GELICHI : «ANSELMI NON PUO’ SOSPENDERE GLI ASSESSORI»

Anselmi e Gelichi in un fotomontaggio

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Il Sindaco Anselmi, nel giro di un giorno prima sospende suo “malgrado e non senza sofferenza” gli assessori Giorgi e Chiarei “dalla partecipazione alle attività della giunta, almeno fino a nuovi chiarimenti tra i partiti che compongono l’attuale coalizione sul tema dell’adeguamento infrastrutturale del territorio” poi evidentemente informato che non può sospendere ma può solo nominare o revocare precisa telefonicamente che «si tratta di un atto puramente simbolico».

Non si capisce se la presenza degli Assessori sia funzionale al bene pubblico, come dovrebbe essere, oppure gli stessi svolgono una mera rappresentanza politica di equilibrio della maggioranza, utilizzabile in qualsiasi momento dal PD per mandare messaggi che chiedono totale obbedienza.

Intanto il PD insieme al PDL non vogliono  far conoscere il progetto della futura autostrada tirrenica e non  vogliono farne oggetto di discussione attraverso Consigli comunali aperti.

Però le notizie arrivano, se non altro per la fonte ufficiale che è la Regione Toscana, e si apprende  almeno che  nel progetto presentato dalla SAT non c’è viabilità alternativa nel progetto definitivo, c’è il pedaggio per tutti e la 398 arriva solo fino alle Terre Rosse. Allora dato che il Consiglio Comunale del 29 aprile scorso ha stabilito che è «indispensabile la realizzazione della 398 fino al porto e la realizzazione di viabilità alternativa o l’esenzione del pedaggio per i residenti e da’ mandato al Sindaco di porre queste istanze in ogni sede competente» e dato che entro venerdì prossimo i Comuni dovranno far pervenire alla Regione le proprie osservazioni sul progetto definitivo della Tirrenica ci uniamo a coloro che hanno chiesto che i Sindaci della Val di Cornia pubblichino sui loro siti ufficiali e sulla stampa gli atti che hanno fatto pervenire o che faranno pervenire alla Regione entro venerdì 29 luglio.

Lo facciano i Sindaci, così saremo tutti partecipi e contenti, la fiducia nelle istituzioni non sarà incrinata e “l’etica della responsabilità e dell’affidabilità” riuscirà rafforzata. Non sappiamo dire se solo a Piombino o anche in tutta la Toscana e l’Italia ma questo sarebbe già sufficiente.

 Riccardo Gelichi
Portavoce di AscoltaPiombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.7.2011. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 21 giorni, 14 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it