UN’ALTRA PIOMBINO: «SCHIZOFRENIA NELLA COALIZIONE DEL PD?»

Marina Riccucci e Cinzia Bartalini

Marina Riccucci e Cinzia Bartalini

Piombino (LI) – La lista civica Un’Altra Piombino, alle urne col candidato sindaco Marina Riccucci, commenta le dichiarazioni di Ferrini (Spirito Libero) sul Corex. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Leggiamo con stupore – scrive la lista civica – le dichiarazioni di Ferrini sulla stampa locale a proposito dei forni elettrici a tecnologia corex. Ferrini sostiene che sarebbe un errore rifiutare la realizzazione di questi forni nell’aria degli attuali convertitori, cioè praticamente nel cuore della città.

Il nostro stupore nasce da due ordini di considerazioni – continua Un’Altra Piombino – : prima di tutto ci chiediamo se Piombino abbia ancora bisogno di una politica che continua a giocare al ribasso, in un’ottica ultimativa che rincorre il “meno peggio”. Sappiamo benissimo che i forni elettrici, a due passi dagli insediamenti abitativi, comportebbero un aggravamento significativo dell’inquinamento sia acustico che ambientale: non possiamo continuare ad accettare il sacrificio della salute in nome di un po’ di lavoro. Piombino ha condotto negli anni una fiera battaglia contro l’inquinamento e in difesa della salute: non possiamo ora tornare al passato perché non abbiamo saputo, prima, prevedere la crisi annunciata e perché non sappiamo, ora, elaborare progetti innovativi capaci di coniugare il diritto al lavoro e quello alla salute.

L’altra considerazione – prosegue la lista civica – è la seguente: la lista Spirito Libero si presenta al voto in coalizione con il PD , il cui candidato sindaco, Giuliani, ha fatto della continuità con le politiche dell’amministrazione uscente la sua bandiera. Il sindaco Anselmi ha sempre sostenuto la necessità di un arretramento dell’area produttiva rispetto a quella abitativa, per cui ci chiediamo cosa significhi tutto questo. Ci sembra di vedere una certa schizofrenia, in questa come in altre questioni, all’interno di una coalizione che si propone di governare il territorio nei prossimi anni.

Noi crediamo che occorra chiarezza, trasparenza e coerenza di intenti, soprattutto in un momento di così grave sofferenza per il nostro territorio. Serviranno unità e idee innovative, progetti chiari per invertire il declino della nostra città. E non ci sembra di ravvisare niente di tutto ciò in una coalizione che ci appare come un’armata brancaleone ancora in cerca di soluzioni estemporanee – conclude la lista».

Lista civica “Un’altra Piombino”

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.5.2014. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 18 giorni, 9 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it