NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 17 OTTOBRE 2012

“FUTURO E LIBERTA’ PER L’ITALIA” PRESENTA LA MOZIONE PER IL PONTE DI FERRO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Il Ponte di Ferro sarà demolito, non entro la fine dell’anno come previsto dal comune, ma nella tarda primavera, o nell’estate del 2013. Sarà demolito senza prima averne costruito un nuovo. Il comune di Piombino non ha i soldi e non può andare oltre la promessa di inserire la sua costruzione nel bilancio del prossimo anno. Meraviglia che, dopo tanti anni di vero rischio, ora che il pericolo è notevolmente diminuito, grazie alle opere di consolidamento e ringrosso degli argini del Cornia, l’abbattimento sia divenuto così prioritario. Inoltre, secondo alcuni tecnici, in caso di grossa piena del fiume, il ponte potrebbe costituire un freno alla forza delle acque e diminuire la pressione sulla curva che si trova a valle dello stesso. Comunque, indipendentemente dalla pericolosità, il rischio idraulico rimane fino a quando il Ponte di Ferro non sarà abbattuto. Questo impedisce il rilascio delle autorizzazioni per progetti, già pronti, presentati da ditte che vogliono investire nella zona di Montegemoli. C’è, poi, lo stato del ponte che, da un sopralluogo effettuo dai tecnici, non da più le necessarie garanzie di sicurezza, e corre il rischio di essere chiuso al traffico. Deve essere demolito insomma, questo l’hanno capito tutti: l’hanno capito anche gli agricoltori della zona che ne dovranno subire le pesanti conseguenze.

-Preso atto che il progetto definitivo, per la costruzione del nuovo ponte, prevede una spesa di circa 1,5-1,7 milioni di e uro che è, quindi, notevolmente inferiore ai 2,7 milioni ipotizzati;
-Visto che, per la realizzazione degli interventi di riduzione del rischio idraulico del Cornia, sono      stati utilizzati solo 5,7 milioni dei sette disponibili, con un avanzo di 1,3 milioni di euro, e visto, inoltre, che per la demolizione del ponte si prevede una spesa di poco più di 100.0000 euro, il resto della somma avanzata potrebbe essere utilizzata per costruire il nuovo ponte;
-Considerato che, con l’abbattimento del Ponte di Ferro, le ditte che investono nella zona di Montegemoli avranno un notevole risparmio, in quanto non dovranno più effettuare i costosi interventi previsti per le zone a rischio idraulico, anche loro potrebbero contribuire alla costruzione del nuovo ponte;
-Considerato infine che il resto della somma può essere reperita utilizzando gli oneri d’urbanizzazione derivanti dai nuovi investimenti previsti nella zona di Montegemoli;
Il Consiglio comunale chiede al Sindaco e alla Giunta
-di intraprendere tutte le iniziative necessarie per reperire i fondi occorrenti  per la costruzione del nuovo ponte;
di contattare tutte le parti interessate alla demolizione del Ponte di Ferro per chiederle di contribuire alla sua ricostruzione».

 Futuro e Libertà per L’Italia
Amerini Giampiero

 

________________________________

RIFONDAZIONE: SOLIDARIETA’ A FRANCINI, UN PO’ MENO A QUALCUN’ALTRO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente da Rifondazione Comunista Federazione Toscane e Val di Cornia.

«Vogliamo esprimere – inizia Rifondazione Comunista –  la nostra totale solidarietà e vicinanza a Paolo Francini, lavoratore della Lucchini , impegnato in uno sciopero della fame in difesa della Siderurgia Piombinese e del posto di lavoro di migliaia di lavoratori impiegati nelle fabbriche.

Il fatto che per ottenere attenzione ed ascolto, anche dai mezzi di informazione, rispetto ad una tragedia che rischia di coinvolgere intere comunità della Toscana si debba ricorrere a forme di lotta estreme ed individuali dà la misura della distanza della “ politica politicista” fatta di primarie e personalismi dalle condizioni materiali della grande parte dei cittadini.

In questo quadro appare particolarmente grave e volgare l’attacco portato a Francini, operaio in produzione, dal Coordinatore della RSU Lucchini . Evidentemente costui, che ha organizzato ben altri spettacoli ad uso del suo partito e del Sindaco di Piombino , nonché già protagonista lui stesso di un’azione consimile, dovrebbe riflettere sul fatto che per evitare di aprire un serio conflitto sul destino della Lucchini e del territorio di Piombino e della Val di Cornia che abbia per protagonisti i lavoratori, si lascia avvicinare la sconfitta.

Un attacco a Paolo Francini – conclude il comunicato – da un così autorevole e rappresentativo del sindacato, espone inoltre il lavoratore ad ogni tipo di rappresaglia ed autorizza a qualsiasi azione repressiva».

Segreteria PRC Toscana

Segreteria Federazione PRC Piombino-Elba-Val di Cornia

__________________________________

PIOMBINO: ITALIA FUTURA SI PRESENTA IL 18 OTTOBRE

Rinnoviamo il promemoria per la presentazione dell’Associazione Italia Futura Piombino.

L’evento si terrà il giovedì prossimo, 18 ottobre 2012 alle ore 18:00 presso l’Hotel Centrale di Piombino. Alla conferenza parteciperà anche il nostro Presidente Regionale nonché Coordinatore Nazionale Federico Vecchioni.

________________________

A PIOMBINO LA RACCOLTA FIRMA PER LA CAMPAGNA “OPPURE VENDOLA”

Riceviamo e pubblichiamo da SEL Piombino Val di Cornia.

«Le elezioni politiche devono aprire la strada a un’alternativa. Dobbiamo seppellire la lunga stagione del berlusconismo, rimettere al centro i diritti delle persone e del mondo del lavoro.

Il governo Monti, nel solco del liberismo senza freni, ha approfondito le disuguaglianze sociali, ha aumentato la disoccupazione,  sancito  la precarietà dei lavoratori e accresciuto la povertà: ha compresso diritti inalienabili come la sanità, la scuola e in primis il lavoro, avvitando il paese in una spirale recessiva,  nell’incapacità peraltro di interrompere il drammatico processo di desertificazione industriale in atto. Mentre  aumenta la disoccupazione diminuisce il PIL e al di là degli ipocriti spot, non si intravedono spiragli di ripresa: solo un susseguirsi di tagli ai servizi e di imposizioni fiscali e di sacrifici per le fasce più deboli.

Abbiamo quindi bisogno di metterci alle spalle questa esperienza di governo: le politiche di austerity rischiano solo di riportarci indietro di cent’anni. Dobbiamo aprire una nuova stagione, in cui si parli chiaramente di giustizia sociale, di tassazione delle rendite finanziarie e dei grandi patrimoni, fino ad ora non toccati, una stagione in cui si possa aprire un varco nel dominio di quell’ideologia di mercato che sta distruggendo i diritti sanciti dalla nostra Costituzione e le conquiste dei lavoratori.

E’ necessario ricostruire un nuovo centrosinistra, capace di interrompere il ricatto dello spread e di rimettere al centro il lavoro inteso come diritto e non come merce da contrattare in modo privatistico. Un nuovo centrosinistra capace di rimettere al centro le persone, i beni comuni, la scuola e la sanità pubbliche, la ricerca, la cultura e la salvaguardia del territorio e dell’ambiente.

La candidatura di Vendola va in questa direzione: spostare a sinistra l’asse della futura  compagine governativa , ingranare seriamente la marcia del cambiamento e impedire alleanze future con quelle forze che  hanno sostenuto le politiche  di Berlusconi  , salvo abbandonarlo nella caduta finale, di Monti-Fornero e gattopardescamente si candidano di nuovo alla guida del paese per continuare con le politiche del passato.

Continuare con le politiche recessive e di impoverimento delle classi lavoratrici e del ceto medio, oppure tentare un reale cambiamento con Nichi Vendola ?

Anche a Piombino e in Val di Cornia si raccolgono le firme per la candidatura del presidente di Sinistra Ecologia libertà alle primarie del centrosinistra.

Questo il calendario: Mercoledì 17 ore ottobre 10,00 Coop via Gori Piombino; Giovedì 18 ottobre ore 10,00 Coop Venturina; Sabato 20  ottobre ore 10,00 San Vincenzo mercato settimanale; Sabato 20  ottobre ore 16,30 Piombino P.za Gramsci».

Sinistra Ecologia Libertà

Piombino Val di Cornia

__________________

SAN VINCENZO: CHIUDE TEMPORANEAMENTE L’UFFICIO POSTALE

A seguito della comunicazione della temporanea chiusura dell’ufficio postale di San Vincenzo, dal 17 ottobre al 28 ottobre 2012, l’amministrazione comunale si è attivata presso la direzione provinciale di Poste Italiane al fine di poter avere un servizio logistico sostitutivo nei giorni in cui l’ufficio postale rimarrà chiuso al pubblico.

In data odierna la direzione provinciale ha comunicato che entro due, tre giorni sarà attivato un ufficio postale mobile.

Nel frattempo i cittadini potranno servirsi del funzionante dispositivo ATM, che consente in modalità self più servizi come prelievi, ricariche, pagamenti dei bollettini, e per ogni ulteriore necessità servirsi degli uffici postali di Donoratico, aperto al pubblico tutti i giorni dalle 8.25 alle 13.35 e il sabato dalle 08.25 alle 12.35 e Venturina, aperto tutti i giorni dalle 08.25 alle 19.10 e il sabato dalle 08.25 alle 12.35.

_______________________

PIOMBINO: COMUNISTI ITALIANI ESPRIMONO APPREZZAMENTO PER LUCCHINI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Esprimiamo  apprezzamento  per le iniziative messe in atto dalla città e dalle sue Istituzioni per la grave situazione determinatasi alla Lucchini, il cui destino, insieme a quello di Arcelor Mittal, continua a destare la preoccupazione dell’intera comunità.

Tra le varie ipotesi messe in campo negli incontri del il Sindaco Anselmi, di cui valutiamo positivamente l’impegno a difesa dell’industria piombinese, al tavolo del Ministero per L’Industria e lo Sviluppo Economico, riteniamo  quella di un Commissario di Governo la più giusta e la più utile a  gestire sia la fase di crisi finanziaria dell’azienda sia le necessarie iniziative volte alla individuazione di un nuovo e solido assetto proprietario.

La proposta di un Commissario di Governo può ricreare le condizioni minime di serenità per la gestione della fabbrica, mandarne avanti la produzione,  garantendo le iniziative utili al mantenimento del Ciclo Integrale.

Per noi questa ipotesi di una assunzione di responsabilità da parte di un Commissario che rappresenti il Governo non rappresenta una novità: dal momento che abbiamo sempre  affermato che proprio nei processi di privatizzazione  non avrebbe mai dovuto mancare la presenza dello Stato, come garanzia  per i lavoratori e per l’ attuazione degli accordi e dei piani industriali. Purtroppo il pensiero liberista che ha caratterizzato il ventennio che abbiamo alle spalle ha abbandonato le nostre industrie, un tempo inserite nelle PP:SS. alla totale anarchia  del profitto privato, che certo non si è mai curato né della salvaguardia dei posti di lavoro, né delle esigenze di sicurezza e tutela del territorio.

Purtroppo anche oggi, a Piombino come in altri siti industriali italiani, scontiamo l’assenza totale di una pur minima strategia e politica  industriale e di rilancio di settori manifatturieri come quello siderurgico che continuiamo a ritenere strategici per l’economia del nostro paese.

Qualsiasi ipotesi di smembramento della fabbrica ci vede totalmente contrari, in quanto aprirebbe la strada per l’indebolimento progressivo della Lucchini e sarebbe l’anticamera della sua definitiva chiusura, con la perdita di migliaia di posti di lavoro ed un impoverimento economico non sostenibile dalla città e dall’intero comprensorio».

Pdci sez. Piombino- Val di Cornia

____________________________

PIOMBINO: SFILATA CANINA A FAVORE DELLE COLONIE FELINE

Domenica 14 ottobre 2012 al Centro Giovani a Piombino si è svolta la prima edizione della sfilata canina organizzata da “La casa di Margot”, associazione per la protezione animali di Piombino.

La manifestazione ha visto l’iscrizione di 106 cani, per un incasso totale Euro 620.00, interamente destinato ai gatti delle colonie feline gestite dall’Associazione e sparse per tutto il territorio piombinese. Una festa che ha avuto un grandissimo successo di pubblico, con centinaia di persone, famiglie e tanti bambini.

All’evento sono state nvitate tutte le altre Associazioni per la protezione animali esistenti in Piombino e presenti Half Animalhouse, Zampe d’oro ONLUS e OIPA. Presente per l’Amministrazione comunale l’Assessore Luciano Francardi. Fotografo ufficiale Walter Saletti Foto Arte via Galilei. E’ stato anche presentato il nuovo prototipo di dog bar, con sacchetti per la raccolta delle deiezioni canine, realizzato dal volontario Roberto che sarà messo presto a disposizione dei commercianti.

__________________________

A SAN VINCENZO “INTERNET PER TUTTI”

“Internet per tutti”, questo il titolo dell’iniziativa che si svolgerà presso la Sala multimediale  della biblioteca comunale di San Vincenzo,  sabato 20 ottobre dalle ore 10 alle ore 12.

L’incontro di due ore, tenuto da Chiara De Cristofaro laureata all’ Università di Pisa in Informatica Umanistica, sarà una formazione gratuita per i giovani sull’uso degli strumenti informatici. Saranno analizzati il quadro completo della differenza tra closed-source o software proprietario e open-source o software libero, le opportunità che quest’ultimo offre e può apportare  alle nostre competenze informatiche e nella creazione di nuove tecnologie. L’incontro rappresenta un’introduzione alla rete anche da un profilo critico, pratico e teorico. La formazione è finanziata  dalla  Presidenza del Consiglio Dei Ministri, dalla Regione Toscana e promossa dalla Provincia di Livorno. A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per informazioni è possibile rivolgersi alla biblioteca comunale di San Vincenzo tel. 0565 707273 email biblioteca@comune.sanvincenzo.li.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 17.10.2012. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    63 mesi, 1 giorno, 9 ore, 26 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it