VAL DI CORNIA: CONVEGNO SUI GRANI ANTICHI DENTRO LA STERPAIA

I parchi della Val di Cornia

I parchi della Val di Cornia

Lunedì 16 Giugno, a partire dalle 14,30, il Prof Stefano Benedettelli dell’Università di Firenze e gli agricoltori di Progetto Sterpaia SAS guideranno la visita ai campi seminati a Grani Antichi all’interno del Parco costiero della Sterpaia La visita, il cui punto di ritrovo per la partenza è al Mortelliccio davanti all’entrata dell’agricampeggio Calips, consentirà di vedere le selezioni di Senatore Cappelli, Frassineto e Timilia, oltre alle parcelle di moltiplicazione e selezione di numerose altre varietà. A seguire, seduti all’ombra, è prevista una breve discussione su quanto osservato e sulle prospettive per costituzione di una filiera dei vecchi cereali in Val di Cornia. Già dalla mattina, a partire dalle 10, l’equipe del Prof.  Benedettelli effettuerà i rilievi tecnico scientifici sulle varietà in moltiplicazione.

Un incontro (realizzato da Val di Cornia Bio e Progetto Sterpaia SAS grazie alla collaborazione dell’Università di Firenze, Parchi Val di Cornia Spa, Centro Pertusati di Rosignano) a cui sono invitati a partecipare i titolari delle aziende agricole del territorio, ma anche coloro interessati al tema oggi sempre più attuale delle produzioni di Grani Antichi. Una opportunità interessante per coloro che intendono operare nell’ambito di una nuova agricoltura, sostenibile e identitaria del nostro territorio e per scoprire nuove opportunità imprenditoriali inerenti nuovi mercati sino ad oggi di nicchia ma in forte crescita.

Per informazioni sulla visita: cell. 328 4799983.

La storia del progetto:

Da giugno 2012 è attivo un protocollo d’intesa tra la Parchi Val di Cornia SpA, l’Università di Firenze (Dipartimento di scienze delle produzioni vegetali, del suolo e dell’ambiente agroforestale), la Provincia di Livorno, i Comuni di Piombino, Campiglia Marittima, Suvereto e San Vincenzo, il Coordinamento Toscano Produttori Biologico e l’Associazione Val di Cornia Bio che ha come principale finalità lo sviluppo di una collaborazione tecnico-scientifica nell’ambito della conservazione delle antiche specie vegetali con il fine della conservazione della biodiversità e la promozione delle specie autoctone.

All’interno di questo progetto la Parchi Val di Cornia ha messo a disposizione una porzione di terreno agricolo del Parco costiero della Sterpaia al fine del recupero di coltivazioni biologiche e autoctone di frumento grazie alla semina di Grani Antichi.

Il progetto, supervisionato dal Prof. Stefano Benedettelli dell’Università di Firenze, ha avuto avvio a novembre 2012. In particolare, all’interno della porzione di terreno dedicata alla semina di Grani Antichi, un lotto è stato utilizzato dal professore per la semina a mano di germoplasmi di grano antico duro e tenero.

A luglio 2013 si è proceduto alla prima mietitura di questi campi; il grano ottenuto è stato reimpiegato per la semina di altri ettari di terreno e una piccola parte è stato impiegato per la produzione di farine utilizzare per eventi promozionali legati al progetto.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.6.2014. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “VAL DI CORNIA: CONVEGNO SUI GRANI ANTICHI DENTRO LA STERPAIA”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    14 mesi, 25 giorni, 0 ore, 33 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it