PIOMBINO: AL PIAZZALE D’ALAGGIO MEGLIO CHE TORNINO LE BARCHE?

"Il suono delle Idee" il 1 maggio 2013

"Il suono delle Idee" il 1 gennaio 2012 in P. Verdi

la manifestazione nel pomeriggio

"Il suono delle Idee" il 1 maggio 2013

“Il suono delle Idee” il 1 -5- 2013 al Piazzale d’Alaggio

AGGIORNAMENTO: Al termine dell’articolo il comunicato stampa del comune.

Piombino (Li) – Ha senso lasciare il piazzale d’alaggio vuoto tutto l’anno (con le barche dei piombinesi meno abbienti stoccate nei magazzini comunali) per farci due concertini e una festa del PD?
E’ questa la domanda che si sono posti molti piombinesi dopo aver visto i risultati dei due concerti del 25 aprile e 1° maggio. Questi concerti, invece di essere fatti in piazza Verdi,  sede storica del concertone del 25 aprile che questo anno di fatto non c’è stato sostituito da alcune band giovanili, sono stati “traslocati” al Piazzale d’alaggio (ufficialmente per risparmiare il rimontaggio del palco).

Vuoi la novità, vuoi la non abitudine, ad ascoltare i gruppi in entrambi i giorni sempre poca gente, e non si sono mai superate le duecento persone contemporaneamente in entrambe le giornate.

Il 25 aprile sul piazzale d’alaggio dalle 17 fino alle 24 protagonisti, i giovani artisti locali (e tanti allievi delle scuole musicali cittadine) felicissimi di potersi esibire sul palcoscenico. L’appuntamento è stato organizzato dall’assessorato al turismo del Comune, dall’Agenzia Valorizzazione (AVT) Piombino in collaborazione con l’associazione Festival Estivo, Centro Giovani, Radio Piombino, e con il sostegno di Unicoop Tirreno. I gruppi che si sono alternati sul palco sono stati Easy Revenge, Innovation, Audiobox, TDR 1905, Darking, Michele Muti, No Frame, Movimento in darsena, Smooth Goose, Throwers away, No Hassles, Cristiano Demi and Sound wave.

"Il suono delle Idee" il 1 gennaio 2012 in P. Verdi

“Il suono delle Idee” il 1 gennaio 2012 in P. Verdi

Il 1° maggio sono stati protagonisti gruppi e cover band «storici» del panorama locale: la Settima Onda (cover band dei Nomadi), i Dove C’è Musica (cover band di Eros Ramazzotti), i Deadly Tide, il Trio Mediterraneo, i Blues Eaters e i Rockooff. Lo spettacolo è stato presentato da Sara Chiarei. (A questo link il video della fine del concerto del 1 maggio).

______________________________________

Riportiamo il comunicato ufficiale del comune sulla manifestazione:

SUCCESSO DEL CONCERTO DEL 1° MAGGIO AL PIAZZALE D’ALAGGIO

la manifestazione nel pomeriggio

la manifestazione nel pomeriggio del 1° maggio

Successo della no-stop musicale organizzata per il 1° maggio al piazzale d’alaggio di Marina dalle 17 alle 24. Un evento organizzato dal Comune di Piombino, assessorato al turismo, Centro Giovani “De’Andrè”, associazione Festival Estivo, con il sostegno di Unicoop Tirreno.

L’assessore al turismo Luca Pallini esprime soddisfazione per una iniziativa che ha visto la partecipazione di molti artisti locali e ha riscosso il favore del pubblico.

“E’ stata un’esperienza molto positiva – ha detto Pallini- che ha riscosso un ottimo risultato anche in termini di qualità musicale. Sicuramente un evento da ripetere anche per il prossimo anno.”

Sul palco gruppi conosciuti e di esperienza come i “Settima Onda”, “Rock Ooff”, “The Blues Eaters”, “God Snake”, “Dove c’è musica”, “Tanghi migranti”, “Mediterraneo”, che hanno suonato gratuitamente.

La serata è stata presentata da Sara Chiarei mentre l’associazione Congiura de’Pazzi ha allestito un punto ristoro.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.5.2013. Registrato sotto cultura, Foto, musica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “PIOMBINO: AL PIAZZALE D’ALAGGIO MEGLIO CHE TORNINO LE BARCHE?”

  1. Luca

    La boria dei nostri amministratori sembra ormai non avere confini… speriamo che alle prossime elezioni rimettano i piedi per terra…

  2. beh penso che sarebbero molto belle e tipiche anche le barche in un piazzale d’alaggio di BARCHE, coi pescatori che piegano le reti e l’odore di mare non di brusta… che poi di piazze da valorizzare e in cui fare mercatini e sagre ce ne sono molte in piombino… da piazza costituzione in giù dovrebbe esserci solo zona pedonale… banchetti e mercatini tutte le sere in via amendola e al porticciolo di salivoli che io frequento tutti i giorni ma che il piombinese stupidamente aborra… sul punto che il piombinese forse è pagato dai sanvincenzini per parlare della propria città sono proprio daccordo… loro hanno poco e lo valorizzano come se stessero a newyork, noi abbiamo molto e sputiamo ogni giorno nel piatto in cui mangiamo…

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 4 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it