M5S CAMPIGLIA: «QUALCHE VITTORIA IN CONSIGLIO COMUNALE»

M5S CampigliaCampiglia M.ma (LI) – Il Movimento 5 Stelle campigliese dichiara che, nel consiglio comunale del 9 settembre, su 11 proposte ha ottenuto «due vittorie e mezzo per il Comune» riguardanti le mozioni relative a Piedibus e Case dell’Acqua e l’apertura sull’adeguamento dello stipendio dei Dirigenti alla effettiva performance. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Il consiglio comunale, iniziato con un po’ di ritardo intorno alle 15.25, si è sviluppato su 19 punti all’ordine del giorno ‒ iniziano i Pentastellati ‒. Nota molto interessante, la tribuna degli spettatori era piena durante tutto l’arco del consiglio. La discussione è iniziata in merito alle due variazioni di bilancio di competenza dirigenziale: la prima prevedeva la copertura nel bilancio di previsione di una fattura da saldare risalente due anni fa alla ditta Falaschi e la seconda consisteva nella copertura dell’apertura di una nuova sezione di asilo nido risparmiando sui servizi di mensa e sulle ore di laboratori didattici della Cooperativa di Vittorio. Noi, insieme alle altre opposizioni, siamo usciti dall’aula per protesta, in quanto tali variazioni di bilancio non erano state approfondite ed illustrate nella commissione competente.

Nel punto successivo abbiamo relazionato, insieme alle forze di minoranza, la nostra proposta di revisione dello statuto e del regolamento comunale. La nostra idea di modifica di alcuni punti era corroborata dal fatto che alcune materie, come l’urbanistica, non possono essere oggetto di referendum e che la partecipazione dei cittadini è soffocata dalle norme, troppo poco inclusive nei testi cardine del nostro Comune; inoltre abbiamo fatto alcune richieste per migliorare la democrazia e il rapporto maggioranza-opposizione. L’o.d.g. è stato bocciato.

Al punto 7 il Comune dei Cittadini ha presentato un o.d.g. per chiedere il rispetto della convenzione quadro della Parchi Val di Cornia da parte di tutti i Comuni che ne fanno parte. Noi ci siamo espressi favorevolmente, ma il provvedimento è stato bocciato.

Al punto 8 abbiamo esposto un o.d.g. in merito all’autostrada Tirrenica in cui chiedevamo al consiglio di esprimersi contro questo folle progetto, ponendo come obbiettivo la messa in sicurezza della Variante Aurelia da Grosseto sud a Civitavecchia attraverso l’implementazione del progetto ANAS 2001 e la realizzazione della variante 398 slegandola dal folle progetto SAT. È stata inoltre ripercorsa tutta la storia della vicenda fatta di conflitti di interesse e di affidamenti diretti dalla società SAT salvata più volte dal fallimento, ma purtroppo il consiglio comunale si è espresso contrariamente con i voti di Campiglia Democratica e Forza Italia.

Successivamente abbiamo illustrato la proposta di adesione del nostro Comune all’applicazione per smartphone Decoro Urbano, a costo zero, la quale può facilitare l’interazione fra amministrazione comunale e cittadini. Il provvedimento è stato bocciato dalla maggioranza, motivando il proprio voto perché ritenuto uno strumento parziale, visto il lavoro di più ampio raggio da loro iniziato (di cui né noi né i cittadini sono a conoscenza) e soprattutto per non ingolfare gli uffici comunali.

Più avanti è stata da noi descritta la proposta di riduzione dell’indennità di posizione dei dirigenti del Comune di Campiglia Marittima. Dopo una lunga discussione, la maggioranza ci ha chiesto di ritirare la mozione, in quanto il fine è stato da loro apprezzato, ma il metodo può essere rivisto e approfondito in commissione. Noi abbiamo accettato di studiare insieme in commissione nuove forme di retribuzione variabile, non più legate alla posizione ma alla performance effettiva dei dirigenti puntando così ad un risparmio mirato ed efficiente.

Al punto 11 abbiamo trattato la mozione per inserire il bilancio partecipativo nel nostro comune. Il quale consiste nel destinare una quota di bilancio direttamente ai cittadini, i quali potranno redigere progetti, che verranno poi votati da tutti i cittadini. La proposta è stata bocciata con i voti di Campiglia Democratica e Forza Italia che hanno sostenuto il loro no esplicando la complessità e la difficoltà nella partecipazione dei cittadini.

Nel punto seguente è stata esposta la nostra proposta di realizzazione delle case dell’acqua nel nostro territorio comunale. Le case dell’acqua, presenti nei Comuni limitrofi di San Vincenzo e Castagneto Carducci, sono degli erogatori di acqua di alta qualità microfiltrata, i quali possono portare notevoli benefici alla collettività attraverso la riduzione dei rifiuti solidi, l’educazione ambientale nella lotta allo spreco di risorse e materiale inoltre possono portare un interessante risparmio per i cittadini che in media spendono 500 euro all’anno a famiglia. La maggioranza ha comunicato che sta già lavorando a questo progetto (buono a sapersi). La mozione è passata con alcune piccole correzioni di forma con i voti di Campiglia Democratica. Riteniamo che sia una bella vittoria per il nostro Comune e noi ci impegneremo a vigilare sui tempi di realizzazione, sulle modalità e sui costi.

Al punto 13 abbiamo presentato il progetto Piedibus, già trattato nella commissione cultura del 5 settembre, il quale consiste nel creare un autobus umano per accompagnare i bambini nelle scuole, formato dagli stessi alunni e da due accompagnatori per gruppo, uno in testa (il guidatore) e uno in fondo alla fila (il controllore). Ci siamo posti come obbiettivo di valutare la sensibilità degli attori coinvolti: bambini, genitori, accompagnatori, associazioni, istituti scolastici, al fine di introdurre un progetto pilota per la prossima primavere. Inoltre abbiamo dato la nostra disponibilità, insieme a tutto il gruppo di attivisti e simpatizzanti nel facilitare l’operazione e nell’accompagnare i bambini a scuola secondo le nostre possibilità. La mozione è stata approvata all’unanimità.

Al punto 14 si è proposta una mozione per sensibilizzare il Comune circa la possibilità di vietare la presenza nel territorio comunale di circhi con animali. Una richiesta volta al solo scopo di rendere lo spettacolo circense fruibile a tutti senza la necessità di costringere animali spesso selvaggi a vivere in gabbie ed in condizioni crudeli. Dalla giunta e dalla maggioranza abbiamo ricevuto un secco no legato al “solo” motivo di un rispetto della legge attuale, senza possibilità di appelli di qualsivoglia natura.

Al punto 15 vi era una mozione che richiedeva la modifica allo statuto del Comune inserendovi la definizione di “acqua bene comune”. Questa è stata ritirata e verrà ridiscussa nel prossimo consiglio perché purtroppo è pervenuta alla segreteria la prima versione non completa della mozione e quindi impossibile da discutere ed, eventualmente, approvare.

Al punto 16 è stata proposta una interrogazione in merito allo stato dei lavori di ristrutturazione delle scuole pubbliche, sfruttando i fondi sbloccati dal patto di stabilità. L’assessore Bartalesi ha risposto nel merito illustrando lo stato delle ristrutturazioni alla scuola Altobelli, e gli altri in corso d’essere.

Infine vi sono state tre interrogazioni a firma Comune dei Cittadini, illustrate in consiglio ma con risposta scritta, inerenti Asiu, l’edificio realizzato da Carep in via Magnani e la manutenzione degli alberi a Cafaggio. Il consiglio comunale è terminato intorno alle ore 20.00. In conclusione ci riteniamo sufficientemente soddisfatti per aver visto approvare, seppur con minime modifiche, le mozioni relative a Piedibus e Case dell’Acqua, e vi è stata una apertura concreta sulla richiesta di adeguare lo stipendio dei Dirigenti alla effettiva performance, riscontrata con appositi indicatori, da studiare e discutere in commissione. Avanti così! ‒ chiudono i 5 Stelle».

Movimento 5 Stelle Campiglia M.ma

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.9.2014. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 15 giorni, 6 ore, 39 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it