M5S: DOVE VENGONO SMALTITI I RIFIUTI INDUSTRIALI DELLA LUCCHINI?

il simbolo del movimento 5 stelle di Piombino

il simbolo del movimento 5 stelle di Piombino

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa del Meetup Piombino 5 Stelle che si interroga sullo smaltimento dei rifiuti industriali prodotti dallo stabilimento Lucchini.

Il Meetup 5 Stelle Piombino, insieme al meetup di Campiglia M.ma e San Vincenzo, si è recato presso gli uffici ASIU allo scopo di ottenere maggiori informazioni riguardo lo smaltimento delle scorie Lucchini.

Fulvio Murzi ha confermato più volte che circa 10 giorni fa si è avuta l’ interruzione da parte di Lucchini del conferimento in discarica degli scarti industriali. Tale fatto ha comportato per Asiu, e Tap, una duplice problematica, da un lato la mancanza della materia prima necessaria per la produzione del Conglomix, dall’altro lato la cessazione degli introiti incassati fino ad oggi per lo smaltimento di tali materiali.

In sostanza fino a 10 giorni fa la Lucchini pagava Asiu per lo smaltimento delle proprie scorie industriali e Asiu a sua volta utilizzava tali materiali per produrre Conglomix, ovvero rifiuti speciali provenienti dagli scarti di lavorazione dello stabilimento, i quali, appositamente lavorati e trattati, sono utilizzati per la produzione di una sorta di cemento adatto per i fondi stradali.

E’ a questo punto che ci poniamo due importanti domande:

1. Partendo dal presupposto che la Lucchini è ancora in fase di produzione, dove sono smaltite le scorie industriali di questi ultimi 10 giorni e quelle del prossimo futuro?

2. Perché con un’azienda come Asiu e Tap, ubicata nelle vicinanze dello stabilimento, consentendo quindi l’azzeramento dei costi di trasporto e un accordo economico di circa 20,00 € la tonnellata per lo smaltimento, Lucchini preferisce smaltire altrove tali scorie?

Ci preoccupa non poco che Lucchini possa smaltire le sue scorie in maniera non conforme alle leggi. I rifiuti industriali, se non appositamente trattati, risultano altamente dannosi per la salute dei cittadini, quindi chiediamo all’Amministrazione Comunale, nel caso non vi abbia già provveduto, di interessarsi alla vicenda e di assicurarsi che tali scorie siano smaltite in sicurezza, senza ricorrere all’utilizzo di discariche abusive, come purtroppo è accaduto in passato. Lo stabilimento è ancora in fase di commissariamento, perciò gestito dallo Stato. Riteniamo quindi che l’intervento dell’Amministrazione Comunale sia ancor più necessario, al fine di tutelare la salute dei cittadini.

MEETUP PIOMBINO 5 STELLE

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.1.2014. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO MANCA AL TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON LA CEVITAL DI ISSAD REBRAB?

    Se non viene rescisso il contratto, o rinnovato l'accordo di programma, dal 1° luglio Rebrab non avrà più vincoli con lo Stato italiano, diventerà "Padrone" a tutti gli effetti, e potrà disporre delle sue società e del personale in queste assunto come meglio crederà. Questo avverrà
    3 mesi, 17 giorni, 18 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. P.I. 01409010491
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2015 CorriereEtrusco.it