FERRUCCIO SANSA DENUNCIA L’AFFAIRE DELL’AUTOSTRADA TIRRENICA

Ferruccio Sansa, il giornalista del quotidiano “Il Fatto” denuncia senza mezzi termini la vicenda dell’autostrada Tirrenica nel suo nuovo libro “Il Sottobosco” scritto a due mani con il collega Claudio Gatti. Il libro affronta il rapporto malato tra politica, economia e finanza. Nell’intervista di presentazione rilasciata al blog di Grillo al primo punto tra gli esempi di politica che si incontra con gli affari c’è proprio la vicenda dell’autostrada Tirrenica.

Sansa illustra la vicenda ed i personaggi coinvolti, spiegando che l’opera è voluta contemporaneamente sia dal centro destra e dal centro sinistra.  Spiega la figura dell’ex assessore Riccardo Conti, la figura di Antonio Bargone, controllore di se stesso e altri passaggi da noi denunciati più volte.

La notizia è oggi di particolare importanza perché sembra che che dopo l’approvazione tecnica da parte del CIPE, i soggetti coinvolti nella vicenda stanno facendo grandi pressioni affinche l’opera sia approvata dalla parte politica il prima possibile. Addirittura entro il prossimo mese. Dopo questa ultima approvazione l’opera diventera eseguibile.

La cosa potrebbe avere senso affinche l’opera sia approvata prima che diventi a pagamento il Lotto 1, il cui pedaggio è anch’esso imminente, che mostrerebbe nei fatti al cittadino ciò che è stato fatto. L’acquisizione ad un privato di una strada pubblica, realizzata con i soldi pubblici, che dopo un adeguamento della corsia di emergenza ed il cambio del colore dei cartelli, impone un pedaggio che è il più alto d’Europa.

_____________________________________

A livello locale invece sempre più partiti si dissociano da questa opera inutile e costosa. Sotto potete leggere un comunicato congiunto dei seguenti partiti e liste civiche in Val di cornia: Sinistra e Libertà circolo cento passi; Andrea Serni responsabile IDV Val di Cornia; Comune dei Cittadini; Forum del Centrosinistra per San Vincenzo; Uniti per Suvereto; Rifondazione Comunista Federazione Val di Cornia Elba; Partito dei Comunisti Italiani Val di Cornia.

«La SAT ha presentato il progetto definitivo per trasformare la Variante Aurelia in autostrada a pagamento. Alcuni punti sono estremamente chiari: non ci saranno esenzioni per nessuno, tutti pagheranno per usare ciò che ora è gratuito, non ci sarà nessuna opera complanare e la 398 non arriverà al porto ma si fermerà a Gagno.

In queste condizioni il traffico oggi sulla SS1 si riverserà completamente sulla Vecchia Aurelia e l’intero territorio sarà penalizzato, diviso, meno sicuro e vivibile.

Compito delle Amministrazioni Locali, di fronte a tutto ciò, è pretendere che il progetto debba prevedere la completa gratuità per i residenti nelle Province di Livorno e Grosseto e debba includere il completamento fino al porto della 398.

La Val di Cornia non è disposta a subire decisioni unilaterali da parte della SAT che ha respinto tutte le richieste avanzate in tal senso anche dalle Province di Livorno e Grosseto nonché dalla Regione Toscana.

Con simili condizioni l’opera non è sostenibile per i territorio e rappresenta un grave danno destinato a perdurare nel tempo».

Firmatari

Sinistra e Libertà circolo cento passi; Andrea Serni responsabile IDV Val di Cornia; Comune dei Cittadini; Forum del Centrosinistra per San Vincenzo; Uniti per Suvereto; Rifondazione Comunista Federazione Val di Cornia Elba; Partito dei Comunisti Italiani Val di Cornia. (12-4-2012)

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.4.2012. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie, video. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

4 Commenti per “FERRUCCIO SANSA DENUNCIA L’AFFAIRE DELL’AUTOSTRADA TIRRENICA”

  1. Luca

    Gesù conio un termine che calza a pennello a questi ladri… “Sepolcri imbiancati”.

    Io mi chiedo cosa aspetta la magistratura ad intervenire sulla vicenda. Hanno i nomi, hanno il movente e hanno l’arma del delitto.

    Che paese imbarazzante…

  2. ASTUTO CACCIATORE

    Carissimo Luca, forse non hai ancora capito come si muove la magistratura: agisce solo con certi criteri….

  3. giuliano parodi

    io ho pronto l’esposto..devo solo inviarlo…poi vediamo se aprono u fascicolo…

  4. giuliano parodi

    sono anni che diciamo quello che Sansa dice e scrive nel suo libro, speriamo che al solito visto che ora l’informazione ha valenza nazionale arrivi meglio alle orecchie poco attente dei cittadini della val di cornia….

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 24 giorni, 1 ora, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it