BERTINI: «PER IL PARK ALBATROS UNA CONVENZIONE “FOLLE”»

Il Park Albatros ripreso da google maps

Durante l’ultimo consiglio comunale a San Vincenzo, tenutosi mercoledì 28 novembre, l’assessore all’Urbanistica Massimo Bandini ha spiegato alcuni passaggi della convenzione tra il Comune e il Camping Village Park Albatross, approvata poi con l’astenzione della lista “San Vincenzo per tutti” e il voto contrario del “Forum del Centrosinistra”. Ecco il commento di Nicola Bertini, capogruppo del Forum, che anticipa che questo è solo il primo comunicato, poichè la vicenda risulta essere alquanto complessa.

«Il Consiglio Comunale ha ratificato la conclusione delle trattative con il Park Albatros. Uno scandalo complesso che non può essere sintetizzato in un articolo di stampa ma che vogliamo indagare fino in fondo perché crediamo d’avere il dovere di informare i cittadini nel dettaglio su come il Comune usi i soldi dei contribuenti. Se infatti il comportamento del privato è perfettamente comprensibile, è l’Amministrazione a non aver fatto il proprio mestiere.

Capitolo primo: si fanno costruire 6.000 posti letto al proprietario del Park Albatros che, come ogni privato che realizza nuove costruzioni o ampliamenti, deve versare al comune degli oneri d’urbanizzazione. Tutto è regolato da convenzioni ormai scadute, senza che il Comune abbia preteso la corresponsione degli oneri dovuti. A compensazione di una parte di queste somme il Park Albatros doveva realizzare due parcheggi di 2.307 mq e 3.089 mq da cedere al Comune. Il problema sul parcheggio da 2.307 mq è ancora più complesso perché avrebbe dovuto essere realizzato al margine del Park Albatros. Sino alla seduta del Consiglio di mercoledì 28 tale area sarebbe dovuta rimanere libera visto che vi pendeva il progetto della realizzazione del parcheggio pubblico. Invece ci troviamo di tutto: strada d’accesso, casottino con sbarra per il controllo, aiuole …

Ma è la questione economica la più interessante. La Giunta nel 2006 (delibera n°60) valutò la costruzione dei parcheggi in quell’area in 22,89€/mq che, rivalutati con indici ISTAT, sono diventati 26,69€/mq. Oggi il Comune non vuole più quei parcheggi e preferisce incassare i soldi e, per sapere quanto deve richiedere, basta moltiplicare 5.396mq per 26,69€/mq ottenendo 144.019 €.

Invece il Comune non solo non applica rivalutazioni ISTAT ma semplicemente si “dimentica” di quella stima e ne fa un’altra molto, molto più bassa: 17,34€/mq ovvero 93.566€ per i due parcheggi. Una perdita secca di 50.000€ per il Comune che piange miseria ad ogni seduta del Consiglio Comunale ma trova diversi soldi da regalare a destra e a manca.

E questo è solo uno dei tanti aspetti folli della nuova convenzione con il Park Albatros».

Nicola Bertini

Forum del Centrosinistra per San Vincenzo

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.12.2012. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 17 ore, 23 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it