NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 10 MARZO 2013

«SUVERIGLIA O CAMPIGLIETO?». PARODI COMMENTA LA POSSIBILE UNIONE TRA SUVERETO E CAMPIGLIA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’intervento di Giuliano Parodi, capogruppo di Uniti per Suvereto.

«Suveriglia o Campiglieto? Come si chiamera’ il nuovo comune che potrebbe nascere in Val di Cornia che si estendera’ dalla ferrovia a Montioni e a Montecalvi? Fra i suveretani sono alte le preoccupazioni  suscitate dall’annuncio a mezzo stampa della fusione dei comuni di Suvereto e Campiglia in un unico comune. Alcuni pensano che si tratterebbe di una riduzione di Suvereto a frazione di Campiglia. I sindaci si trincerano dietro alla legge, ma la legge non obbliga a fondere i Comuni.

Secondo l’art. 19 della L. 135/2012 (spending review) i comuni al di sotto di 5000 abitanti dovranno associare le funzioni fondamentali . La norma stessa indica tali funzioni, che non sono tutte, ma solo quelle fondamentali, cioè 9 funzioni. Non c’è quindi nessun obbligo quindi di fondere i comuni.

Il percorso di associazione di funzioni tra Suvereto e Campiglia e’ gia’ iniziato lo scorso anno con i Vigili urbani e la viabilita’. E in maniera informale anche con la funzione TURISMO che ufficialmente non esiste ma che e’ stata al centro della discussione lo scorso anno a proposito della tassa di soggiorno.

Per analizzare meglio la situazione a cui in maniera frettolosa veniamo coinvolti come consiglieri comunali e come cittadini dobbiamo partire da lontano. Dopo lo scioglimento per legge del Circondario, fiore all’occhiello della sovra comunalita’ in Val di Cornia e in Italia, i comuni sono andati ognuno per conto proprio.

Per colpa della miopia di alcuni Sindaci, dei comuni piu’ grandi, che perseguono un autosufficienza utopica e’ stata affossata l’idea di un unione allargata a tutti i comuni della Val di Cornia, vero strumento nuovo, funzionale ed economicamente vantaggioso per i cittadini (sia per i risparmi insiti del nuovo riassetto amministrativo che, grazie ai maggiori trasferimenti che lo Stato fa a questi tipi di aggregazioni).

Cosi’ in questi anni abbiamo assistito ad una non-pianificazione unitaria del territorio, che ha portato solo danni alle piccole imprese,  al turismo e ai servizi per i cittadini.

Uniti per Suvereto, che ha sempre lavorato per una effettiva politica sovra-comunale, difende l’autonomia comunale di Suvereto, rilanciando il progetto dell’Unione dei comuni comprendente tutti i comuni della Val di Cornia, intesa come svolgimento associato di funzioni. Senza sopprimere i singoli comuni, che sono un patrimonio di vita, di cultura e di democrazia. Su questo invita il sindaco a portare al più presto la questione oltre che in Consiglio comunale all’attenzione della cittadinanza».

Giuliano Parodi

capogruppo Uniti per Suvereto

 

 ____________________________

L’ASSOCIAZIONE “GABILA” DI PIOMBINO ORA SI CHIAMA “GDEM IZIK”

Novità nell’associazionismo piombines. L’associazione di solidarietà con il Popolo Saharawi “Gabila” ha cambiato nome e gruppo dirigente. Si chiamerà “Gdem Izik” e Maurilio Campani ha lasciato la carica di presidente.

L’ormai ex presidente Campani ha scelto di non candidarsi di nuovo per lasciare spazio ai giovani,  dimostratisi pronti  a portare avanti il lavoro di volontariato, solidarietà e cooperazione, intrapreso dall’associazione in questi anni. Sono stati eletti per il consiglio direttivo Manola Mambrini, Jacopo Bertocchi, Silvia Grieco, Cristiana Giannini, Andrea Fontana; sindaci revisori Francesco Masangui, Simona Romanelli e Alessandra Galli; con le cariche di presidente Manola Mambrini, vice presidente Jacopo Bertocchi, tesoriera Silvia Grieco, consiglieri Cristiana Giannini e Andrea Fontana.

Il nuovo nome “Gdem Izik” deriva dall’inizio della primavera araba, ottobre 2010, Gdem Izik tendopoli della dignità. L’associazione Gdem Izik allarga il territorio d’intervento nella valdi Cornia anche se la sede legale rimarrà a Piombino via de Sanctis n. 52, a Venturina verrà inaugurato l’ufficio territoriale per la Val di Cornia e l’Isola d’Elba. Questo ufficio sarà dedicato a Simone Bianchi, volontario deceduto in seguito a un incidente stradale.

____________________

A SAN VINCENZO CONSEGNATE LE PIGOTTE PER I NUOVI NATI

Il Comune Vincenzo ha aderito, su proposta Unicef, al progetto della donazione delle Pigotte ai nuovi nati per destinare fondi e kit sanitari per preservare i bambini dei paesi poveri da malattie gravi e spesso mortali. Le «pigotte» acquistate dal Comune e da consegnare ad ogni bambino nato nel 2012 e residente nel comune di San Vincenzo, come programmato, sono state consegnate sabato9 marzo.

La cerimonia di consegna delle Pigotte ai 63 nuovi nati si è tenuta presso la Torre alla presenza del sindaco Michele Biagi, dell’assessore Fabio Camerini e alla referente Unicef della Provincia di Livorno signora Paola Bachini. Il sindaco Michele Biagi ha avuto il riconoscimento di «Difensore dei bambini» rientrante in un progetto molto più ampio. ___________________________

ALLA ASL 6 SI TRASFERISCE LA “RIABILITAZIONE FUNZIONALE ADULTI”

Il servizio dell’Asl 6 si sposta dai locali del centro socio sanitario «Città vecchia» all’ospedale di Villamarina, rientrando con la sua regolare attività il prossimo giovedì 14 marzo.

Venerdì 8 marzo è stato l’ultimo giorno in cui le attività si sono svolte nella sede del distretto socio sanitario Asl di “Città Vecchia” per poi riprendere nei nuovi ambulatori dell’ospedale posti al piano seminterrato. Nei tre giorni necessari a completare le operazioni di trasloco l’Asl ricorda che verrà assicurato presso la riabilitazione di Villamarina solo il servizio accettazione.

Per ulteriori info: 0565/677.419 o 0565/677.217.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.3.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    47 mesi, 24 giorni, 1 ora, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it