NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 18 DICEMBRE 2013

SAN VINCENZO: UN CONVEGNO PER PARLARE DI TURISMO

Si svolgerà venerdì 20 dicembre alle ore 15.00, presso la Sala Consiliare della Torre il convegno dal titolo “Turismo e sviluppo comunitario nel comune di San Vincenzo”. Il convegno prende il nome da un progetto condotto dall’IRTA Leonardo (Istituto di Ricerca sul Territorio e l’Ambiente) di Pisa con il patrocinio del comune di San Vincenzo e della provincia di Livorno.

Nel corso del convegno saranno presentati e discussi i risultati della ricerca e sarà organizzato un workshop con una presentazione pubblica che coinvolgerà le istituzioni, gli studiosi presenti e gli operatori del settore turistico.
Durante l’incontro, coordinato dal giornalista del Tirreno Paolo Federighi, interverranno rappresentanti delle istituzioni, la dottoressa Giuliana Biagioli Presidente dell’IRTA – “Leonardo”, il dottor Igor Vegni dell’IRTA che presenterà i risultati dello studio condotto dall’istituto di ricerca, il professor Rossano Pazzagli Docente di Storia del Turismo all’Università del Molise, il professor Alessandro Simonicca Docente di Antropologia del Turismo all’Università La Sapienza di Roma e il professor Salvatore Bimonte Docente di Economia e Ambiente all’Università di Siena.

Saranno presenti, inoltre, l’assessore al turismo della provincia di Livorno Paolo Pacini, Paolo Bongini Responsabile del settore turismo e commercio della Regione Toscana, Maurizio Diavolio Presidente dell’Associazione Italiana Turismo Responsabile – AITR e Pina Sardella Responsabile dei rapporti tra le Università e l’Associazione Italiana Turismo Responsabile.

______________________

SI SCIOGLIE IL GRUPPO VALDICORNIAELBA PER CIVATI

Pubblichiamo integralmente il comunicato stampa del gruppo che sosteneva la candidatura di Giuseppe Civati per le primarie nazionali del PD che annuncia lo scioglimento a seguito del risultato delle consultazioni.

«Come già anticipato, il nostro Gruppo, nato a sostegno della candidatura di Giuseppe Civati alla segreteria nazionale del Pd, si è sciolto ufficialmente il 9 dicembre. Dalla presentazione di questa avventura, mediante una conferenza stampa nel mese di luglio, fino alla fine del Congresso, sono trascorsi poco più di 5 mesi. Un tempo non sufficiente per costruire in modo competitivo la visione di cambiamento che ha lanciato Civati, nel territorio della Val di Cornia e dell’Elba e mediante tutti i gruppi e comitati sparsi in tutto il Paese; un periodo tuttavia vissuto intensamente da parte nostra con il tentativo di dare corpo sul territorio ad un progetto di Pd che sapesse riconnettersi con il proprio elettorato sia con proposte locali che con un’opera più generale di sostegno alla mozione del candidato nazionale.

In questo senso vanno lette le proposte delle primarie sia per la candidatura del prossimo sindaco, che per quelle previste per una selezione dei consiglieri comunali. Un tentativo che auguriamo venga raccolto in toto nella discussione politica del Partito democratico piombinese, e non solo, ed in coloro che nell’area del Centro sinistra vorranno costruire un’alleanza politico-programmatica in vista delle amministrative. Abbiamo lanciato anche le candidature a livello di congressi locali, senza guardare alla stretta appartenenza del gruppo ma pensando in un’ottica di progetto partito, con coraggio e senso del collettivo. Abbiamo poi firmato il Manifesto dei Diritti e sostenuto,, convinti della bontà del progetto, un’idea che vedesse il rilancio dell’industria e del lavoro a Piombino, a partire dalla continuità produttiva di concerto alla costruzione e allo sviluppo di alternative produttive credibili ed ambientalmente sostenibili, nonché capaci di cogliere le nuove opportunità di sviluppo in ambito portuale.

Tutto ciò si è espresso nell’ottica di far correre assieme diritti civili e diritti sociali, legandolo ad una prospettiva che ha visto protagoniste tante democrazie occidentali e l’optimum nel modello scandinavo. Insieme a questo abbiamo costruito iniziative dal basso, gazebo informativi, veri e propri eventi insieme a tutti coloro che volontariamente si sono messi al servizio di un progetto, non ultimo lo stesso on. Civati e l’on. Rocchi, che ringraziamo per la sensibilità dimostrata sul versante del lavoro, un’attenzione alla realtà piombinese e del Comprensorio che proseguirà nel corso dell’attuale legislatura come promesso nella sera dell’8 dicembre dallo stesso Civati. Un progetto che non è finito in una corrente, ma è confluito in un risultato che in tutto il territorio ha visto quasi decuplicare il voto iniziale degli iscritti, con un risultato totale di 854 voti complessi a favore di questa candidatura. In questo senso, nonostante la sconfitta chiara, si è delineato un aumento importante che segna in positivo l’umile contributo che abbiamo provato a dare al cambiamento del Pd. Questo risultato rappresenta un contributo, lo ripetiamo, e si offre ad un intero Partito di cui ci sentiamo partecipi attivi. Un piccolo grande tesoro di partecipazione che andrà curato per non essere disperso insieme al più ampio dato dell’affluenza.

Tale dato rappresenta infatti l’ennesima conferma della voglia di essere coinvolti da parte di iscritti ed elettori, e che al momento rappresenta il migliore specchio della voglia di cambiamento che ci auguriamo sarà intrapresa con forza nel futuro Pd, nell’ottica del progressismo europeo. Ognuno di noi proverà con spirito costruttivo a dare il proprio aiuto nel migliorare questo Partito. In ultimo, non per importanza, un grande ringraziamento a tutti coloro che ci hanno creduto fino in fondo, a volontari, iscritti, elettori, agli amici del Comitato di Cecina. Alla passione e all’entusiasmo veri che siamo certi non andranno dispersi. E che saranno parte di quella nuova linfa del presente e del futuro del Partito democratico».

___________________

PIOMBINO: CHIUSURE NATALIZIE AGLI INFORMAGIOVANI

Gli Informagiovani ed il PAAS (punto di accesso assistito ai servizi e a internet) effettueranno alcuni giorni di chiusura durante le festività natalizie. In dettaglio gli uffici Informagiovani di Piombino e Riotorto resteranno chiusi dal 24 al 31 dicembre compresi.

Agli Informagiovani è possibile trovare informazioni utili sul lavoro, la formazione, il tempo libero, il volontariato e l’associazionismo giovanile. Gli operatori sono inoltre disponibili per colloqui di orientamento, compilazione del curriculum vitae e sostegno e promozione delle attività per i giovani. Lo sportello di Piombino è situato presso il Centro Giovani in Viale della Resistenza 4 (0565-32245), mentre l’Informagiovani di Riotorto è in Via della Bottaccina 32, (tel 0565-252108). I Paas 319 e 217 (punto di accesso assistito ai servizi e a internet) rappresentano un’ottima opportunità per offrire servizi ai cittadini che difficilmente accedono alle risorse informatiche. All’interno degli informagiovani e del Centro Giovani sono situati  computer connessi a internet  utilizzabili con l’aiuto di un operatore. Il Paas è rivolto a tutti coloro che vogliono imparare o migliorare l’uso del computer e di internet, conoscere le nuove tecnologie e accedere ai servizi on-line delle pubbliche amministrazioni. Entrambi i servizi sono servizi pubblici gratuiti del Comune di Piombino gestiti da Arci Comitato Territoriale Piombino Val di Cornia Elba.

___________________

SAN VINCENZO: OBBLIGO DI PULIRE I TERRENI VICINO LA FERROVIA

È stata emessa l’ordinanza che obbliga i proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di terreni ai lati delle linee ferroviarie nel Comune di San Vincenzo ad eliminare immediatamente qualsiasi situazione di potenziale rischio o pericolo per la circolazione ferroviaria e per la pubblica incolumità, che derivi dalla mancata osservanza delle distanze di sicurezza stabilite per le piante, le siepi e gli alberi presenti all’interno dei loro terreni e a provvedere, quindi, alla potatura o all’abbattimento delle piante che si trovano nella fascia di rispetto di almeno 6 metri di larghezza dalla linea ferroviaria.

Gli interessati dovranno anche tenere libero lo spazio di almeno 6 metri di larghezza lungo il confine ferroviario tagliando o rimuovendo cespugli, erbe secche e ogni altra materia combustibile. Gli stessi saranno ritenuti responsabili dei danni che si dovessero verificare per l’inosservanza dell’ordinanza, salvo le altre eventuali sanzioni civili, penali ed amministrative previste dalle vigenti norme.  Gli addetti del comune di San Vincenzo effettueranno accertamenti circa il rispetto dell’ ordinanza.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.12.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 18 DICEMBRE 2013”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 13 ore, 7 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it