NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 10 FEBBRAIO 2014

PARODI: «SOCIETA’ PARCHI,I SINDACI RISPONDANO SUL MARKETING TERRITORIALE»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il commento di Giuliano Parodi sull’utilizzo degli introiti derivati dalla tassa di soggiorno per le azioni di marketing territoriale.

«Sorprende leggere che gli interrogativi che ponevo qualche giorno fa vengono interpretati come critiche dalla Societa’ Parchi, visto e considerato che in questi anni sono stato tra i pochi, dai banchi dell’opposizione, a difendere e cercare di impedire il de-potenziamento e il tentativo di mandare in bancarotta la Societa’ stessa da parte delle Amministrazioni locali, con scelte scellerate. Ad esempio quella intrapresa dal Comune di Piombino con il bene stare degli altri comuni soci, di decurtare il bilancio della Societa’ di una parte degli introiti frutto dei parcheggi di Baratti e Sterpaia.

In questi anni ho combattuto perche’ la Societa’ Parchi ritornasse ad avere un ruolo centrale nella tutela e salvaguardia del nostro patrimonio artistico territoriale, mission per cui era stata creata, invece di trasformarla anno dopo anno in un semplice “parcheggificio”.

A marzo 2012 il PD attraverso i gruppi di maggioranza ha portato in votazione nei Consigli Comunale un documento preciso e circostanziato su cui vorrei avere delle risposte.

In quel protocollo si affermava che: l’istituzione della tassa di soggiorno era finalizzata alla progettazione e gestione di azioni di marketing territoriale, azioni che dovevano essere attuate dalla Societa’ Parchi che veniva ristruttura per l’occasione.

A distanza di 2 anni e’ lecito chiedere quanto e’ stato l’incasso prodotto dalla Tassa di soggiorno in Val di Cornia e, nel dettaglio quali azioni di marketing territoriale sono state attuate e quale ritorno economico hanno avuto sul territorio? Il crono-programma riportato nel documento redatto dalla Societa’ Parchi a che punto e’ di realizzazione?

Rispondere a queste semplici domande per i Sindaci o gli Assessori al Turismo non dovrebbe essere un problema visto che sempre in quel protocollo di 2 anni fa si chiedeva di. “associare la funzione alla promozione turistica di tutti i Comuni dotandosi di uno strumento istituzionale capace di garantire a livello comprensoriale una programmazione più efficace delle politiche di promozione turistica da affiancare ad uno strumento ancora più operativo – quale potrà essere la Società Parchi riformata”

Il mio appoggio incondizionato va al lavoro svolto dai dipendenti della Parchi e le mie critiche, che dovrebbero essere in questa ottica sostenute anche dal Presidente Sbrilli, sono da sempre rivolte alle Amministrazioni che hanno una responsabilita’ precisa di indirizzo delle politiche delle sue partecipate e non il suo smantellamento».

Giuliano Parodi
capogruppo UpS

___________________

PIOMBINO: IN PUBBLICAZIONE LA GRADUATORIA PER GLI ALLOGGI PUBBLICI

E’ in pubblicazione dal 5 febbraio all’albo pretorio e sul sito internet del Comune di Piombino la graduatoria provvisoria relativa al bando per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica.

La graduatoria rimarrà esposta per 30 giorni, e cioè fino alle ore 13 del  7 marzo 2014,  termine entro il quale sarà possibile fare ricorso contro eventuali presunzioni di errore. Il ricorso dovrà essere presentato esclusivamente tramite consegna diretta presso l’incaricato dell’Ufficio casa nei giorni e negli orari di apertura al pubblico, oppure per posta a mezzo di raccomandata, indirizzata a Comune di Piombino-Ufficio casa, via Ferruccio 4 57025 Piombino.

In tutto sono 316 le domande valide inserite in graduatoria, mentre 43 sono state escluse per mancanza di requisiti o per scorrettezze nella presentazione della domanda.

Il relativo bando, che si è chiuso lo scorso 12 agosto, prevedeva la partecipazione di tutti coloro in possesso di cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione europea. I cittadini di altri stati hanno diritto di accedere se in possesso di permesso di soggiorno CE di lungo periodo o di carta di soggiorno ancora in corso di validità, oppure in quanto titolari di permesso di soggiorno almeno biennale insieme all’iscrizione nelle liste di collocamento o con una regolare attività di lavoro. Tra i requisiti richiesti, inoltre, l’obbligo alla residenza o all’esercizio di attività lavorativa nel Comune di Piombino; non avere in proprietà o non avere in uso in uso abitazioni adeguate alle esigenze del nucleo familiare, usufruire di un reddito annuo complessivo del nucleo familiare, compreso il reddito del coniuge, non superiore al limite massimo di 15.320 euro.

Info: www.comune.piombino.li.it.

_____________

 

MALTEMPO: RINVIATO LO SPETTACOLO TEATRALE “IL PIFFERAIO MAGICO”

A causa dell’allerta maltempo, diramata dalla Protezione Civile, la replica dello spettacolo “Il pifferaio magico” prevista per le scuole lunedì 10 febbraio al Teatro dei Concordi di Campiglia Marittima, è stata rinviata a mercoledì 12 febbraio alle ore 9:30 e alle 11.

La celebre fiaba dei Fratelli Grimm è uno spettacolo suggestivo con musica dal vivo, coreografie e video, scritto e diretto da Teo Paoli, che racconta la storia di un musicista ingaggiato dagli abitanti di un paese per liberarsi dei topolini che invadono le strade… ma non andrà tutto come previsto. Lo spettacolo è aperto anche alle famiglie che desiderano portare i bimbi a teatro. Il costo dei biglietti è di 4 euro.

______________________

TRASPARENZA: IL M5S DI CAMPIGLIA SPIEGA LE OSSERVAZIONI DEPOSITATE AL COMUNE.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Le seguenti osservazioni sono state depositate in Comune il giorno 30 gennaio 2014 in merito alla discussione dei piani triennali sulla trasparenza e sulla prevenzione della corruzione. Su tali piani, redatti dalla segretaria comunale, non abbiamo avuto niente da eccepire, ma abbiamo voluto cogliere l’occasione nella quale era stato aperto il dialogo con i cittadini per far presenti alla Giunta le inadempienze da noi riscontrate.

Ai sensi del Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita’, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”, il Movimento 5 stelle di Campiglia Marittimaporta all’attenzione della giunta del medesimo comune le seguenti mancanze in quanto a dati resi pubblici nel sito istituzionale dell’ente:
•    la Relazione di cui all’articolo 10 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 (Relazione sulla performance) è assente alla voce del sito ad essa corrispondente, si veda art. 10, comma 8, lettera b) del D. lgs. n. 33;
•    i collegamenti alle norme di legge statale.  Ne esiste solo un vago riferimento nel database corrispondente alla sezione del sito “normativa”, si veda art. 12, comma 1 del D. lgs. n. 33″[…] le pubbliche amministrazioni pubblicano sui propri siti istituzionali i riferimenti normativi con i relativi link alle norme di legge statale pubblicate nella banca dati «Normattiva» che ne regolano l’istituzione, l’organizzazione e l’attivita’[…]”;
•    la sezione del sito “statuti” è priva di informazioni. Inoltre, non sono pubblicati gli estremi degli atti e dei testi ufficiali aggiornati comeprescritto dall’art. 12, comma 2 del D. lgs n. 33 “Con riferimento agli statuti e alle norme di legge regionali, che regolano le funzioni, l’organizzazione e lo svolgimento delle attività di competenza dell’amministrazione, sono pubblicati gli estremi degli atti e dei testi ufficiali aggiornati”;
•    molti dati (ex. Sezione “Rendiconti dei gruppi consiliari” : priva d’informazioni) di cui all’art.13, comma 1 del D. lgs n. 33 “Le pubbliche amministrazioni pubblicano e aggiornano le informazioni e i dati concernenti la propria organizzazione […]”;
•    non sono pubblicati, con riferimento a tutti i componenti dell’organo d’indirizzo politico, a) l’atto di nomina o di proclamazione, con l’indicazione della durata dell’incarico o del mandato elettivo; b) il curriculum; c) i compensi di qualsiasi natura connessi all’assunzione della carica; gli importi di viaggi di servizio e missioni pagati con fondi pubblici; d) i dati relativi all’assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti; si veda l’art. 14, comma 1, lettere a), b), c), d) del D. lgs n. 33;
•    non sono pubblicati, con riferimento ai titolari di incarichi amministrativi di vertice e di incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti, nonche’ di collaborazione o consulenza: a) gli estremi dell’atto di conferimento dell’incarico; si veda art. 15, comma 1, lettera a) del D. lgs n. 33;
•    non sono pubblicati molti atti di conferimento di incarichi a soggetti esterni retribuiti come disposto dall’art. 15, comma 2 del D. lgs n. 33 “La pubblicazione degli estremi degli atti di conferimento di incarichi dirigenziali a soggetti estranei alla pubblica amministrazione, di collaborazione o di consulenza a soggetti esterni a qualsiasi titolo per i quali e’ previsto un compenso […] sono condizioni per l’acquisizione dell’efficacia dell’atto e per la liquidazione dei relativi compensi.”

– Il Codice dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni deve essere, ai sensi dell’art. 1, comma 44 della legge n. 190 del 26 novembre 2012“Ciascuna pubblica amministrazione definisce, con procedura aperta alla partecipazione e previo parere obbligatorio del proprio organismo indipendente di valutazione, un proprio codice di comportamento che integra e specifica il codice di comportamento di cui al comma 1.”aperto a contributi provenienti dai cittadini e dalle associazioni per un certo lasso di tempo, cosi come è stato fatto per il Piano triennale di prevenzione della corruzione e per il Programma triennale per la trasparenza e l’integrità.

– Con riferimento al Piano triennale di prevenzione della corruzione raccomandiamo la realizzazione dell’analisi del rischio sul livello di esposizione degli uffici al rischio di corruzione che ogni singola amministrazione deve effettuare – come prescritto dalla legge n. 190 del 2012 – attraverso una completa mappatura dei processi. A tal proposito, l’art 1, comma 9, della sopracitata legge, individua una serie di attività da considerare a più elevato rischio di corruzione, come di seguito specificato:
a.    autorizzazione o concessione;
b.    scelta del contraente per l’affidamento di lavori, forniture e servizi, anche con riferimento alle modalità di selezione prescelta, ai sensi del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture di cui al DLgs 12 aprile 2006, n. 163;
c.    concessione ed erogazione di sovvenzioni, contributi, sussidi, ausili finanziari, nonché attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati;
d.    concorsi e prove selettive per l’assunzione del personale e progressioni di carriera di cui all’art. 24 del Dlgs. 150/2009.

Portiamo infine alla vostra attenzione il fatto che – in data 5/02/2014 – l’amministrazione comunale ha reso nota l’imminente seduta del Consiglio comunale solamente due ore prima dell’inizio dei lavori. Vi chiediamo quindi di comunicare con l’anticipo dovuto le prossime sedute del Consiglio comunale».

Il Movimento 5 stelle di Campiglia Marittima
_________________

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.2.2014. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 17 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it