PIOMBINO: NUOVA SEGNALETICA PER I TAR-TASSATI DELLA ZTL

Sulla destra il nuovo cartello

L’assessore Murzi ha risposto per iscritto al consigliere di “Futuro e Libertà” Giampiero Amerini sulla vicenda delle multe fatte dalle telecamere, in particolare nel varco alla ZTL in Piazza Umberto I°.  L’ultimo consiglio comunale però si era sciolto per la mancanza del numero legale, e quindi non è stata discussa la mozione relativa alle multe nella ZTL.

Una cosa è certa: dal primo gennaio al 22 luglio sono state 8.290 le multe fatte dalle telecamere poste ai varchi delle ZTL. Poco meno di tremila nei primi due mesi estivi. E parliamo solo delle infrazioni immortalate dalle telecamere ZTL, non delle multe apposte al vetro dell’automobilista indisciplinato dal vigile di turno.

Un bel “gruzzolo” per le casse del comune che però indirettamente ammette le sue colpe apponendo due nuovi cartelli segnalatori dopo le proteste del consigliere di opposizione Amerini.

Riportiamo il documento comunale e la risposta di Amerini agli iscritti al gruppo Facebook «I tarTASSATI dalle multe nella nuova ZTL di piazza Umberto a PIOMBINO» che proprio non ci stanno a questa nuova «tassa della ZTL mal segnalata» inventata dal comune e pensano oltre agli immancabili ricorsi, anche ad una Class Action.

_____________________________

Oggetto:         Risposta alla mozione presentata sulla segnaletica ZTL Piazza Umberto I°

Prot. n. 20788 del 24.8.2011

In merito alla mozione presentata sulla segnaletica ZTL Piazza Umberto comunico quanto segue.

L’articolo 38 del Codice della Strada prevede che le prescrizioni della segnaletica verticale prevalgano su quelle dei segnali orizzontali,ma non per questo la segnaletica orizzontale può essere ignorata.

L’art 79 del Regolamento di esecuzione del Codice delle Strada riporta che lo spazio di avvistamento sia “indicativamente” 50-80 metri. Il legislatore quindi non ha voluto dare delle misure prescrittive e questo perché le configurazioni e le geometrie delle strade che si ritrovano nella realtà cittadina non sempre sono tali da consentire il raggiungimento dei succitati valori. Questo accettando l’ipotesi, assai controversa, che un’area di carico-scarico costituisca un impedimento alla viabilità dei cartelli stessi. Ritengo quindi che la segnaletica installata sia perfettamente in regola con quanto previsto dal Codice della Strada.

Al fine comunque di fugare ogni dubbio e polemica sulla possibile cattiva visibilità della segnaletica verticale è stato recentemente installato un segnale anche sul lato sinistro della via (sgombro da aree di carico-scarico) ed è stato installato un ulteriore cartello con funzione di preavviso in prossimità dell’intersezione con via Costa.

Con queste ulteriori modifica la segnaletica stradale, nella sua ridondanza, risulta leggibile in ogni condizione anche dai più distratti degli utenti della strada.

15-9-2011

Elisa Murzi

«Il consiglio comunale – ha commentato su Facebook Giampiero Amerini – si è sciolto per mancanza del numero legale e, quindi non è stata discussa la mozione relativa alle multe in Piazza Umberto I. L’assessore Murzi mi ha consegnato una risposta scritta che da una prima indicazione sulla posizione del comune. La decisione spetta al consiglio comunale, ma è scontata.

Del resto non mi aspettavo, e non mi aspetto, che la mozione venga approvata. Per altre azioni devo comunque aspettare la decisione ufficiale.

Come si può vedere dalla risposta dell’assessore pubblicata sopra (documento ufficiale regolarmente protocollato e, quindi usabile per prova nei ricorsi. Mi assumo tutte le responsabilità per il suo uso e o divulgazione), sono stati aggiunti due nuovi segnali: Questo dimostra che la stessa amministrazione riconosce che la segnaletica non era sufficiente!».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.9.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 14 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it