NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 9 NOVEMBRE 2012

RIORDINO PROVINCE: IL COMMENTO DI COSIMI, SINDACO DI LIVORNO

«La riduzione delle province sta creando problemi e tensioni molto forti, sul piano economico non si può parlare di un effettivo risparmio di costi, e a livello locale il nuovo scenario determina soltanto conflitti campanilistici che non è facile frenare. Sono dunque convinto che sia un passaggio monco e non di qualità». Un commento forte quello rilasciato al sito Anci dal sindaco di Livorno e coordinatore delle Anci regionali, Alessandro Cosimi, sul riordino e accorpamento delle Province.

«Ancora non abbiamo avuto certezze sulle competenze – precisa – si avverte un conflitto di attribuzione per cui ci vorrà anche una revisione del Titolo V da parte del Parlamento”. Il primo cittadino si dimostra scettico anche sui criteri per l’individuazione del capoluogo, e definisce “una furberia” i principi adottati “perché sono state date risposte a pressioni che sono state fatte in maniera non appropriata e non da soggetti istituzionali”. E il sindaco di Livorno tende a precisare che “la strada maestra, cioè quella che aveva indicato l’Anci di una riforma dello Stato passando dall’articolo 133 della Costituzione al Titolo V poteva essere l’unica utile». Entriamo nel concreto, lo scenario che si è venuto a creare in Toscana è piuttosto complicato perché «si parte da una città metropolitana che rappresenta circa il 60% del Pil regionale” secondo Cosimi “sarà dunque impossibile tornare indietro da una provincia di quel tipo». Sicuramente si sarebbe potuto pensare ad un percorso alternativo: «forse – ribatte – si poteva ipotizzare lo scioglimento delle province, ritornare ad un rapporto diretto Regioni-Comuni spingendo le regioni ad assumere non livelli di gestione, ma di capacità legislativa, e facendo Consorzi di Comuni, un percorso che avrebbe potuto portare alla riduzione degli oltre 8mila Comuni che in effetti – dichiara – sono davvero troppi». E conclude: «è uno scenario che l’Anci aveva ipotizzato da tempo, ma purtroppo le nostre denunce sono rimaste inascoltate, in molte occasioni – conclude – avevamo previsto i problemi che oggi ci troviamo ad affrontare».

_____________________________

IL COMUNE DI PIOMBINO PREMIA GLI STUDENTI MERITEVOLI

Un riconoscimento al merito, al sacrificio, al saper dare prima di ricevere. Sabato 10 novembre in sala consiliare, alle ore 17,30 il sindaco Anselmi, l’assessore Anna Tempestini e l’assessore alla cultura Ovidio Dell’Omodarme premiano gli studenti delle scuole superiori che si sono diplomati con 100/100 all’esame di Stato dello scorso anno scolastico.

Ai ragazzi, sette in tutto, saranno consegnati alcuni doni tra cui un buono per l’acquisto di libri del valore di 100,00 euro spendibile nelle librerie della città, una pergamena, due pubblicazioni. Un gesto che ha soprattutto un forte valore simbolico perchè teso a valorizzare l’importanza dello studio e dell’impegno, fondamentali per diventare cittadini consapevoli, capaci di impadronirsi della propria esistenza. Questi i nomi dei sette ragazzi premiati, tutti dell’Isis “Carducci-Volta-Pacinotti”: Francesca Campinoti, Viola Vinciarelli, Matteo Genovese, Alberto Lotti, Marianna Tongiorgi, Elena Fillini, Giacomo Leoni.

Alla premiazione degli studenti delle superiori, si affianca anche quella degli otto vincitori del bando alla memoria di Aldo Zelli, studenti meritevoli della scuola media inferiore provenienti da famiglie economicamente disagiate. Nel 2009 infatti la famiglia Zelli ha donato al Comune un fondo complessivo di 20.000 euro da utilizzare per il sostegno allo studio degli studenti delle scuole medie inferiori. Ai primi tre classificati l’assessore alla cultura Ovidio Dell’Omodarme, a nome degli eredi di Aldo Zelli, consegnerà una borsa di studio di mille euro ciascuno e agli altri cinque di cinquecento euro a testa.

____________________________

IL PRESIDENTE ROSSI RISPONDE ALLA RISPOSTA DEI SINDACI ELBANI

FIRENZE –   «Viviamo una situazione estremamente critica e difficile in cui nessun amministratore, comunale o regionale, ha più certezze sulla capacità di mantenere i servizi essenziali. Ma proprio agli amministratori spetta la responsabilità di affrontare i problemi con realismo, di contribuire alla loro soluzione con spirito costruttivo e – sarebbe utile – anche collaborativo». Così il presidente della Regione Enrico Rossi commenta l’iniziativa di protesta dei sindaci elbani, che manifestano sul tetto dell’ospedale contro i tagli ipotizzati per la struttura sanitaria e altri servizi pubblici (trasporti, scuole, uffici giudiziari).  

«Non è vero che i sindaci dell’Elba sono stati abbandonati – prosegue il presidente – Ieri ho contattato personalmente il sindaco di Portoferraio Roberto Peria, invitandolo a Firenze per un incontro. La scorsa settimana l’assessore regionale alla sanità Luigi Marroni ha incontrato i sindaci dell’isola d’Elba proprio per discutere con loro una nuova organizzazione sanitaria che tenga conto delle risorse disponibili. In quella occasione, e lunedì scorso anche con una lettera, l’assessore si è impegnato a definire in tempi rapidissimi (due mesi circa) un progetto sanitario specifico, che miri a tenere conto delle peculiarità dell’insularità e della qualità, quantità e sicurezza dei servizi sanitari. L’obiettivo è assicurare i migliori servizi ai cittadini».

«I tagli sistematici che il fondo sanitario ha subìto dal governo Berlusconi prima e Monti dopo – prosegue il presidente – rischiano di avere effetti disastrosi. La sanità toscana dispone di 600 milioni in meno. Ma non vogliamo rinunciare a offrire servizi di qualità. Per salvare il nostro welfare siamo obbligati a ridiscutere e rivisitare tutto il sistema, per individuare spazi di razionalizzazione e ottimizzazione delle strutture e dell’organizzazione. Questa è la realtà che dobbiamo affrontare. Le proteste, anche le più clamorose, non la cambiano. Lavorare insieme invece aiuterebbe».

_____________________________

L’ARTE DEL COSTRUIRE NEI PARCHI DELLA VAL DI CORNIA. STAGE FORMATIVO GRATUITO PER IL BIENNIO DELLE SUPERIORI

In un momento particolarmente difficile per tutto il territorio della Val di Cornia, in cui sembra essere perfino messo in dubbio il ruolo fondamentale della cultura e della conoscenza per lo sviluppo sociale ed economico delle comunità e per la formazione delle nuove generazioni, la Parchi Val di Cornia, ha chiesto e ottenuto un finanziamento dalla Regione Toscana, nell’ambito del Piano Integrato della Cultura 2011-2014, ed è orgogliosa di offrire agli Istituti di Istruzione Secondaria della Val di Cornia l’opportunità di partecipare gratuitamente allo stage formativo “L’arte del costruire. Archeologia sperimentale sull’edilizia antica e storica”.

Lo stage rappresenta un ulteriore sviluppo del progetto ‘A scuola nei Parchi’, che, nato del 1995 e progressivamente elaborato e diversificato di pari passo con l’ampliamento del Sistema dei Parchi, ha comportato un costante contatto con le scuole, con il risultato di incrementare il numero degli studenti in visita in Val di Cornia dai 1000 del 1995 ai 7000 del 1998 fino ad arrivare ai quasi 17.000 del 2012. In questi anni sono però anche emerse, con sempre maggiore evidenza, le difficoltà che le scuole pubbliche stanno attraversando. Obbligate dai tagli, dalle carenze di personale e purtroppo dalle condizioni economiche delle famiglie, molte scuole sono costrette a ridurre, se non proprio a rinunciare, a occasioni formative fuori aula.

Lo stage formativo, organizzato a partire da metà gennaio 2013, prevede lezioni frontali e attività di laboratorio nei Parchi e Musei, ed ha l’obiettivo di ampliare la conoscenza e la fruizione del patrimonio storico-archeologico e naturalistico della Val di Cornia da parte dei residenti di età adolescente (13-16 anni), che costituiscono ad oggi la fascia di utenza più difficile da coinvolgere nelle attività educative e didattiche e nella visita dei parchi/musei. Al contempo questo è un segmento di pubblico che si appresta all’età adulta e che quindi ha bisogno di costruire la propria identità anche attraverso attività educative in grado di sensibilizzare alla conoscenza e alla conservazione del patrimonio storico-archeologico e ambientale.

Il progetto ha già avuto l’adesione di tutti gli Istituti di Istruzione Superiore di Piombino e proprio in questi giorni la Parchi Val di Cornia sta lavorando con i referenti degli Istituti al calendario degli appuntamenti che vedranno coinvolte sei classi per un totale di oltre 125 ragazzi.

Il finanziamento della Regione Toscana, che monitora il progetto e i suoi risultati, è stato erogato alla Parchi Val di Cornia in quanto soggetto beneficiario di un contributo rivolto ai progetti locali relativi al PIR “Musei di qualità al servizio dei cittadini e delle cittadine toscani” grazie al valore riconosciuto all’iniziativa proposta. L’ottenimento del contributo ha permesso di coinvolgere nel progetto professionisti dei beni culturali e della formazione, oltre che di coprire i costi per il trasporto verso i parchi che ospiteranno le attività formative.

______________________________

METROPOLITAN: CONCERTO JAZZ CON IL QUINTETTO TH3M

Martedì 13 novembre alle 21,15 al Metropolitan appuntamento per gli appassionati di jazz con il quintetto TH3M, formato da Bob Franceschini al sassofono, il vibrafonista Mark Sherman, Martin Gjaconovski al basso, Paolo di Sabatino al pianoforte e Adam Nussbaum alle percussioni. Il concerto, organizzato dall’associazione musicale Woodstock con il patrocinio del Comune di Piombino, vedrà in scena musicisti di grande talento e di fama internazionale.

Bob Franceschini ha frequentato la High School Music and Art di New York, dove ha conosciuto e ha suonato con Kenny Washington, Marcus Miller e Omar Hakim. Questi giovani leoni formarono un gruppo jazz che suonò con musicisti del calibro di Tom Browne, Chaka Khan. Bob nel corso della sua lunga carriera suonerà con George Benson, Paul Simon, Ricky Martin a molti altri. Vincitore del Premio della critica Down Beat 2007-2010, Mark Sherman negli ultimi otto anni ha suonato soprattutto come leader in Europa, Russia, Cina, Corea, Usa, Canada, Australia. Sherman si può inserire stilisticamente nel post bop e il suo repertorio propone originals e standard. Insegna alla Jiulliard School di New York e alla New Jersey University. Recentemente è stato scelto come ambasciatore degli Stati Uniti e del jazz al Lincoln Center in giro per il mondo, facendo oltre 30 masterclasses e performance. Ha registrato oltre 150 cd come sideman e 10 come leader. Il newyorkese Adam Nussbaum è uno dei turnisti più preparati del mondo del jazz contemporaneo. Le incisioni dei canali “mainstream” e “fusionoriented” alle quali ha partecipato, sono migliaia e di tutto rilievo. Dopo aver suonato con Stan Gets, dal 1984 lavora con l’orchestra di Gil Evans e con le formazioni di Randy Brecker e Elian Elias. Considerato invece uno dei più grandi bassisti jazz in Europa, Gjaconovski ha studiato presso la Hochschule fur Musik di Colonia, ha suonato nei gruppi di Paul Khun, Lynne Aryale, Trummer Olivia e la Big Jazz Band di Francoforte. Ha inciso, in collaborazione con altri, più di 80 cd jazz e world music. Paolo di Sabatino ha partecipato a numerose trasmissioni radio televisive e ha suonato con professionisti come M. Urbani, Cafiero, Paolo Fresu, Gegè Telesforo e molti altri. Ha collaborato con molti attori e nel 2009 Mario Biondi ha inserito due canzoni co-firmato da Paolo nel suo album “If”. Il talento collaborativo di questo quintetto di musicisti straordinariamente dotati ha quindi attraversato il mondo.

Info e prevendita biglietti: 0565 30385 oppure 3318266839.

_________________________

NUOVO DIRETTIVO DELLA PRO LOCO DI PIOMBINO. TRINCHINI: «PRO LOCO MATURA, POSSO ESSERE “ROTTAMATO”»

Martedì 6 novembre, presso i locali del Centro Giovani si è tenuta l’assemblea straordinaria della Pro Loco di Piombino con all’ordine del giorno le elezioni straordinarie per il rinnovo del direttivo dell’associazione. Erano dieci i candidati per un direttivo che l’assemblea aveva fissato in sette unità.  Le elezioni, effettuate tramite voto segreto, hanno prodotto i seguenti risultati in ordine strettamente alfabetico:

Calisi Elia, Ceccanti Carlotta, Ceccanti Paolo, Ferrini Daniele, Guidi Giovanna, Leporatti Alessandro, Masotti Monia.

Tra le novità di queste elezioni la mancata partecipazione al nuovo direttivo del fondatore dell’associazione nel 2005 e primo presidente per otto anni Giuseppe Trinchini.

«Sono soddisfatto dei risultati finora ottenuti da questa associazione – commenta Trinchini – ma dopo otto anni credo che anche per me sia giunta l’ora di essere “rottamato” per dare una marcia in più alla Pro Loco. Darò comunque il mio contributo come socio ordinario, ma i miei numerosi impegni professionali, al quale si aggiunge anche la carica nel consiglio regionale dell’UNPLI, mi impedisco di garantire la stessa continuità tenuta fino ad oggi, ed ho ritenuto per questo  inopportuno impegnarmi con ulteriori incarichi di prestigio dentro la Pro Loco di Piombino».

Martedi 13 novembre quindi, nella prima riunione del nuovo direttivo della Pro Loco, saranno assegnate le cariche elettive (presidente, segretario e tesoriere).

_________________________________

A ROMA UNA MOSTRA D’ARTE SUL PITTORE FEDERICO TANZI
Apre a Roma  la retrospettiva sul pittore  Federico Tanzi
Sarà inaugurata sabato 10 novembre alle 18 alla Galleria Cassiopea in via Basento a Roma una mostra sul percorso artistico del pittore Federico Tanzi (scomparso agli inizi del 2011). La rassegna intitolata «Federico Tanzi: percorso artistico di una vita», sarà costituita da circa 140 opere per la maggior parte in possesso della famiglia.
Sono previsti interventi di Antonio Salvati sindaco di San Giovanni Incarico (paese natale di Federico), di Pablo Gorini critico d’arte piombinese che ha avuto modo di seguire ed apprezzare il lavoro dell’artista durante la sua lunga permanenza a Piombino. Un altro intervento sarà quello del critico Andrea Baldocchi e la testimonianza del pittore Francesco Nardi. Tanzi era venuto a Piombino molti anni fa dalla Ciociaria ed aveva prestato a lungo servizio, presso il commissariato di Polizia. È stato uno dei primi a cimentarsi in opere d’arte ricavate da materiali di riciclaggio, con indiscutibile successo.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 9.11.2012. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    51 mesi, 16 giorni, 20 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it