NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 21 MAGGIO 2014

OGGI GLI OPERAI LUCCHINI DA PAPA FRANCESCO

I lavoratori della Lucchini di Piombino vengono ricevuti da papa Francesco, in piazza San Pietro: una loro delegazione, accompagnata dal presidente della Regione Toscana e dal sindaco di Piombino prenderà parte all’udienza del mercoledì, questo 21 maggio, e al termine sarà ricevuta per un breve incontro cui prenderà parte anche il vescovo della diocesi di Massa Marittima-Piombino, monsignor Carlo Ciattini.

Si tratta di un nuovo capitolo nel rapporto fra gli operai del polo siderurgico toscano e il pontefice venuto dalla periferia del mondo: preoccupati per il loro futuro dopo lo spegnimento dell’alfoforno, i lavoratori indirizzarono un video-messaggio al papa che, il 23 aprile scorso, rispose con parole di particolare calore invitando a non scoraggiarsi perchè “il papa è accanto a voi e prega per voi”.

Oltre all’abbraccio ai “cari operai e cari fratelli”, papa Francesco chiedeva (“a tutti i responsabili”) di compiere “ogni sforzo di creatività e di generosità per riaccendere la speranza nei cuori di questi nostri fratelli e nel cuore di tutte le persone disoccupate a causa dello spreco e della crisi economica” invitando ad “aprire gli occhi” e a “non rimanere con le braccia incrociate”.

Poche ore dopo, come noto, venne firmato un protocollo d’intesa fra Governo, Regione, enti locali per il rilancio di Piombino come polo nazionale e internazionale di una nuova siderurgia.

____________________________________

M5S CAMPIGLIA: «ISTITUIAMO L’ASSEMBLEA DEI 200»

Campiglia M.ma (LI) – Il Movimento 5 Stelle propone di istituire un’assemblea formata da 100 cittadini sorteggiati e 100 candidatisi ed eletti. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Esiste una soluzione per governare nell’interesse generale dei cittadini ‒ inizia il M5S ‒, far governare i cittadini stessi, favorendo la partecipazione in tutte le forme possibili. La democrazia diretta è il punto centrale del nostro “Programma Insieme”, scritto insieme agli abitanti del Comune che hanno voluto dare il proprio contributo.

Per dare voce alle istanze popolari serve dare potere al popolo, per questo motivo proponiamo di istituire l’Assemblea dei 200. Essa sarà composta da 100 cittadini sorteggiati dal database dell’anagrafe in base a diversi criteri: età, sesso, occupazione (chiaramente quella dichiarata all’anagrafe), nazionalità. Questo sorteggio sarà fatto pubblicamente nella sala del Consiglio Comunale. Gli altri 100 cittadini verranno scelti tra chi si autocandida: come libero cittadino, in base ai criteri già utilizzati nel sorteggio, come rappresentante di associazioni e/o comitati di quartiere, in base alla ricezione della richiesta di partecipazione. L’assemblea dei 200 sarà rinnovata ogni 6 mesi per favorire il ricambio e la massima partecipazione, essa avrà potere prevalentemente legislativo, in quanto sarà l’organo in cui verranno scritte, direttamente dai cittadini: delibere, interpellanze, referendum propositivi, e mozioni che saranno inoltrate alla giunta comunale. Inoltre la giunta comunale potrà chiamare in causa l’assemblea per pareri consultivi in merito a regolamenti comunali e delibere.

Infine e non per ultimo, l’assemblea dei 200 avrà pieno potere in merito al bilancio partecipativo. Esso è il vero fulcro della democrazia diretta in quanto saranno i cittadini stessi a indicare all’amministrazione come spendere gli utili amministrativi in quote da decidere di volta in volta, ad esempio: grazie ai tagli agli stipendi e alle indennità del 30 % al Sindaco, agli assessori e ai dirigenti, avremo un tesoretto di circa 75.000 € all’anno. Esso potrà essere utilizzato su indicazione dei cittadini che sceglieranno, ogni anno, quale progetto finanziare con tali risorse. Si avvierà così un progressivo cambiamento della coscienza sociale ‒ concludono i pentastellati ‒, una maggiore sensazione di appartenenza al territorio e un maggior legame con lo stesso».

M5S Campiglia M.ma

____________________________________

PD SUVERETANO: INCONTRO SULL’AGRICOLTURA

Suvereto (LI) – Suvereto Protagonista, con il candidato sindaco Francesco Lolini, organizza un incontro per mercoledì 21 maggio alle 18.30 presso il Ghibellino.

L’incontro in programma vedrà partecipare agricoltori e cittadini per approfondire le questioni complessive e indicare l’ impegno per il futuro del partito. Saranno presenti: Gianni Salvadori, Assessore agricoltura della Regione Toscana, Luca Sani, Presidente commissione agricoltura della Camera dei Deputati e Francesco Lolini, candidato sindaco del centro sinistra “Suvereto protagonista”. Il Pd invita tutta la cittadinanza a partecipare.

«A Suvereto l’agricoltura rappresenta un settore trainante della nostra economia ‒ scrive Suvereto Protagonista ‒ e su di essa vogliamo puntante l’attenzione e l’azione della pubblica amministrazione. Agricoltura di qualità significa sviluppo sostenibile, lavoro, difesa del territorio, tutela e valorizzazione del paesaggio. Lo sviluppo che vogliamo significa: un’economia che rispetta l’ambiente e produce salute, un cibo migliore e più sicuro, che produce emozioni, sapori e benessere. Vogliamo un territorio di eccellenza che elimina la chimica di sintesi e si pone come obiettivo il biologico e il biodinamico ‒ conclude il partito».

___________________________________

I PROGETTI DI ASSEMBLEA POPOLARE: ECONOMIA E BENESSERE

Suvereto (LI) – Continuano gli incontri con Assemblea Popolare di Suvereto.

Il candidato sindaco Giuliano Parodi e i candidati di Assemblea Popolare al Consiglio comunale illustreranno ai cittadini alcuni progetti del programma mercoledì 21 maggio alle ore 21. Nel centro storico di Suvereto (via Matteotti) interverranno tra gli altri Filippo Magnani su “Enogastronomia e turismo” e Roberto Magazzini su “Vivere il territorio”. Introduce Valeria D’Angelo e conclude Rossano Pazzagli. A seguire un piccolo momento conviviale.

___________________________________

COMUNE DEI CITTADINI: «SOFFRITTI TACE SULL’AVANZO DI AMMINISTRAZIONE»

Campiglia M.ma (LI) – La lista civica Comune dei Cittadini denuncia il silenzio dell’amministrazione comunale sull’avanzo di amministrazione. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Non c’è stato niente da fare ‒ scrive Comune dei Cittadini ‒. Il gruppo di maggioranza non ha detto una parola sulla proposta del Comune dei Cittadini di destinare l’avanzo di amministrazione del 2013 per ridurre la tassazione comunale nel 2014. Il Sindaco Soffritti ha sostenuto che sarà la prossima amministrazione a decidere, dimenticandosi che è candidata a governare di nuovo il Comune e che sarebbe stato un suo preciso dovere dire ai propri cittadini cosa intende fare se sarà rieletta.

L’avanzo di 1.049.814 euro non è poca cosa per il Comune di Campiglia ‒ precisa la lista civica ‒: è pari al gettito complessivo dell’addizionale IRPEF (1.093.000 euro) ed è la metà dell’IMU (2.072.459 euro) del 2013. Una cifra rilevante che si genera per una ragione semplicissima. Con il bilancio di previsione si gonfiano le spese e su quelle spese si decidono e si applicano subito tasse comunali elevate, fino al punto di essere finiti tra i primi 100 Comuni italiani (su 8.000) per la tassazione IMU. Poi si spende molto meno, ma i cittadini pagano in base alle previsioni. Nel 2013 la spesa effettiva è stata di  12,9 milioni contro i 16,7 previsti (-23%). Il discostamento maggiore ha riguardato la spesa d’investimento (opere e lavori) con un -66%. Si è fatto esattamente un terzo di quello che era stato previsto. La spesa corrente, invece, si discostata solo del -7%.

Non vi è dubbio che ‒ continua CdC ‒ con una programmazione più oculata e realistica del bilancio si sarebbero potute risparmiare alle famiglie e alle imprese tasse ingenti già nel 2013. Lo si può fare sicuramente nel 2014 dicendo con chiarezza che si utilizzerà l’avanzo del 2013 per ridurre la pressione tributaria, ma ancora una volta l’amministrazione pensa prima a se stessa e poi alle condizioni dei propri cittadini e delle imprese. I sacrifici devono continuare a farli loro, poi si vedrà.

Peraltro in queste ore è in corso una diatriba tra Comuni e Governo sulle aliquote della nuova TASI, la tassa sui servizi indivisibili che graverà anche sulla prima casa e che, a detta di molti, potrebbe addirittura essere superiore alla vecchia IMU. Non decideranno prima delle elezioni, ma poi arriverà la resa dei conti e i soldi che il Governo da un lato elargirà ai meno abbienti li riprenderà comunque dai Comuni. E a pagare non saranno solo i ricchi, ma tanti cittadini e tante imprese in seria difficoltà economica. Motivo in più per dire subito che il Comune dei Cittadini, in caso di vittoria alle elezioni, si batterà per ridurre tasse, sprechi e spese inutili. Questo il senso della proposta che abbiamo avanzato, non per le prima volta, certi che sia possibile rispettarla. È solo questione di volontà ‒ conclude la lista ‒, quella che è mancata in chi ha governato fino ad oggi il Comune di Campiglia».

Comune dei Cittadini

__________________________________

“SULLA STRADA DELLA VITA” SI CONCLUDE STASERA

Piombino (LI) – Mercoledì 21 maggio al Teatro Metropolitan alle ore 21 si svolgerà la serata conclusiva del concorso “Sulla Strada della Vita” memorial Federico Fabbri, giunto alla settima edizione e organizzato dalla Polizia Municipale di Piombino e da ArcelorMittal Piombino con la collaborazione dell’associazione “Fede per la Vita”.

La serata, aperta a tutti, sarà presentata da Marco Bocchigli e avrà ospiti quali DJ Scott, che illustrerà la manifestazione con la nazionale dei DJ che si terrà a Piombino il 29 maggio sempre sui temi della sicurezza, Matteo Lucherini, presidente dell’Associazione Generazioni Contatti, che invierà filmato realizzato dai ragazzi del progetto “Testadialkol” ed il Presidente del Lyons Piombino che da quest’anno ha avviato un percorso di collaborazione continuativo con questo progetto sulla sicurezza stradale.

Il progetto ha visto la partecipazione di otto classi appartenenti alla scuola media inferiore e alle superiori di Piombino, che hanno realizzato filmati e Flash Mob, nuova modalità di espressione più vicina al mondo giovanile al quale questo concorso si rivolge, con l’obiettivo di rendere protagonisti i giovani ed accrescere la sensibilità e il senso di responsabilità durante la guida.

Durante la serata verranno pertanto consegnati i seguenti riconoscimenti: due premi agli istituti scolastici i cui ragazzi hanno partecipato, uno per le scuole medie inferiori ed uno per le scuole medie superiori; un premio della giuria popolare aggiudicato in base al gradimento del pubblico espresso attraverso il tasto “mi piace” sulla pagina Facebook dedicata alla manifestazione.

__________________________________

LE PRIME ELEZIONI DI UN’ALTRA PIOMBINO

Piombino (LI) – La lista  civica Un’Altra Piombino si presenta per la prima volta alle elezioni amministrative. La Confesercenti e la CNA hanno rivolto ai candidati sindaco alcune domande e il candidato sindaco Marina Riccucci scrive «avrò modo di rispondere compiutamente. Voglio, comunque, ribadire alcuni punti programmatici della Lista Un’Altra Piombino».

Ecco i punti ribaditi da Riccucci: «Siamo per la concertazione, oggi più che mai necessaria a fronte della crisi. Proponiamo una consulta comunale per la piccola e media impresa dove oltre alla discussione dei problemi  si prendano impegni, si elaborino procedure e tempi (adempimenti comunali) per rilascio di pareri e concessioni. Siamo per una revisione della fiscalità locale. La crisi si combatte anche abbassando le tasse a chi produce e sul lavoro. Siamo per la sospensione della tassa di soggiorno. Siamo per lo sviluppo del Porto, condividiamo gli interventi in essere, chiediamo chiarezza sul futuro.

Siamo per un Turismo ‒ continua Riccucci ‒ non solo relegato a tre mesi estivi ma più esteso e questo lo si può fare valorizzando il nostro paesaggio, i beni archeologici, ambientali, termali e facendo rete. Ci vuole una regia che purtroppo nella Val Di Cornia è mancata. Questo ruolo lo può giocare, con il suo rilancio, la Società Parchi in uno stretto rapporto con gli operatori privati e con enti pubblici.

Nel Comune di Piombino ormai sono anni che non c’è un assessorato alle attività produttive, e se c’è stato si è interessato di tutt’altre cose. L’attenzione su queste problematiche viene anche da un impegno serio e forte del Comune nelle sue attività produttive.

Il commercio si rilancia se sul territorio vi è una ripresa economica e intanto proponiamo di estendere in altre parti della città iniziative culturali, eventi musicali, ecc.., vogliamo intervenire sulla manutenzione di strade, marciapiedi, abbellire la nostra città rendendola più attrattiva (arredo urbano). La crisi della Lucchini e della Magona, ormai dovrebbe essere chiaro a tutti, si può governare: se il governo va oltre gli impegni scritti sulla carta (attuazione dell’accordo di programma) e mette altri finanziamenti sia per la reindustrializzazione che per le bonifiche, oltre a ridurre i costi energetici e se il privato manifesta e interviene per l’acquisizione e poi attua interventi di innovazione ‒ conclude Riccucci».

Marina Riccucci, Lista Un’Altra Piombino

_____________________________________

COPPOLA: «FABBRICCIANE DIMENTICATE DAL REG. URBANISTICO»

Piombino (LI) – Luigi Coppola, candidato sindaco con la lista civica Svolta Popolare, denuncia il mancato trattamento delle Fabbricciane nell’attuale Regolamento Urbanistico. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Un problema che l’attuale Regolamento Urbanistico non ha affrontato ‒ scrive Coppola ‒, se non marginalmente sotto il profilo igienico sanitario, è quello delle Fabbricciane; qui occorre evitare di creare a distanza di anni un nuovo caso “Sterpaia”, anche se ci siamo molto vicini ed in termini di antropizzazione certamente più impattante. Ancora una volta non vi è stata la volontà di mettere le mani in quella parte di territorio, entrando definitivamente nel merito delle questioni. Purtroppo negli anni si è affermato un sistema quasi senza regole e talvolta in spregio delle più elementari norme, che potrebbero rivelarsi una bomba ecologica in termini ambientali, visto che non vi è un sistema fognario.

Questa è una questione prettamente politica ‒ continua il candidato sindaco ‒, solo attraverso una precisa analisi sotto il profilo urbanistico si potrebbe intervenire concretamente, ma soprattutto avendo chiari gli obbiettivi. Occorre verificare esattamente la consistenza del problema di cui stiamo parlando; cioè, conoscere esattamente se il nucleo ha caratteristiche “agricole” con qualche abitazione nata nel tempo, anche grazie ai vari condoni, oppure se la presenza di abitazioni “legittime” è maggioritaria. Detto questo, si può verificare la vocazione del luogo, e pianificare sanando quelle posizioni legittime, che hanno necessità di riqualificare igienicamente i manufatti.

Ovviamente non si parla assolutamente – continua Coppola – di alcun tipo di condoni e nemmeno, come qualcuno propone, di far nascere una “villettopoli fiorentina”. Si tratta di sanare e di verificare se ci sono le condizioni politiche ed urbanistiche (acqua, fognature, impianti) pensando ad incrementi di volume solo ed esclusivamente per fini strettamente ambientali. Comunque non si può continuare a far finta che quell’insediamento non esista, ma si deve affrontare una volta per tutta questa questione, certamente non in maniera strumentale o per fare campagna elettorale, ma seriamente con i dati tecnici e i rilievi dettagliati della situazione di un nucleo del quale in effetti non si conosce nemmeno la precisa consistenza.

Potrebbe essere creata un’area franca con caratteristiche assolutamente diverse da quelle ora presenti, che permetta di sviluppare un percorso, che ne ridisegni la fisionomia con un profilo adeguato al concetto di legalità, peraltro con formule sperimentali ed accessibili nell’ambito delle certificazioni a consumi ed ad impatto zero, come avviene nel Nord Europa. Siamo convinti che non si possa più rinviare “il protocollo Fabbricciane”, se qualcuno fino ad oggi non ha avuto il coraggio di occuparsene, chissà per quali motivi, noi lo faremo senza timore alcuno. Non abbiamo interessi da difendere, se non quelli di un serio sviluppo turistico, che non può assolutamente dipendere da seconde case, bensì da soluzioni ricettive di qualità e con adeguati servizi territoriali espressione ‒ conclude Coppola ‒ di una seria e concreta pianificazione».

Luigi Coppola, Svolta Popolare Piombino per tutti

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 21.5.2014. Registrato sotto Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 21 MAGGIO 2014”

  1. Astuto Cacciatore

    “GLI OPERAI LUCCHINI DA PAPA FRANCESCO” il cattocomunismo degli stipendificiati è inesaurbile.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 12 ore, 17 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it