propri figli».

Margherita Di Giorgi

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.9.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 17 SETTEMBRE 2014”

  1. paolo

    ma a Suvereto i cittadini pensano esattamente il contrario di quello che scrive il pd. Ancora una volta questo partito non perde occasione di essere lontano dal sentimento popolare. E pensare che questo era il mio partito. Ora Si distruggono da soli. Contenti loro……

  2. Ssssttt… zitti tutti che Paolo vi spiega cosa pensano i cittadini di Suvereto. Io sono un cittadino di Suvereto e penso che l’Amministrazione Parodi per ora non abbia fatto altro che supercazzole ad uso dei più ingenui. O non avevano la più pallida idea di cosa significa amministrare senza risorse (nel qual caso i più ingenui di tutti sono loro); oppure lo sapevano e hanno bluffato (nel qual caso sono… lasciamo perdere). Comunque sia, non ci sono le risorse per fare proprio niente e l’unico piano che hanno contro il commissariamento è la speranza della proroga. Parodi può al massimo andare a piantare alberi secchi alle scuole parodiando Mussolini impegnato nella trebbiatura del grano. Per il resto continueranno a menare il can per l’aia come hanno fatto fin’ora. L’unico diversivo verrà ad un certo punto, quando saranno impegnati 24/7 a cercare qualcuno a cui dare la colpa dei danni.

    Per chi non lo sapesse, Parodi è il Sindaco di Suvereto. Non fa che ripeterlo, dentro il Comune, fuori dal Comune, in continuazione. “Io sono il Sindaco”: sembra che non ci creda ancora, forse lo ripete per convincersi.

  3. Luciano Presenti

    Questa è la risposta di ASSEMBLEA POPOLARE di Suvereto:

    “Ennesimo intervento fuori luogo da parte di Suvereto Protagonista sulle pagine dei quotidiani ‒ scrive Assemblea Popolare di Suvereto ‒, che con parole sterili e offensive commenta i primi 100 giorni della nuova amministrazioni confermando la scarsa volontà di collaborare. “Dalle parole del capogruppo di minoranza Francesco Lolini” ‒ sostiene il consigliere Donnoli ‒ “si capisce che gli stessi componenti non frequentano Suvereto, non leggono i giornali e non partecipano agli eventi da noi organizzati”.
    “Sostenere che il momento clou dell’estate culturale suveretana” ‒ aggiunge il consigliere Cecchi ‒ sia stato il karaoke (per altro organizzato da alcuni esercenti e non dall’Amministrazione) è penoso, omettendo di dire che questa estate a Suvereto sono stati invitati alla manifestazione “In chiostro” un Animatore di fama internazionale (capo-animatore dell’ultimo film di D’Alo: Pinocchio), un giornalista di Reporter insignito del prestigioso premio dedicato ad “Ilaria Alpi”, la vincitrice del premio Andersen per la letteratura per ragazzi e il regista di un film che ha ricevuto premi internazionali, si evince chiaramente che la loro idea di cultura sia praticamente nulla”.
    Inutile elencare gli altri interventi, banali e ripetitivi, sulla scelta della tassazione, ampiamente dettagliate in assemblee pubbliche da loro disertate, e il loro silenzio durante le commissioni, unici luoghi di confronto, insieme al consiglio comunale dove non hanno presentato nemmeno un emendamento al Bilancio 2014. “Considerare il Mercato Km0 “inconsistente” ‒ interviene la consigliera Cardinale ‒ va contro la risposta dei produttori che lo hanno invece definito “più che positivo”. La loro incompetenza in materia di comunicazione non gli fa percepire l’importanza, per la nostra economia, della presenza di Suvereto e le sue eccellenze anche fuori dal nostro territorio, come la partecipazione alla Mostra internazionale del Cinema di Venezia, un’interessantissima vetrina per il nostro paese e per le aziende che hanno potuto far conoscere i loro prodotti, ottenendo ottimi risultati”.
    “Invitiamo l’opposizione ad attenersi ai fatti” conclude il capogruppo Cecchi “ed evitare inutili e ridicole esternazioni, prive di fondamenta, e se le stesse lecitamente le ritengano giuste, abbiano almeno il coraggio e la faccia di farlo nelle assemblee pubbliche, dove il Sindaco e la Giunta hanno invitato i cittadini ad intervenire, visto che alla base della filosofia di Assemblea Popolare c’è il confronto pubblico, perché non ci stancheremo mai di dirlo il nostro lavoro è al servizio dei cittadini e con loro e per loro portiamo avanti gli obiettivi” ‒ conclude Assemblea Popolare».
    Il gruppo Consiliare APS”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    14 mesi, 18 giorni, 23 ore, 10 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it