5 STELLE: AUTOSTRADA TIRRENICA, ESPROPRIO DI UN BENE COMUNE

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato della lista civica 5 Stelle di Piombino e Val di Cornia (Grillo) sulla proposta della SAT di trasformare tutta la Variante Aurelia in Autostrada a Pedaggio. Ormai i comunicati di protesta sull’argomento che ci arrivano sono così numerosi che siamo costretti ad avviare una rubrica settimanale che raccoglie tutti quelli che giungono alla nostra redazione e che pubblicheremo integralmente.

«La SAT ha presentato in questi giorni il piano definitivo della costruenda autostrada Tirrenica sul tracciato Variante Aurelia, con tanto di bandi per espropri (lotto Cecina-Scarlino) e tempi contingentati per le osservazioni (da fare ovviamente in pieno periodo estivo, per rendere più difficili i ricorsi).

Il Movimento 5 Stelle di Piombino giudica il progetto SAT un vero e proprio esproprio di un bene comune (la libertà di mobilità gratuita) e un ulteriore tassa che viene accollata ai cittadini sotto forma di pedaggio.

La costruenda autostrada Tirrenica nel tratto che ci riguarda direttamente ricalcherà il tracciato già esistente della Variante Aurelia, superstrada a 4 corsie, collaudata dall’ANAS per 110 Km/ora, sufficientemente sicura e poco transitata e, soprattutto gratuita, senza pedaggio, già pagata da noi e dai nostri genitori.

A nostro avviso ci troviamo di fronte ad un esproprio di un bene comune, per realizzare un’opera inutile, costosa per la collettività e dannosa per ambiente ed economia.       Siamo convinti di assistere a un regalo ai privati di un patrimonio pubblico; a un’ennesima tassa imposta col silenzio-assenso.

Una tassa, pesante e iniqua, a carico dei cittadini, addirittura persecutoria nei confronti dei tanti lavoratori pendolari o di chi dovesse utilizzarla per motivi di salute.
Vorremmo sapere da chi ci amministra e si mostra così favorevole a questo progetto, quali vantaggi ne derivano per la collettività? Quali per l’economia, per il turismo, per l’agricoltura?

La risposta del Movimento 5 stelle di Piombino è che non ce ne saranno, anzi che la popolazione ne avrà solo danni e svantaggi: pagamento di un pedaggio che sarà tra i più costosi d’Italia (si parla di 15 cent/Km), un’autostrada di serie b (in molti tratti non è prevista la terza corsia), ulteriore cementificazione e consumo del territorio,
Si metterà ancora mano nelle nostre tasche e saremo ancora noi cittadini a pagare un esproprio. Se non ci fosse una enorme fiducia nei nostri amministratori locali si potrebbe addirittura pensare a qualche cosa che assomiglia ad un furto perpetrato nei confronti dei cittadini.

“Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.”

Movimento 5 Stelle Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.7.2011. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

7 Commenti per “5 STELLE: AUTOSTRADA TIRRENICA, ESPROPRIO DI UN BENE COMUNE”

  1. evandro

    Trasformare la variante aurelia in autostrada a pagamento, non solo a mio avviso è un FURTO, ma anche un offesa per tutti i cittadini che hanno già pagato.

  2. anselmo

    Giusto Evandro,però devo aggiungere che l’italia ha un debito pubblico pauroso e per motivi aritmetici non ha i soldi per completare l’opera.
    Quindi sarebbe solo un cantiere infinito utile a far guadagnare ai soliti devastatori.
    Non credete a quelli che vi dicono che l’autostrada la fa il privato SAT.
    E’ una favola di mezza estate.

  3. danilo

    L’autostrada è utile per tutti, così com’è adesso l’Aurelia è insicura e pericolosa, il fondo stradale è pessimo.
    Si dovrebbe studiare una soluzione nell’interesse di tutti, ma un’autostrda tirrenica è fondamentale per tutta la parte tirrenica del paese.

  4. Ubaldo

    L’autostrada è utile solo per la SAT e per i suoi amici e soci (Lega coop, MPS, caltagirone, Gruppo Gavio) che vogliono i nostri soldi, rubandoci una Variante più che adeguata alle esigenze odierne e del futuro (in cui NON sono realisticamente previsti nè aumenti di traffico sostanziali, nè aumento della vendita di auto, nè diminuzione del prezzo della benzina)…. La variante è NOSTRA, già pagata, sicura, collaudata ANAS per 110km/ora (solo 20 in meno dell’autostrada …ma senza barriere)…
    Farà aumentare il costo dell merci, disincentiverà il turismo (un costo ulteriore in questi periodi di crisi è deleterio) obbligherà chi NON PUO’ permettersela ad andare su complanari inesistenti o letali… il pedaggio impoverirà tutti noi…
    Ma dove è che è UTILE e indispensabile datemi una cifra… se no sono sole parole al vento, litanie bugiarde, che non è perchè detta cento volte diventano vere…rimangono bugie…

  5. Luca

    Perchè tu dai cifre? Fai un elenco astratto di “previsioni” catastrofiche e di chi secondo te si arricchirà , ma sono sempre opinioni tue e della maggiorparte dei commenti autoreferenziali che ci sono qua dentro.
    L’ autostrada è utile a tutti noi, il tratto da Palazzi a Civitavechhia è l’ unico pezzo che manca ad unire il nord con il sud, le merci viaggiano e viaggeranno cmq in strade più sicure e veloci a prescindere dai costi, il turismo avrà un impennata con l’ adeguamento autostradale e i residenti non pagheranno un euro per il transito.

    “Le bugie non hanno affatto le gambe corte, per mantenere la stima in noi stessi ci giustifichiamo con buone dosi di ipocrisia”

  6. Luca bini

    Accidenti che montagna di menzogne sparate una dietro l’altra.
    La verità che da Venturina a Livorno ci vorranno (andata e ritorno) 20 euro, che i residenti pagheranno. Non lo dico io, lo hanno detto MAtteoli e Bargone.
    Se poi uno vule credere alle favole, alle merci che passeranno tutte dalla stessa strada di prima felici di pagare, ai turisti che felici pagheranno l’autostrada e ai residenti che invece unti dal signore non saranno toccati da questa sciagura, fate pure. Mi dispiace solo che quando i “locchi e creduloni” del PD si renderanno conto del bidone che è stato a loro tirato, sarà troppo tardi!

    P.s. LA SS398 non arriverà al porto, sfido chiunque, carte alla mano, a smentire questa affermazione. Gli pago una cena.

  7. Jessica

    La favoletta dello sviluppo economico è come sempre lo zuccherino per addolcire la pillola amara. Non stiamo parlando di adeguare un’infrastruttura in decadimento, perchè la variante è già funzionale(magari andrà migliorata ma restando pubblica)stiamo solo parlando di lasciare che a metterci le mani siano interessi privati, così come succede in altri settori, giustificando tali manovre con motivazioni patetiche e demagogiche in stile Berlusconi. Con questa sommessa accettazione ci stanno derubando della sanità, della scuola etc.. come al solito ci sveglieremo troppo tardi?

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 14 ore, 33 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it