NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 17 MARZO 2013

CONCORDIA: DEPUTATI PD  «PIOMBINO RALLENTEREBBE LA RIMOZIONE»

«Il Governo ha il dovere di agire con la massima trasparenza sulla rimozione del relitto della Costa Concordia dal mare del Giglio, in particolare per quanto riguarda i tempi di rimozione e l’indicazione del porto di Piombino come destinazione per lo smaltimento, poiché sono in discussione milioni di euro a carico dei cittadini italiani e la salvaguardia ambientale di un’area tra le più pregiate del Mediterraneo». E’ quanto dichiarano i neodeputati del Pd, Michele Anzaldi e Lorenza Bonaccorsi, in riferimento alla nota del ministro dell’Ambiente, Corrado Clini.

«La scorsa settimana – spiegano i due parlamentari – il Consiglio dei ministri ha autorizzato in poche righe lo spostamento del relitto della Concordia a Piombino ‘previa verifica della fattibilita’ e della convenienza dell’operazioné. Se il governo, secondo quanto dichiarato dal ministro Clini, ritiene già decisa la destinazione del porto toscano, renda pubbliche le valutazioni sulla fattibilità ambientale e la convenienza dell’operazione. Occorre chiarire quale sia l’impatto ambientale dei lavori programmati a Piombino per oltre 150 milioni. Va anche chiarito se l’iter procedurale, ovvero l’inserimento delle opere previste a Piombino in un decreto legge, risponda ai requisiti di necessità e urgenza».

«Il chiarimento maggiore – proseguono Anzaldi e Bonaccorsi – va dato, inoltre, sui tempi. Le comunicazioni ufficiali hanno individuato a settembre 2013 la scadenza per la rimozione del relitto. La scelta di Piombino come luogo di smaltimento avvierebbe una lunga trafila di adempimenti, a partire da quelli burocratici, con il fondato rischio che il relitto debba rimanere in mare ancora per anni, causando conseguenze devastanti per l’ambiente e per gli abitanti del Giglio».

Fonte: ANSA

_________________

MALTEMPO: FINO A MARTEDì PIOGGE INTENSE

L’estensione dello stato di allerta fino a martedì 19, alle ore 18, con la previsione anche di pioggia e temporali di forte intensità, che si aggiungono agli eventi già previsti nel precedente evento, ovvero venti sostenuti e mare agitato. E’ quanto contenuto nell’ultimo avviso di criticità emesso dalla Sala operativa unificata permanente della Regione Toscana.

Per quanto riguarda la previsione di piogge e temporali, quest’ultimi sono previsti a partire dal tardo pomeriggio-sera di oggi, e per tutta la giornata di domani. L’avviso – di moderata criticità – segnala la possibilità di precipitazioni diffuse su tutto il territorio, più insistenti e persistenti sulle zone settentrionali, in particolare a ridosso dei rilievi. Domani i fenomeni potranno assumere carattere temporalesco localmente di forte intensità con possibili grandinate e raffiche di vento.

________________________

PROSEGUE CON “MARCOVALDO” IL TEATRO RAGAZZI DEL CONCORDI

Martedì 19 marzo, ore 10.30, al Concordi di Campiglia Marittima andrà in scena lo spettacolo di Teatro-ragazzi Marcovaldo di Italo Calvino, prodotto da Teatro Popolare d’Arte, per la regia di Gianfranco Pedullà.

Marcovaldo è una delle invenzioni di maschera contemporanea più riuscite: buffo e malinconico, ingenuo e ambiguo, accompagnato dalla sua strana famiglia, è protagonista di una serie di favole moderne. E’ un animo semplice, delicato, capace di osservare le foglie e i fiori dell’aiuola di una piazza mentre intorno il traffico si blocca in un ingorgo assordante. Diviso tra una famiglia numerosa e un lavoro alienante in fabbrica, rappresenta un diverso modo di vedere la vita: non omologato e per niente frenetico, alla continua ricerca del contatto con la natura. Marcovaldo sarà protagonista di bizzarre ferie in città su una panchina, sotto la neve a cercare legna nel bosco adiacente all’autostrada, a perdersi in un supermercato confuso dalle troppe offerte, fino a vestire i panni di un improbabile Babbo Natale che distribuisce doni ai bimbi della città (età consigliata: dai 6 anni in su).
Biglietti: 4 euro

______________________________

COPPOLA (UDC): «PASSO FALSO DEL PC SUL COMUNE UNICO»

Anche Luigi Coppola (UDC) si inserisce nel tema che sta interessando negli ultimi giorni l’opinione pubblica: l’ipotesi di fusione tra i Comuni di Campiglia e Suvereto. Pubblichiamo integralmente il suo commento.

«Apprendiamo dalla stampa che il PD della Val di Cornia ha cambiato idea sul comune unico (proposta avanzato circa due anni fa) che comprenda Piombino, Campiglia Marittima e Suvereto ed ora lo propone a viva voce con un percorso già programmato ed in modo ben definito.

Ricordiamo che tutt’ora il Consiglio Comunale di Piombino in una commissione speciale sta discutendo della possibilità di andare nella provincia di Grosseto ed a breve dovrà esservi un pronunciamento in merito.

Ci sembra che si sta creando un gran caos istituzionale ed abbiamo la netta impressione che tali questioni siano strumentali agli assetti interni a quel partito.

Sarebbe opportuno concludere un percorso serenamente ed in modo equilibrato ed invece si mette altra carne al fuoco e non si comprende con quale intento.

Oltretutto la partita è tutta interna al PD in quanto il resto delle forze politiche, sia di maggioranza che di opposizione, nonché la società civile, sono totalmente all’oscuro di tutto.

Ancora una volta l’autoreferenzialità fa da padrona e si percepisce la cosa pubblica come proprietà di chi la governa.

Da parte nostra c’è la volontà di discutere in modo approfondito in merito ai futuri assetti geopolitici della Val di Cornia, ma in una cornice autorevole serena e scevra da condizionamenti di ogni genere.

Alla luce degli atteggiamenti del PD riteniamo che non vi sia spazio per la demagogia od ancor peggio per posizionamenti e rendite di potere, i problemi del nostro territorio sono enormi e purtroppo al momento senza soluzioni (anche la Lucchini servizi commissariata nel frattempo), ma sembra che nonostante tutto ci sia spazio per interessi di altro tipo.

Riteniamo che l’iniziativa sul comune unico metta di fatto in crisi il percorso iniziato per il passaggio di Piombino alla provincia di Grosseto, pertanto ci riserviamo di capire se sia opportuno continuare ad impegnarci nella commissione consiliare istituita a tale proposito, visto che ora la nuova questione in campo apre scenari ingarbugliati che allo stato attuale delle cose non sappiamo dove potrebbero portarci».

 Luigi Coppola

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.3.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    54 mesi, 27 giorni, 12 ore, 1 minuto fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it