LUCCHINI, ROSSI CHIEDE IL COINVOLGIMENTO DEL GOVERNO E INCONTRA LE BANCHE

Il presidente reg. Rossi con il sindaco di Piombino

FIRENZE – La situazione della Val di Cornia e in particolare della Lucchini è stata al centro dell’incontro che il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, insieme all’assessore alle attività produttive, lavoro e formazione Gianfranco Simoncini ha avuto nel tardo pomeriggio di oggi con le organizzazioni sindacali (Fiom, Fim e Uilm) e con Confindustria. L’incontro era stato chiesto al presidente dai sindacati.

Anche alla luce del confronto che si era svolto ieri, su iniziativa dell’assessore Simoncini, tra Regione, sindacati e management dell’azienda, è stata ribadita l’esigenza di un coinvolgimento nella vicenda del governo, vista la rilevanza nazionale della crisi dell’azienda siderurgica piombinese. Un tavolo regionale seguirà costantemente l’evolversi della situazione nelle prossime settimane.

Tra le decisioni assunte oggi dal presidente Rossi quella di attivare un confronto col sistema creditizio per avere un quadro dettagliato rispetto all’avanzamento del piano di ‘asseveramento’ del debito della Lucchini.

Una particolare attenzione è stata dedicata alla difficile situazione dell’indotto e delle tante aziende creditrici della Val di Cornia. Per risollevare le aziende in difficoltà il presidente ha detto di auspicare una riduzione a breve del debito da parte del gruppo.

Rossi ha poi annunciato la decisione della Giunta di chiedere un incontro urgente col neo-ministro Passera sulle questioni più rilevanti del sistema economico toscano: oltre alla vicenda Lucchini, la Ansaldo Breda e la Selex.

___________________________

 

Lucchini. Pd, Passera convochi tavolo per futuro dell’azienda

“Il ministro Passera apra subito un tavolo sul futuro dello stabilimento siderurgico Lucchini di Piombino che sta vivendo una gravissima crisi produttiva e occupazionale. Abbiamo chiesto un immediato interessamento del ministro allo Sviluppo con una lettera del capogruppo Pd in commissione Attività produttive, Andrea Lulli. Il Pd presenterà una mozione parlamentare per chiedere al governo di affrontare la questione della siderurgia italiana in una visione strategica di politica industriale all’interno della quale lo stabilimento Lucchini occupa un ruolo di primo piano”.

Lo dice Silvia Velo, deputata del Pd e vicepresidente della commissione Trasporti, dopo la riunione del dipartimento economia e impresa, tenutasi oggi presso il gruppo del Pd a Montecitorio, durante la quale è stato affrontato il tema della crisi della Lucchini.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.11.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 4 ore, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it