CAMPIGLIA: PD E PSI SUL COMUNE UNICO DELLA VAL DI CORNIA

la Val di Cornia

Riportiamo integralmente due interventi, del PD e del PSI di Campiglia, sulla proposta di comune unico.

Quello che ci chiediamo con curiosità è il nome dell’ipotetico nuovo comune allargato: comune di Piombino? Comune della Val di Cornia?  Siamo convinti che già questo diventerebbe motivo di discussione…

 

PD CAMPIGLIA: DEL COMUNE UNICO SI PARLI NELLE SEDI APPROPRIATE

A causa dell’intenso dibattito giornalistico sulla sovracomunalità nella Val di Cornia, il coordinamento del PD di Campiglia Marittima sente il dovere di esprimere la propria opinione.

Le forze politiche che hanno governato Campiglia Marittima sono sempre state protagoniste nel dibattito sulla sovracomunalità, e vogliono continuare ad esserlo. L’idea del Comune Unico arriva dal passato, quando sembrava il naturale proseguimento degli sforzi politici e amministrativi volti ad una maggiore coesione del territorio. Oggi riteniamo che questa proposta debba essere ripresa, dato il sentiero intrapreso dallo sviluppo generale. Un mondo globalizzato sente la necessità di una maggiore aggregazione dei territori che da soli contano sempre meno a fronte di sfide sempre più grandi. I Comuni sentono il bisogno di avere da un lato un maggior potere contrattuale di fronte alle forze economiche e sociali, che permetta anche di attrarre investimenti; e dall’altro di razionalizzare i servizi, diventati troppo ingombranti per essere sostenuti da piccole comunità.

Per questo siamo apertamente contrari ad un dibattito che tenda a presentare il Comune Unico come una risposta verso una finanziaria che vede negli enti locali il principale problema italiano, o una risposta al vento dell’antipolitica, che vede il problema negli amministratori.

Per fare questo è necessario presentarsi con una proposta seria di fronte alla comunità, perché la parola Comune Unico deve essere riempita di contenuti. Prima di tutto bisogna presentare un progetto che armonizzi il nostro territorio dal punto di vista politico e istituzionale, in cui tutti i cittadini e  i territori si sentano partecipi ed inclusi. Veniamo da un periodo in cui la  sovracomunalità ha subito uno stallo se non un arretramento. Siamo pertanto favorevoli a questa nuova accelerazione, ma  la discussione deve essere ricondotta al più presto nelle sedi e nei luoghi appropriati se non vogliamo che sia ricordata come una polemica giornalistica estiva, ed invitiamo gli amministratori ad accelerare sulle politiche comuni anche in assenza di un livello istituzionale superiore.

Come PD di Campiglia, a fianco della Amministrazione Comunale, per la nostra storia politica e amministrativa, vogliamo essere protagonisti di questa nuova stagione di innovazione e di riformismo istituzionale.

                                                                              Coordinamento PD Comune di Campiglia Marittima

_____________________________

PSI CAMPIGLIA: OK AL COMUNE UNICO VAL DI CORNIA

“L’idea di un Comune unico in Val di Cornia trova d’accordo anche noi socialisti di Campiglia in quanto pensiamo che ci sia un miglioramento dei servizi ai cittadini e un risparmio sostanziale nella spesa pubblica”.

“Avere a disposizione un territorio importante come il nostro permetterebbe a tutta la Val di Cornia di affrontare la concorrenza degli altri territori limitrofi e non con un’ottica più forte nella contrattazione e soprattutto lontana dalla centralita’ del capoluogo provinciale: basti pensare allo sviluppo portuale e della sua autority,i collegamenti terrestri con la rivalorizzazione della ferrovia e della futura autostrada annessa alle opere complanari,nonche’ a tutte le attivita’ produttive talvolta fiore all’occhiello della nostra zona come l’agricoltura”.

“Si faccia quindi questa operazione gia’ dalla prossima legislatura senza indugiare. Il partito socialista di Campiglia  ritiene necessario,in vista della scure della manovra finanziaria,agire al più presto ottimizzando le risorse e contravvennendo alle difficolta’ gia’ adesso importanti nella gestione della cosa pubblica tenendo però in considerazione le esigenze e le necessità di quei comuni lontani dal cuore della Val di Cornia. Avanti per cui con il comune unico con idee ben precise e con i territori che manifestano la totale adesione a questo progetto ambizioso”.

PSI CAMPIGLIA

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.8.2011. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 16 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it