NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DELL’8 GIUGNO 2012

PIOMBINO: FESTA DELLA SOLIDARIETA’ AL PRO PATRIA

Venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 giugno presso i giardini Pro Patria si terrà la tradizionale “Festa della  Solidarietà” presso i Giardini Pro Patria (zona Castello) organizzata dall’Associazione Tolla, con il contributo della Pro Loco di Piombino ed patrocinio dell’amministrazione comunale.

La festa della solidarietà  raccoglierà contributi in favore delle associazioni “Spazio H” e “Ci sono Anch’io”.
Il programma della tre giorni prevede cucina con specialità toscane a partire dalle ore 20, e poi tanta musica da ballo con l’orchestra “Rita di Tizio Live” nei giorni di venerdì e domenica e l’orchestra “Max Paradise” sabato 9 giugno a partire dalle ore 19.00.

Saranno presenti stand delle associazioni “Spazio H”, “Ci sono Anch’io” e “Pubblica Assistenza Piombino”. Un appuntamento da non mancare.

____________________________

SAN VINCENZO: IL FORUM SODDISFATTO PER LA PASSERELLA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente. Con l’occasione ricordiamo che sarà prorogato fino a domenica 24 giugno il servizio di navetta gratuita dal parcheggio di Largo Forze Armate, zona sovrappasso ferroviario, fino al parcheggio di Piazzale dei Benvenuti.

«Da un lato c’è da essere contenti. Finalmente, forse entro giugno, sarà ripristinato il collegamento tra la vecchia aurelia e la stazione ferroviaria.
Leggendo la Delibera GC n°96 del 28 maggio tuttavia, il sentimento predominante è lo sconforto.
Dopo lunghissimi mesi in cui non si capiva cosa diavolo si aspettasse e in cui il Comune attribuiva alle lungaggini delle Ferrovie la responsabilità dello stallo, vien fuori innanzi tutto che le Ferrovie sono state talmente collaborative da trovare (vien da pensare mosse a compassione da tanta inerzia) il ponte sostitutivo temporaneo.

Ad ulteriore riprova del pressappochismo imperante, ricordiamo che proprio la maggioranza, lo scorso 27 aprile, in Consiglio Comunale respinse la proposta avanzata dal Forum del Centrosinistra per realizzare una passerella provvisoria con la motivazione che l’Amministrazione aveva già valutato questa possibilità scartandola per l’eccessivo costo: 308 mila €.
questo conteggio, da ultimo, con le penali che si doveva pagare alla ferrovia per una passerella, ripeto, provvisoria, quindi era uno strumento provvisorio, veniva fuori 308 mila Euro quindi, superiore addirittura a quello che doveva essere il progetto definitivo.
(Antonio Russo Consiglio Comunale 27/04/2012 – estratto del verbale)

Oggi ci si accorge che l’opera provvisoria costa un terzo e se l’Amministrazione avesse avuto la decenza di muoversi per tempo, il disagio per i cittadini sarebbe stato limitato a pochi giorni e saremmo ora a discutere non della passerella provvisoria ma dell’assetto definitivo del collegamento tra vecchia Aurelia e stazione.

Ma quanto costerà l’opera definitiva? A fine aprile si sapeva che sarebbe costata meno di 300 mila € come affermato sempre nella seduta del 27/04 del Consiglio Comunale durante la discussione della nostra mozione. Ma si sa, l’inflazione galoppa e i progetti dormicchiano così, tanto per gradire, l’Amministrazione elimina dalle opere previste per il 2012 sia la rotatoria tra via 8 marzo e la vecchia Aurelia (poco male), sia – e questo ci pare grave – la ristrutturazione del tetto delle ex scuole Fucini.
Si mettono da parte così, subito disponibili 450.000€. Una somma spropositata se si pensa che acquisto e installazione di un ponte bailey secondo un preventivo richiesto nei mesi scorsi da un’associazione, sarebbe costato un terzo (al più 170.000€) e lo si sarebbe potuto realizzare nel giro di una settimana.

Giusto per rivendicare doti comiche, la Giunta osa pure concludere la delibera con un perentorio:
delibera di sollecitare  gli organismi responsabili di RFI affinché forniscano al massima collaborazione tesa  a ridurre al minimo i tempi di attuazione degli interventi di cui trattasi nel comune interesse di riapertura della struttura
Se ci fossero ritardi insomma, il Comune sa già a chi dare la colpa. Si vivacchia, deliberando fra contraddizioni, scherzi e burlesque sperando non tanto di realizzare presto e bene la passerella, ma di sopravvivere al terremoto politico che s’abbatte sul partito che domina l’Amministrazione di questo comune».

Tabella riassuntiva dei preventivi presentati per la nuova passerella:
Ente richiedente    Data    Tipo progetto    Costo preventivato
Comune di San Vicnenzo    Dicembre 2011    Ponte provvisorio    308.000 €
Comune di San Vincenzo    Maggio 2012    Ponte provvisorio    102.850 €
Associazione    Marzo 2012    Ponte bailey (definitivo)    170.000€
Comune di San Vincenzo    Da definire    Stima ponte definitivo    Da definire, liberati 450.000€

Forum Per San Vincenzo

_______________________________

IL CLUB DEL PATCHWORK DI VENTURINA IN MOSTRA A SAN VINCENZO

Il Patchwork Club del Comitato Cittadino Venturina, organizza nei giorni 8-9-10 giugno 2012, prenella Sala delle Esposizioni di San Vincenzo (ex biblioteca) , “Le vie del Colore”, mostra di lavori tessili, nati dal percorso creativo con ago, filo, stoffa e fantasia. L’orario di apertura è venerdì e sabato dalle ore 17 alle ore 23.00 e la domenica dalle ore 9 alle ore 23.00.

Durante la giornata di domenica si terrà il raduno annuale del Quilting Day, una recente ma già vivace esperienza nella zona, con partecipanti provenienti da varie parti del comprensorio e la partecipazione straordinaria di una esponente del settore nota qual è la sig.ra Giuliana Vicoli Andretta, con i suoi lavori e creazioni in seta.
Durante i tre giorni si svolgerà il Knit Cafè, dalle 17.00 alle 19.00.
Il Knit Cafè è di un luogo dove si conversa con altre persone, mentre tutti insieme si sferruzza con i ferri, “si fa la maglia”, sostanzialmente, ma non a casa propria nella solitudine. Si lavora a maglia e intanto si gusta un caffè, una bibita ecc. In America è molto famoso, e molte attrici  e donne famose come Julia Roberts, Sara Jessica Parker  sono delle vere fan di questo passatempo.
______________________________

RIO MARINA: LETTERA APERTA A MONTOMOLI SUL “LORA D’ABUNDO”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

«Caro Stelio, ci conosciamo dal fatidico 1968, sono passati 44 anni anche se mi pare ieri. Di conseguenza sono nella condizione darti un modesto consiglio da isolano che paradossalmente soffre il mal di mare. Insomma, prima di dichiarare che “La Lora D’Abundo è una bella nave. La portiamo a Rio Marina per qualificare il servizio e non certo per penalizzarlo”, ti suggerisco di ascoltare i cittadini di Rio, cioè quelli che il mare lo scrutano la sera prima di partire, magari perché l’indomani devono raggiungere un ospedale del Continente.

Coloro che il molo lo conoscono in estate quando il mare è piatto, ma anche in inverno, quando il vento soffia forte e le onde imballano la Torretta. Ascolta il parere autorevole della gente che il mare “l’ha strusciato una vita”. Ascolta i comandanti del Planasia, magari quelli che non sono più sul libro paga di Toremar, ma che sul porto di Rio Marina hanno manovrato centinaia di volte. In caso contrario è bene tu sappia che con la scelta della Lora D’Abundo ti assumi pure la responsabilità di cancellare una linea storica con tutte le conseguenze del caso, poiché il continuo disservizio che si prospetta, darà fiato e consenso a quanti vogliono “Fare Come Porto Azzurro”, vale a dire traghetto addio, cioè un porto tutto barche e barchette».

Lorenzo Marchetti

______________________________

CAMPIGLIA: LA MAGGIORNAZA VOTA NO ALLA RIDUZIONE DELL’IMU

Riportiamo integralmente un comunicato della lista civica “Comune dei Cittadini” alla mancata riduzione dell’IMU sulla prima casa.

«La maggioranza vota no alla riduzione dell’IMU sulla prima casa, ma il Sindaco s’impegna a verificare se sarà possibile farlo nel corso dell’anno.
La maggioranza ha votato contro la proposta del Comune dei Cittadini di utilizzare  l’avanzo di amministrazione non vincolato del 2011 (735 mila euro) per ridurre l’ IMU sulla prima casa che, a Campiglia,  è stata applicata con l’aliquota massima del 6 per mille, nonostante il Comune abbia una pressione tributaria superiore alla media regionale.  La motivazione è stata che, votando la nostra proposta, avrebbero sconfessato il bilancio che hanno approvato a marzo. Argomento privo di fondamento, visto che l’avanzo di amministrazione del 2011 è stato accertato dopo l’approvazione del bilancio preventivo del 2012 e che il Comune deve stabilire come utilizzare queste risorse finanziarie aggiuntive, modificando il bilancio approvato.

Inconsistenti sono stati anche gli altri argomenti usati dalla maggioranza per respingere il nostro ordine del giorno, come quello che l’IMU non sarebbe un gran salasso per le famiglie  e che la legge non consentirebbe di destinare l’avanzo di amministrazione per la riduzione delle entrate tributarie.
Sul fatto che l’IMU non sia un salasso per le famiglie possono giudicare benissimo i cittadini. Per quanto riguarda la legittimità della proposta è stato ampiamente dimostrato che, in sede di assestamento di bilancio, è sicuramente possibile ridurre l’IMU e alleggerire il peso fiscale sulle famiglie e le imprese nel 2012.

Il Sindaco, intervenendo nel dibattito, ha dichiarato che, per effetto dei tagli statali,  la tassazione comunale sta raggiungendo livelli insostenibili e che, se ci saranno le condizioni, l’impegno della Giunta sarà quello di ridurre le aliquote dell’IMU sulla prima casa nel corso dell’anno.  In ogni caso, concordando con quanto richiesto dal nostro gruppo, ha assunto l’impegno di non aumentare ulteriormente la spesa corrente che nel 2012 è superiore a quella dell’anno passato e che per noi poteva già essere ridotta a marzo. Non è poco se si considera che la maggioranza aveva definito pochi giorni fa la nostra proposta “comica” e “stravagante”.
Una posizione che abbiamo apprezzato, ma che non si è tradotta in un ordine del giorno che avremmo potuto votare all’unanimità.  La cosa c’interessa relativamente.  Quello che conta è che in Consiglio il Sindaco abbia assunto l’impegno di ridurre la pressione tributaria nel corso del 2012, in particolare per la prima casa.  Se lo farà troverà il nostro sostegno».

Comune dei Cittadini

___________________________

PIOMBINO: INTERPELLANZA UDC SU PONTEDORO

Luigi Coppola, Consigliere comunale dell’UDC a Piombino ha  presenta la seguente interpellanza.

«Premesso  – inizia Coppola – che vi sono state precise lamentele riguardo a presunti atteggiamenti non consoni alla tutela ambientale ed al rispetto delle norme in materia di recupero dei rifiuti prodotti da attività di cantiere nautico per gli interventi sui piccoli natanti nell’area di pertinenza e limitrofa alla Cooperativa Pontedoro.

Secondo alcune informazioni in forma confidenziale e chiaramente non contestualmente dimostrabili, vi sono potenziali situazioni di degrado e di trascuratezza che potrebbero contaminare l’ambiente circostante.
Soprattutto l’uso di alcuni materiali e solventi non adeguatamente utilizzati e soprattutto non dismessi come la prassi normativa imporrebbe.

Auspichiamo che tali considerazioni non abbiamo un fondamento e che tali lamentele siano frutto di eccessive preoccupazioni da parte di coloro che le hanno sollevato.
Allo stesso tempo, onde evitare implicazioni di qualsiasi genere, riteniamo opportuno che la questione sia posta agli organi competenti e che siano effettuati accurati controlli.
D’altronde l’ambiente è di tutti e deve essere preservato, in particolare in una realtà come la nostra che per ovvi motivi ben conosciuti ha già subito fin troppe contaminazioni».

Luigi Coppola interpella il Sindaco per conoscere:
– se è a conoscenza della questione in essere;
– se ha già contattato gli organi di controllo competenti;
– se ritiene opportuno che vi siano dei controlli in modo da evitare qualsiasi tipo di problematica, anche per evitare che ci possano essere ripercussioni nei confronti della Cooperativa Pontedoro, alla quale di fatto ad oggi senza precise motivazioni, non si possono e non si devono  addurre responsabilità di nessun genere;
– se la situazione ambientale dell’area in questione abbia già in passato mostrato sintomi di potenziale inquinamento per eventuali interventi da imputare all’attività di cantiere nautico per interventi su piccoli natanti.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.6.2012. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DELL’8 GIUGNO 2012”

  1. ASTUTO CACCIATORE

    A proposito dell’articolo sul traghetto per Rio Marina: cosa ci fa un vecchio rappresentante della partitocrazia Piddina alla dirigenza del carrozzone semi-privato e semi-pubblico della nuova Toremar ? (Domanda retorica: cosa ci fa lo sappiamo bene)
    Signore e signori, una sola ed unica parola dobbiamo pronunciare: BASTA con questo regime, BASTA.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 29 giorni, 4 ore, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it