PARTE IL NUOVO OSPEDALE DI LIVORNO. E QUELLO DI RIOTORTO?

ospedaleFIRENZE – Firmato in Regione l’accordo per la realizzazione del primo lotto delle opere infrastrutturali connesse alla costruzione del nuovo ospedale di Livorno. A siglare l’accordo – in base al quale la Regione, attraverso la Asl 6, trasferirà al Comune di Livorno 3.500.000 euro per l’avvio dei lavori relativi alla viabilità intorno al costruendo presidio ospedaliero – sono stati l’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni, il vice sindaco di Livorno Bruno Picchi e il direttore generale della Asl 6 di Livorno Monica Calamai.
Silenzio invece su quello per la Val di Cornia che dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, nascere a Riotorto.

La realizzazione di questo primo lotto di lavori per quello di Livorno invece è urgente, perché consentirà anche di creare un accesso carrabile adeguato e sicuro al futuro cantiere Asl destinato alla costruzione del nuovo ospedale, che dovrebbe iniziare nel 2014.

L’accordo di programma sottoscritto in Regione il 24 maggio 2010 contemplava, tra l’altro,  l’adeguamento della viabilità comunale limitrofa all’area destinata al nuovo presidio, tramite una serie di opere da finanziare ed eseguire da parte del Comune di Livorno, con una spesa complessiva prevista pari a 15 milioni di euro. Lo stesso accordo prevedeva la possibilità che la Regione potesse subentrare successivamente nel finanziamento delle opere infrastrutturali.

L’accordo siglato nei giorni scorsi prevede l’individuazione e condivisione tra gli enti interessati delle modalità di utilizzo ed erogazione dei fondi regionali destinati alla realizzazione di un primo lotto delle opere infrastrutturali connesse alla costruzione del futuro ospedale.

In base a questo accordo, la Regione si impegna ad espletare le procedure per accreditare alla Asl 6 la somma di 3.500.000 euro; la Asl 6 si impegna a trasferire la somma al Comune di Livorno; il quale a sua volta si impegna a procedere all’approvazione del progetto esecutivo relativo al primo lotto di lavori.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.1.2013. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

8 Commenti per “PARTE IL NUOVO OSPEDALE DI LIVORNO. E QUELLO DI RIOTORTO?”

  1. angelo

    A questa domanda dovrebbe rispondere il Sindaco Anselmi insieme a tutta la sua compatta maggioranza, sempre che la cosa gli interessi ancora dopo la gigantesca ” trombatura ” che i compagni ed amici del PD gli hanno riservato.

  2. libero pensatore

    Oltre a questa domanda dovrebbe anche risponderne ad altre, visto che adesso che non potrà più scappare a Roma come deputato fra poco dovrà far conto con l’OSTE delle cavolate che fino ad oggi ci ha raccontato ovvero:
    Il tanto voluto commissariamento straordinario della Lucchini dove noi qui a Piombino siamo contenti ma TUTTI ma dico TUTTI le persone con cui ho parlato che si intendano un pò di economia mi dicano che è la morte dell’impresa è viene fatto come ultima azione quando l’azienda non è più in grado di pagare la busta paga che io ricevevo invece PUNTUALMENTE ogni mese. GRAZIE GIANNI.
    Legare la 398 con il progetto Sat, cavolo ho dei parenti a Livorno ogni volta che vado Sud oltre a pagare un pedaggio che mi avevano promesso gratuito allungo anche la strada. GRAZIE GIANNI.
    Citta futura per rilanciare il poggetto dove io vivo, invece adesso abbiamo più M**da e ho allungato la strada per andare a lavoro. GRAZIE GIANNI.
    Ma invece di pensare ad andare a Roma come deputato facessi qualcosina per la Citta no, ovviamente oltre alle cavolo di rotatoie e i dossi che mi distruggano quel catorcio di macchina che ho e poi UNO ma dico UNO mi spieghi io fino ad ieri non pagavo l’ICI anche quando c’era perché vivo a poggetto dove oltre ad un quartiere da barzelletta ho una rendita bassa ma ora ho pagato L’IMU per l’unica casa che ho e poi la cosa più buffa GIANNI mi leva la gioia che avevo di costruire il carro di carnevale e mi regala una festa dell’ultimo dell’anno e dei botti che FACEVANO PENA, ma con i miei soldi dell’IMU che ci fai? Spero che tu non ci vada a Roma solo per parlare con qualche pezzo grosso per trovarti un incarichino visto che fra poco sei senza lavoro politico poi non ti preoccupare ci penseranno gli amici “fraterni” del tuo povero suocero a pensare ad aiutarti se non trovi nulla con la politica ma a me chi ci pensa tu? GRAZIE NO TUTTO QUELLO CHE FAI SONO SOLO CHIACCHERE e io ho bisogno fra poco di lavorare sai vero che cosa è il lavoro?. Scusate lo spazzio che ho preso qua al corriere ma questo è un grido disperato di un uomo disperato che legge sul giornale che i problemi qua da noi sono quelli di NON aver mandato GIANNI A ROMA, che vuol dire ADESSO CHE LUI NON VA A ROMA TUTTI VA A P*****E, ma stiamo a scherza, tante promesse con il nosto c**o e poi cosa.

  3. sasso indigesto

    SI, LIBERO PENSATORE, HAI PROPRIO RAGIONE.
    COMUNQUE, IL PROBLEMA NON E’ ANSELMI O TIZIO O CAIO, MA IL SISTEMA DI POTERE PARTITOCRATICO NEL QUALE QUESTI PERSONAGGI NAVIGANO E MEDIANTE IL QUALE SI FANNO ELEGGERE PER CONTINUARE A TENERLO IN PIEDI.
    IL LORO SOLO SCOPO E’ QUELLO DI CUSTODIRE UN SISTEMA DI POTERE NEL QUALE COSTRUIRSI TANTI BEI POSTICINI COMODI,FARE CARRIERA, GESTIRE LA COSA PUBBLICA A LORO PIACIMENTO, DISTRIBUENDOSI TUTTI GLI INCARICHI CHE VOGLIONO E CHE CREANO APPOSITAMENTE PER LORO STESSI, I PARENTI, GLI AMICI, FIDANZATI, FIDANZATE, MOGLI, MARITI, FIGLI E NIPOTI (AUTHORITY, DIRIGENZE NEI COMUNI, ASL, ATM, ASA, ASIU, CONSORZI, COOPERATIVE PROTETTE E AFFIDATARIE DI SERVIZI, ENTI DI OGNI GENERE E TIPO, TUTTI GIOCATTOLI CHE SPESSO SERVONO A CREARE NUOVE TASSE E SPREMERE IL LORO AMATO POPOLO) ETC.
    PER TENERE IN PIEDI TUTTO QUESTO SISTEMA DEVONO ABBONDARE DI CHIACCHERE PER TENER BUONO IL POPOLO, E ILLUDERLO IN MODO DA PASSARE DA UNA LEGISLATURA ALL’ALTRA.
    QUINDI CORRIAMO A DARGLI IL VOTO, PRIMA CON LE PRIMARIE A PAGAMENTO (2 EURI) E POI CON LE ELEZIONI DEI CANDIDATI DA LORO PRESCELTI. CREDO BASTI…

  4. Amerini Giam,piero

    Due parole restando nel tema dell’articolo, non perchè quanto scritto nei commenti precedenti non sia importante, ma perchè alcune verità evidenziate negli stessi mi porterebbero ad usare parole che normalmente non fanno parte del mio linguaggio. L’ospedale di Riotorto che l’assessore Rossi, ora presidente della regione, prima delle elezioni amministrative aveva dato per “inserito nel prossimo piano sanitario” (presentato nello scorso anno senza che invece ve ne sia traccia), è stato, purtroppo, cambiato con quello di Livorno (inutile, non solo perchè recentemente sono stati spesi un centinaio di milioni per ristrutturare quello vecchio, ma perchè il costo esagerato -sembra circa trecento milioni con gli accessori- non è giustificato, visto anche che nel raggio di 20 Km ci sono bel 5 ospedali di II° livello). Ma si sa, in politica, e in particolare in campagna elettorale, le promesse “fioccano” … mantenerle è altra cosa. Poi Livorno porta molti più voti di Piombino ……..

  5. angelo

    Dato per scontato che tutti possono dire la propria ma coloro che come beoti hanno creduto alla favola dell’Ospedale a Riotorto dovrebbero avere il pudore di stare un pò zitti.
    Uno fa il consigliere di opposizione da una vita e ancora beve quel che gli dice l’Anselmi di turno.
    E’ vero che essere ingenui testimonia buona fede e fiducia nel prossimo, ma qui non dobbiamo dire il rosario, qui si devono dire le cose come stanno e smascherare le falsità preelettorali che via via vogliono farci bere.
    Amerini si dovrebbe svegliare dal suo torpore e pensare al proprio pensionamento politico altro che Ospedale a Riotorto, per lui il Ciasa a Piombino.
    Saluti post epifania.

  6. Amerini Giam,piero

    Caro Angelo,
    sono rimasto un po’ indeciso … le tue affermazioni non meriterebbero risposta, si commentano da sole, ma forse eri davanti allo specchio mentre scrivevi. Io sinceramente non mi sarei mai permesso di ricorrere a simili parole offensive, ma chi non ha argomenti e non sa cosa dire … La risposta comunque non è dedicata a te, sarebbe una inutile perdita di tempo, ma a chi legge (e capisce) questo giornale. Desidero precisare che non bevo e non ho mai bevuto quello che dice Anselmi, ho le mie idee e cerco, modestamente, di portarle avanti. A puro titolo informativo sono stato io il primo a portare in consiglio comunale a Piombino l’idea di costruire un nuovo ospedale nella Val di Cornia, nel 2005!! Inizialmente fu accolta, anche dalla stampa, come una provocazione, poi è stata ripresa e portata avanti anche da altri. Io purtroppo non appartengo alla maggioranza … e faccio quello che posso. Sono in consiglio comunale a rappresentare i cittadini che mi hanno, con il loro voto, delegato. Anche i pensionati e quelli del Ciasa hanno diritto ad essere rappresentati … a quanto sembra sono molti di più degli “Angeli” (degli Angelo, intesi come persona che scrive, si fa per dire, commenti sugli articoli pubblicati dal Corriere Etrusco), gli Angeli sono altra cosa. Un cordiale saluto … amico Angelo.
    Giampiero Amerini

  7. angelo

    Non sia acido perchè vede quelli del Ciasa si sentirebbero più garantiti se Lei sig. Amerini, consigliere sempiterno, anzichè in Comune, fosse tutti i giorni fra loro.
    Quale risultato si otterrebbe?
    Anzichè far perdere tempo al Consiglio Comunale di Piombino proponendo cose irrealizzabili, Lei potrebbe divertire gli associati del Ciasa con queste sue proposte amene.
    Gli anziani oltre che essere rappresentati vanno anche un pò fatti divertire, non crede ?.

  8. Angelo ti chiedo gentilmente di smettere di fare commenti di questo tipo. Oltre ad essere di dubbio gusto, scambi personali di questo tipo non servono ad incrementare la quantità d’informazioni sull’articolo, e incrementano invece il “rumore” sull’argomento che è “Dove è il progetto per la realizzazione di un ospedale a Riotorto?”, tema ricorrente questo, di molte campagne elettorali…

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    65 mesi, 1 giorno, 1 ora, 52 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it