FORUM SAN VINCENZO: «TROPPE CONCESSIONI AGLI STABILIMENTI BALNEARI»

Riceviamo e pubblichiamo dal Forum del Centro Sinistra per San Vincenzo sull’ampliamento delle concessioni per le porzioni di litorale a tre stabilimenti balneari di San Vincenzo. Le richieste sono pervenute dal bagno “La Perla”, “Il Bucaniere” e il “Bayahibe” che ricordiamo essere da anni al centro di polemiche dovute alle cause legali che interessano i cittadini e la società proprietaria.

«Le promesse delle campagne elettorali, che divertenti! L’ultima su cui si concentra l’attenzione in quest’estate rovente riguarda le spiagge. Mentre colpisce giustamente la mania d’onnipotenza di un’Amministrazione che “legifera”, in barba alle disposizioni nazionali, su condoni e sanatorie, sulla spiaggia, alla zitta, le concessioni agli stabilimenti si dilatano.

“Non ci saranno nuove concessioni di spiaggia. Ci sono abbastanza spiagge private.” Bei tempi. Sono passati tre anni e le promesse da campagna elettorale sono state dimenticate.

Con un regolamento strampalato approvato di corsa nel 2011 dal Consiglio comunale per permettere agli stabilimenti di prendersi i tratti di spiaggia sotto i moli del porto che hanno allungato l’arenile, si permetteva anche di fare un’altra cosa. Si concedevano ulteriori tratti di spiaggia agli stabilimenti a patto che si convenzionassero con strutture ricettive. Quindi se il bagno X “riserva” dodici ombrelloni alla struttura ricettiva Y può avere un aumento della concessione.

Secondo noi non c’è bisogno di un simile regalo visto che gli stabilimenti balneari sono pieni solo in qualche fine settimana e quindici giorni d’agosto. Dare l’ombrellone a mille euro ad una struttura non rappresenta affatto un danno per lo stabilimento pertanto gli spazi per queste convenzioni avrebbero potuti essere trovati entro le concessioni esistenti.

Invece si è voluto ampliare. Messa così sembra un problema di lana caprina, cosa volete che cambino 6 ombrelloni in più ad uno stabilimento? Le spiagge libere sono già troppo limitate per ammettere un simile ragionamento ma il problema è un altro.

Come ha fatto il Comune di San Vincenzo a concedere allo stabilimento balneare in Via del Tirreno la bellezza di 758 mq di ampliamento della concessione per la convenzione stipulata con “il Sombrero” per 6 (SEI) ombrelloni? Quanto sono grandi gli ombrelloni del Sombrero? A conti fatti sono 125 mq ad ombrellone. Risultano inoltre simili richieste da parte del Bucaniere (600 mq per 29 ombrelloni) e della Perla che ha avanzato una richiesta di 1.001 mq di arenile per piazzare 15 ombrelloni dell’hotel del Sole.

Visto che a Rimigliano occorre pagare per parcheggiare, ormai a San Vincenzo, l’unica spiaggia libera rimasta è alla “Conchiglia”, ma quella, volendo essere obiettivi, è spiaggia di Castagneto.

Suggeriamo a Bandini o a chi per lui, la prossima promessa per la campagna elettorale 2014: “Non ci saranno nuove concessioni di spiaggia, almeno nel Comune di Castagneto”.»

 

Nicola Bertini

Maurizio Viliani

Forum del Centrosinistra per San Vincenzo

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.7.2012. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “FORUM SAN VINCENZO: «TROPPE CONCESSIONI AGLI STABILIMENTI BALNEARI»”

  1. angelo

    Roventini ha indicato la strada, il suo subentrante delfino fa esattamente la stessa cosa.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 22 giorni, 1 ora, 14 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it