NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 12 OTTOBRE 2013

SOFFRITTI: «NO ALL’ASSOCIAZIONE CON SUVERETO»

Campiglia dice no ad associare tutte le funzioni del comune di Suvereto. Lo ha dichiarato il sindaco Rossana Soffritti rispondendo ai vari interventi apparsi sulla stampa. E ce n’è veramente per tutti.

«Iniziamo dalle cadute di stile. Penso che si inseriscano meglio in questa lista le affermazioni usate in piazza (lasciando per un attimo da parte le offese dirette) davanti a moltissime persone che ci sono luoghi che vanno ricondotti alla tipologia “del vino buono” e altre invece alla misera “vasca d’acqua”?, oppure che Venturina dove lavorano centinaia di persone, dove ci sono uno dei più alti tassi di presenza di alloggi di edilizia popolare, sia ascrivibile a luogo di “speculazione edilizia e bruttura”? oppure vogliamo riprendere alcune belle frasi degli esponenti del “comitato del no” che inneggiavano a manganelli e ghigliottine? Vogliamo parlare di lettere anonime e scalate di rocche?

Mi dispiace ma non accetto lezioni di stile da queste persone. Gli ex sindaci mantengono ovviamente diritto di esprimere la loro opinione, ma farebbero meglio ad evitare di rinnegare scelte che loro stessi hanno proposto o condiviso, o di lasciarsi andare a certe affermazioni – incalza il sindaco – si esprime la propria opinione ma non si alimenta lo scontro tra comunità o la divisione all’interno della stessa comunità. Personalmente non condivido un certo modo di fare politica, perché di questo si tratta. Preferisco costruire e unire e soprattutto essere chiara e onesta». Il sindaco dice no ad associare tutte le funzioni di Suvereto: «Quindi, per chiarezza ed onestà, ribadisco che non c’è alcuna possibilità che si riparta dall’associazione di tutte le funzioni da parte del comune di Campiglia con il comune di Suvereto. Non per mancanza di solidarietà istituzionale, largamente praticata nel nostro operato, bensì nell’impossibilità gestionale di un carico simile da parte di un solo Comune. Lo abbiamo detto ogni volta, ad ogni incontro il sindaco Pioli ed io. Non è affatto vero infine che molti Comuni hanno risolto con l’associazione delle funzioni i loro problemi. Non sta succedendo affatto, perché è una soluzione farraginosa, di appesantimento burocratico e che produce spesso maggiori costi.

Sulla partecipazione al referendum nel comune di Campiglia in moltissimi seggi si è avuta un ‘affluenza pari o superiore al 30% esattamente in linea con altri Comuni, non ultimo il caso “di scuola” della fusione di Figline che è giunta al referendum dopo un progetto lungo e presente da tempo nella discussione del paese e che ha avuto un’affluenza esattamente del 30%. Fa specie poi sentire la lista civica di San Vincenzo che osteggia qualsiasi progetto oltrepassi il confine comunale, oggi sentirla sostenere il valore della sovracomunalità. Certo non sarà la fusione mancata a fermare una progettualità politica e amministrativa di area che, sta procedendo spedita su molti fronti».

_________________________

TRIBUNALI: VELO (PD), CHIUSURA SEZIONE PORTOFERRAIO DANNOSA E COSTOSA

 “Non c’è giustizia per i cittadini Elbani”. Lo dichiara Silvia Velo, vicepresidente del gruppo Pd, presentando un’interrogazione al Ministro della Giustizia.

“Rivolgo un accorato appello al Ministro Cancellieri affinché prenda tutte le misure necessarie per garantire la riapertura della sezione distaccata di Portoferraio, soppressa il 13 settembre insieme ad altri tribunali ordinari e procure della Repubblica a seguito del decreto legislativo del 7 settembre 2012”. “La chiusura della sezione di Portoferraio ha già causato notevoli disagi per l’amministrazione della giustizia nonché un aumento dei costi per l’amministrazione comunale. Il 6 ottobre, solo per citare un esempio, sei agenti della polizia municipale di Portoferraio, su dieci in orgonico, sono stati chiamati a testimoniare presso il Tribunale di Livorno, con una trasferta che oltre ad aver lasciato scoperto l’organico presente sull’isola per l’intera giornata, ha comportato un dispendio economico non indifferente. E che dire di coloro che hanno dovuto affrontare quasi dieci ore di viaggio tra andata e ritorno per un’udienza di pochi minuti, o per assistere a un rinvio? Anche eseguire sfratto diventerà un incubo. Che giustizia è questa?”.

“Chiedo, dunque, che la riapertura della sezione distaccata di Portoferraio venga presa in seria considerazione, non solo per le peculiarità connesse al fatto di trovarsi su un’isola con ben otto comuni diversi, collegata alla pi ù vicina sede di tribunale solo dopo molte ore di viaggio, ma anche perché sull’isola è presente un’importante casa di reclusione. Siamo totalmente d‍ accordo con il progetto di riduzione delle spese non necessarie – conclude Velo – ma questo non si può e non si deve tradurre in un peggioramento della giustizia per i cittadini soprattutto se questo, per paradosso, contribuisce ad aumentarne i costi dell’amministrazione comunale invece che diminuirli”.

____________________________

SUVERETO: RIMPASTO NEL DIRETTIVO DELLA PRO LOCO

La Pro Loco (Ente valorizzazione) di Suvereto ha un nuovo presidente. Si è così chiusa la crisi dirigenziale che si era aperta con le dimissioni di tutti consiglieri meno uno. Due le novità: è stato promosso presidente il vice, Andrea Morelli e sono state modificate le date della Sagra che inizierà sabato 30 novembre per chiudersi domenica 8 dicembre, con una anteprima convegnistica il 23 novembre.

Dopo un lungo dibattito i vari consiglieri hanno accettato di restare al loro posto fino a dopo la Sagra, mentre Roberto Tosi e Marisa Boglietti hanno confermato di non essere più disponibili. A questo punto si è reso necessario surrogare due consiglieri e poi andare alla nomina dei responsabili dell’Evs. Restano così a far parte del direttivo Andrea Deiola (l’unico che non si era dimesso), Andrea Morelli, Enrico Giannellini, Simone Lorenzini, Alessio Catoni, Fausto Taddei (designato dall’amministrazione comunale) e i subentrati Michelangelo Pasquinelli e Alberto Peria. Nella prima riunione del consiglio direttivo è stato scelto di cambiare meno possibile le cariche sociali con la promozione del giovane Andrea Morelli, classe 1987, vice Alberto Peria, segreteria e amministrazione Michelangelo Pasaquinelli.

_____________________________

 

SIN: RAGGIUNTO L’ACCORDO PER IL SITO DI INTERESSE DI LIVORNO

«Per dare concretezza all’accordo e per rendere fruibili le nuove aree, proporrò a enti locali e categorie di sottoscrivere una intesa con la Regione Toscana in modo da responsabilizzare e coinvolgere tutti gli attori in questa importante partita». Così il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commentando l’accordo raggiunto a Roma fra Ministero Ambiente, Regione Toscana ed Enti locali sulla revisione del perimetro del SIN (Sito di Interesse Nazionale) di Livorno.

«Esprimo grande soddisfazione per la collaborazione istituzionale che si è raggiunta – prosegue Enrico Rossi – e per la sussidiarietà che si è realizzata avvicinando in modo sensibile ai territori le procedure di bonifica e la capacità di attrarre nuovi investimenti. Vengono infatti liberate porzioni di territorio su cui potranno essere insediate nuove attività produttive. Lavoreremo tutti insieme per realizzare una sensibile riduzione dei tempi burocratici senza pregiudicare il rispetto delle norme di qualità ambientali».

L’intesa sulla revisione del perimetro del sito e la creazione del SIR (Sito di Interesse Regionale) di Livorno è stata raggiunta a Roma nel corso di una conferenza dei servizi e di un tavolo tecnico fra ministero, regione, Provincia e Comune di Livorno, Comune di Collesalvetti e Autorità portuale. Il prossimo passo sarà un decreto del ministero dell’Ambiente che indicherà le zone destinate a passare alla competenza regionale.

“Piena soddisfazione” anche da parte dell’assessore regionale all’ambiente, Anna Rita Bramerini. “Siamo di fronte ad un’operazione strategica – dice – che favorirà nuove attività industriali ed economiche: da troppo tempo, su queste aree, sono bloccati investimenti che adesso potranno diventare preziosi per la zona e per la Toscana tutta”.

Tre i SIN in Toscana: Massa-Carrara, Livorno e Piombino con una superficie totale di circa 85 chilometri quadri (53 di mare e circa 33 di terra). il SIN di Massa-Carrara era già stato “sbloccato” da qualche mese. Adesso è stata la volta di quello di Livorno mentre Piombino ha avuto una battuta d’arresto a causa della firma di un Accordo di Programma specifico con lo stesso ministero dell’Ambiente.

Per siti di interesse nazionale (SIN) si intendono aree contaminate su cui sono necessari interventi di bonifica di suolo, sottosuolo e/o acque superficiali e sotterranee. Sparsi in tutta Italia, i SIN sono stati definiti da un decreto legislativo del 1997 (decreto Ronchi) e in decreti successivi.

____________________________

 PIOMBINO: IL COMUNE PREMIA GLI STUDENTI MERITEVOLI

Piombino (LI) – Un riconoscimento al merito e al saper dare prima di ricevere. Sabato 12 ottobre in sala consiliare, alle ore 16 il sindaco Anselmi, l’assessore Anna Tempestini e l’assessore alla cultura Ovidio Dell’Omodarme premiano gli studenti delle scuole superiori che si sono diplomati con 100/100 all’esame di Stato dello scorso anno scolastico. Ai ragazzi, undici in tutto, saranno consegnati alcuni doni tra cui un buono per l’acquisto di libri del valore di 100,00 euro spendibile nelle librerie della città, una pergamena, due pubblicazioni.

Un gesto che ha soprattutto un forte valore simbolico perché teso a valorizzare l’importanza dello studio e dell’impegno, fondamentali per diventare cittadini consapevoli, capaci di impadronirsi della propria esistenza. Questi i nomi degli undici ragazzi che saranno premiati: Iti Pacinotti Federico Epifani e Alessandro Sabatini; Ipsia “Volta” Andrea Benvenuti e Umberto Biondi; Liceo scientifico Francesco Pecchia, Alessandro Guelfi, Federico Tozzi; Liceo classico Ilaria Guarnaccia; Ipsct “Ceccherelli”, Irina Maria Mesteru e Teresa Salamone; itc Einaudi Marco Rispoli, con lode.

Alla premiazione degli studenti delle superiori, si affianca anche quella cinque vincitori del bando alla memoria di Aldo Zelli, studenti meritevoli della scuola media inferiore provenienti da famiglie economicamente disagiate. Nel 2009 infatti la famiglia Zelli ha donato al Comune un fondo complessivo di 20.000 euro da utilizzare per il sostegno allo studio degli studenti delle scuole medie inferiori. Ad ognuno dei cinque vincitori sarà assegnata una borsa di studio di 500,00 euro ciascuno.
______________________________

BIAGI: «NEL PD SERVE UN CANDIDATO CHE DIA SPERANZA AL PAESE»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«All’incirca un anno fa si apriva la corsa per le primarie del PD. Durante questo anno abbiamo affrontato momenti importanti e difficili come le primarie, appunto, ma soprattutto le elezioni politiche del febbraio scorso; passati questi momenti, con i risultati che ben sappiamo, ho riflettuto molto su quale strada debba prendere il PD del prossimo futuro per tornare a vincere le elezioni e per governare questo Paese.

Abbiamo perso le ultime elezioni perché non siamo stati credibili nei confronti degli elettori e credo che, se vogliamo cercare di ristabilire un rapporto di fiducia con loro, dobbiamo cercare di fare politica diversamente, intercettando innanzitutto la domanda di cambiamento, a partire dai giovani, parlando a tutti e non solo agli iscritti, creando speranza oltre il PD, anche negli iscritti PD, come me, che sono usciti destabilizzati dalle elezioni.

Non rinnego assolutamente la scelta che ho fatto in quel frangente, e cioè di dare il mio appoggio a Bersani, ma capisco che in questo momento è necessario provare a fare un cambiamento e sono dell’opinione che un politico come Renzi possa dare risposta agli obiettivi che ho menzionato in precedenza.

Ritengo che ci sia bisogno, in primis, di aprire una discussione sul PD del futuro e il congresso sarà la vera occasione per farlo.

A mio parere, arrivati a questo punto, il vero problema per il partito sarà mettere in campo un candidato in grado di trasmettere speranza nel futuro ad un Paese che si trova in grande difficoltà economica, sociale e che deve ritrovare forza sui principi etici e sui valori costituzionali.

Sì, penso sia arrivato il momento di togliere il freno a mano; mettere alla prova Renzi costruendo intorno a lui un gruppo dirigente rinnovato senza, tuttavia, cancellare esperienze importanti che abbiamo nel nostro partito. Insomma, credo che Renzi, dopo tutto ciò che è accaduto in questo ultimo anno, possa rappresentare non soltanto la speranza di vincere le elezioni, quando ci saranno, ma anche la speranza di portare il PD verso quell’idea che abbiamo avuto fin dall’inizio: un partito aperto, integrato con la società, riformista, che tenga il punto fermo sul consenso a sinistra ma cerchi anche di allargarlo».

Michele Biagi

________________________________

A SASSETTA TORNANO LA TORDATA E LA SAGRA DELLA CASTAGNA

Sassetta (LI) – Il secondo appuntamento con le Feste d’Ottobre di Sassetta ci aspetta Domenica 13 con la tradizionale Tordata e con la Sagra della Castagna.

Il ricco menu, composto esclusivamente da piatti tradizionali di Sassetta, si potrà gustare sia a pranzo (dalle 12.00) che a cena (dalle 18.00). Tipicità di questa domenica: le castagne e la cacciagione. Oltre al prelibato menu del pranzo e della cena, ci saranno le ricche merende: le arostite (caldarroste) cotte nella pittoresca struttura a tubi in piazza, zonzelle, frati, bomboloni e altre specialità. Ma le Feste d’Ottobre non sono solo ottima cucina. In questa seconda domenica di festa sfilerà il Corteo Storico dei Signori della Sassetta, accompagnati dalle esibizioni spettacolari degli Sbandieratori di Volterra. Sassetta dà così il suo più caloroso benvenuto all’autunno, alle castagne e all’apertura della caccia.

La prossima Festa d’Ottobre si svolgerà domenica 20 con la Sagra della Polenta e il Palio dei Ciuchi.

Le Feste d’Ottobre sono organizzate dalla Pubblica Assistenza di Sassetta, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con il Comitato Festeggiamenti Sassetano.
___________________________

COPPOLA (UDC) PRESENTA UN’INTERPELLANZA PER IL QUARTIERE POGGETTO COTONE

Riceviamo e pubblichiamo il testo dell’interpellanza relativa ad ulteriori interventi previsti al quartiere  Poggetto-Cotone e bonifica ex area Siderco

«Il sottoscritto Luigi Coppola, Consigliere comunale appartenente al gruppo Unione di Centro, ai sensi delle disposizioni previste dall’art. 45 dello Statuto comunale e dagli art. 35 e 36 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, presenta la seguente interpellanza alla quale chiede sia data risposta scritta ed in Consiglio Comunale:

premesso che: dopo l’inaugurazione del centro civico nella borgata Cotone-Poggetto l’aprile scorso, successiva ad una serie di altri interventi finalizzati alla riqualificazione del quartiere, vi è ancora in sospeso la bonifica dell’area antistante dell’ex cantiere Siderco per cui è stato presentato il “progetto esecutivo delle demolizioni fuori terra” lo scorso giugno da ASIU.
In funzione di ciò, ed di eventuali inizio lavori, qualora vi siano adeguati finanziamenti a disposizione, ed in linea con le norme relative del bilancio del comune, anche la programmazione degli ulteriori investimenti previsti al Cotone-Poggetto dovrà essere verificata, se non insorgessero problematiche legate alla vicinanza degli impianti Lucchini e pertanto questioni ambientali e di sicurezza (vicinanza al gasometro), come ipotizzabile.
Pertanto, alla luce delle concrete difficoltà finanziarie in cui verte l’amministrazione, viste anche le risoluzioni del governo centrale che ricadranno pesantemente sugli enti locali, riteniamo sia opportuno capire se sarà possibile procedere rispetto agli impegni presi, per far fronte alle richieste di informazione avanzate da alcuni cittadini di quella parte della città.

Interpella il Sindaco per conoscere:

-se l’ASIU inizierà a breve le bonifiche dell’ex area Siderco, oppure se saranno rinviate, nonostante la disponibilità del “progetto esecutivo delle demolizioni fuori terra”;
-se gli ulteriori intervisti previsti nell’ambito della borgata Cotone-Poggetto saranno rideterminati, visto che non sono stati inseriti nell’ambito del piano triennale dell’opere pubbliche, oppure se sono riferibili a specifici piani particolareggiati e pertanto a soluzioni più complesse»

IL CONSIGLIERE
Luigi Coppola

__________________________

MUSICA E ARTE AI GIARDINI PRO PATRIA DI PIOMBINO

Un evento che vuole fondere forme d’arte visiva senza limiti di categoria e musica indipendente, tutto rigorosamente dal vivo. “Art in bloom”, evento organizzato dalla Cooperativa Fuori Schema all’interno dei giardini ex asilo Pro Patria, si svolge venerdì 11 e sabato 12 ottobre con un programma diversificato e rivolto a grandi e piccoli, con concerti, livepainting, esposizioni e installazioni.

Dopo la serata inaugurale di venerdì, durante la quale si svolte performance musicali con gruppi giovanili locali, il programma di sabato 12 prevede l’inizio alle ore 15 con un’iniziativa di “livepainting” rivolta ai bambini e adulti, a seguire erenda e poi intrattenimento teatrale a cura di Daniele Gargano.

La cena e la merenda sono realizzati da Auser Comitato festeggiamenti piombinese.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.10.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 12 OTTOBRE 2013”

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 16 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it