M5S PIOMBINO: «LA SALUTE NON È PER TUTTI»

il simbolo del movimento 5 stelle di Piombino

il simbolo del movimento 5 stelle di Piombino

Piombino (LI) – Il Movimento 5 Stelle piombinese si esprime sulle condizioni della sanità e sull’incapacità della classe dirigente di fornire risposte adeguate ai cittadini. Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Dopo alcuni mesi ‒ inizia il M5S ‒ di paziente attesa seguiti all’incontro con il DG dell’ASL 6 Dr. Porfido del luglio 2013 e alla lettera natalizia inviata per sollecitarne l’intervento, il MoVimento 5 Stelle Piombino è giunto ad alcune considerazioni sulle volontà della Regione e del Comune (entrambi PD) riguardo la sanità locale, a nostro avviso non lusinghiere.

Al netto delle responsabilità del governo nazionale ‒ continuano i pentastellati ‒, abbiamo riscontrato una certa sufficienza dei nostri amministratori nella capacità di dare risposte ai cittadini in materia sanitaria. A fronte dei continui balzelli sulle tariffe delle prestazioni, dei sopraggiunti costi della digitalizzazione, del contributo aggiuntivo per fasce di reddito che ha fatto lievitare i costi per le famiglie, dell’uso ormai cronico dell’intramoenia per sopperire alle richieste di visite ed esami diagnostici, ad oggi non abbiamo visto ridurre le liste di attesa, e neppure migliorie sul piano delle prestazioni offerte. In questi ultimi anni abbiamo assistito anche all’esternalizzazione di servizi come le pulizie, la lavanderia, la mensa, le manutenzioni, i settori amministrativi ed altro, allo scopo di razionalizzare la spesa, risparmiando per la comunità, senza tuttavia riscontrare in realtà alcun beneficio, tutt’altro.

Un esempio ‒ scrive il Movimento ‒ della distanza con cui misuriamo l’inadeguatezza del servizio, per un paese che si definisce civilizzato, è il tempo che intercorre tra la richiesta di un ausilio medico per un invalido (che sia una protesi acustica o un paio di scarpe ortopediche) e il momento in cui lo potrà utilizzare, con l’autorizzazione medica: in media alcuni mesi tra richiesta di prescrizione della protesi e la visita di collaudo. Per quanto riguarda invece i piccoli interventi chirurgici, la situazione non è migliore, come del resto è pressoché impossibile accedere entro l’anno corrente a prestazioni di Risonanza Magnetica o ecografia.

Queste nostre considerazioni sono facilmente riscontrabili dai cittadini che utilizzano il nostro ospedale, dove la buona volontà del personale non può da sola sopperire ai disagi e alle criticità, se chi ha in mano le redini dell’amministrazione non intraprende i giusti interventi. Riteniamo che assunzioni mirate di personale medico e paramedico e una nuova organizzazione dei servizi permetterebbero una risposta positiva alle esigenze della cittadinanza, in un settore come quello della salute, dove, più che in altri ‒ concludono i pentastellati ‒, è inaccettabile assoggettarsi solo alle logiche del risparmio a tutti i costi, sulla pelle delle persone».

 

MoVimento 5 Stelle Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.5.2014. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    54 mesi, 27 giorni, 11 ore, 57 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it