NO SAT: «IL NO ALLA TIRRENICA SBARCA IN PARLAMENTO»

No SAT autostradaRiceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato del Coordinamento Territoriale NoSat, Nodo Val di Cecina, a commento di un incontro tra una delegazione composta dalle associazioni del territorio e i parlamentari del Movimento 5 Stelle. 

«Arriva un nuovo alleato, il MoVimento 5 Stelle, ad aiutare chi contrasta il progetto SAT  dell’autostrada Tirrenica che prevede la costruzione di nuovi tratti  in zone di alto pregio ambientale e, ove già esistente, di trasformare  la superstrada in autostrada a pagamento.

Italia Nostra Toscana e Lazio, Coordinamento NO SAT, Coordinamento  Comitati e Associazioni Ambientali tosco-laziali, accompagnati dagli  attivisti del M5S Grosseto e Follonica, hanno incontrato un consigliere regionale e alcuni deputati del M5S delle commissioni ambiente e Trasporti, a cui hanno  esposto alcuni degli aspetti più controversi quali:
– un bene comune viene regalato ai privati;
– l’impatto ambientale a sud di Grosseto è insostenibile;
– sono garantiti i guadagni privati eliminando il rischio d’impresa;
– i cittadini pagheranno un nuovo insostenibile dazio per spostarsi e  rincareranno le merci, il tutto senza avere alcun miglioramento reale del servizio;
– saranno imposte le tariffe più care d’Italia per una strada oggi gratuita;
– la diminuzione dei flussi di traffico non giustifica il piano  economico dell’opera rischiando un altro caso di opera fallimentare  come successo per la Livorno-Rosignano.

I comitati, accompagnati da esperti e docenti universitari, hanno  suffragato l’assoluta inutilità e l’enorme danno di quella che è stata  definita la “Truffa Tirrenica” che non riguarda solo l’asse nord ma si  estende anche alla parte sud dove analogamente si sta procedendo alla  privatizzazione della strada statale Pontina nel tratto Roma – Latina.
I parlamentari e consiglieri regionali M5S, a cui è stata illustrata la soluzione alternativa  che consiste nella messa in sicurezza dell’Aurelia nei tratti  ancor ‘oggi pericolosi, si sono resi disponibili all’interno del Parlamento per tutte le istanze che si riterranno necessarie e per far  luce sui tanti documenti spesso occultati a comitati e cittadini, e  hanno dato la disponibilità per partecipare alle prossime  manifestazioni locali. Per contrastare il mancato coinvolgimento della  popolazione e la mancata trasparenza sul progetto è emersa la volontà  di promuovere convegni e conferenze di alto livello culturale con la  presenza di economisti ed esperti.

I parlamentari del M5S hanno dunque assicurato quel supporto politico  che in questi anni è mancato ai cittadini, ai comitati e alle  associazioni, per rompere il rapporto perverso tra grande industria,  finanza e politica».

A.Lucibello Piani
Coordinamento Territoriale NoSat
Nodo Val di Cecina

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.6.2013. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “NO SAT: «IL NO ALLA TIRRENICA SBARCA IN PARLAMENTO»”

  1. giovanni adriani

    finalmente qualcuno prende posizione in difesa della superstrada pubblica, non scordiamoci chi sono gli artefici della truffa, PD e PDL insieme ….. sarà dura, ma dobbiamo provarci!!!

  2. Roberta

    abbiamo un nuovo nodo del M5s. Il Comitato NO Sat! Una bella cinghia di trasmissione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 18 giorni, 15 ore, 0 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it