FUSTI TOSSICI ALLA GORGONA: “RISPETTARE I TEMPI O AGIREMO IN DANNO”

La nave che ha subito l'incidente

FIRENZE – “I tempi di recupero dei fusti persi in mare nel dicembre scorso vanno assolutamente rispettati”. A ribadirlo è il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, appena rientrato da Bruxelles e preoccupato per un nuovo possibile rinvio delle operazioni di recupero dei fusti persi al largo della Gorgona dal Cargo Venezia.

“Per questo – prosegue -, in pieno accordo con il Comune di Livorno, abbiamo chiesto alla Capitaneria di porto di Livorno di intervenire per il rispetto degli impegni assunti per il completo ritrovamento dei fusti ancora mancanti e per l’avvio delle operazioni di recupero e di predisporre un atto di ingiunzione rivolto alla compagnia Atlantica Navigazione Spa perché, appunto, si rispettino i tempi indicati nel piano presentato e approvato ad aprile. Se gli impegni non saranno mantenuti, ci riserviamo di agire in danno: faremo noi l’intervento al posto dei privati e poi saranno rimesse le spese. Non ci possono essere incertezze: è stato messo a punto un cronoprogramma e questo deve essere rispettato”.

“Questi continui rinvii nel completare la ricerca e nell’avviare le operazioni di recupero – dichiara il sindaco di Livorno Alessandro Cosimi – non sono accettabili. E non è comprensibile dopo diversi mesi dalla data dell’evento. Se il privato non è in grado di realizzare il piano previsto, che si adottino le necessarie misure sostitutive e, anche attraverso l’impiego della Marina militare da più parti e da più tempo sollecitato, si giunga a mettere in atto definitivamente le misure necessarie alla bonifica del tratto di mare coinvolto. Voglio rassicurare i cittadini di Livorno che sia da parte del Comune che delle
altre istituzioni – conclude il sindaco – c’è stata in questi mesi una costante attenzione alle misure messe in atto dalle autorità competenti per garantire il controllo sulla sicurezza alimentare e sulla qualità del mare”.

Il Piano predisposto dalla società Castalia per conto della compagnia Atlantica Navigazione Spa prevede che dal 7 maggio al 13 si prosegua la ricerca dei fusti tuttora dispersi che sono circa cento. E che dal 14 maggio si provveda invece al recupero dei 96 già individuati, tramite il posizionamento sul fondo del mare di un robot con braccio motorizzato che preleverà i fusti e li inserirà in contenitori metallici stagni che al momento sono in corso di realizzazione.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.5.2012. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 11 ore, 46 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it