TOREMAR, BILANCIO IN ATTIVO. TARIFFE FERME AL 2010

La Planasia lascia il porto di Piombino

Approvato questa mattina il bilancio di Toremar spa, che chiude il 2010 con i conti in equilibrio e con un leggero attivo. Soddisfatto l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao che ribadisce la volontà della Regione, unica azionista della compagnia, di non aumentare i prezzi dei biglietti.

“Le tariffe Toremar resteranno quelle del 2010 – assicura Ceccobao –  Toremar continuerà a svolgere l’effetto calmierante sui prezzi che ha da sempre avuto dando un sostegno ai residenti ed all’economia turistica”. Una scelta che assume ancora più valore data la tendenza all’aumento dei prezzi dei biglietti nel trasporto marittimo a causa dell’aumento del costo del carburante (l’esempio più eclatante è quello della sardegna, dove alcune compagnie private hanno aumentato i prezzi dei traghetti anche del 120%).

Sui ricorsi presentati al Tar sull’esito della gara per l’aggiudicazione della compagnia, l’assessore ricorda che la Regione aspetta il parere del tribunale e procederà in base alle sue decisioni. E’ comunque confermata la strategia di privatizzazione. “La privatizzazione della compagnia è una scelta necassaria – spiega l’assessore – e attraverso la gara a doppio oggetto otteniamo due risultati. Anzitutto il bando di gara impone ai nuovi proprietari di investire nel rinnovamento della flotta e la vicenda della Oglasa è la dimostrazione del fatto che la flotta Toremar ha bisogno di essere rimnnovata. Inoltre la Regione resta titolare di un contratto di servizio che garantirà ai cittadini un servizio pubblico di collegamento tra la terraferma e l’isola ed ai turisti per una politica tariffaria più controllata. Il contratto varrà per 12 anni e alla scadenza sarà rinnovato”.

Anche Angelo Roma, amministratore unico della compagnia, conferma il buon stato di salute di Toremar. “Toremar attualmente svolge 336 corse a settimana tra Piombino e l’Elba, di cui 54 al giorno nel fine settimana in estate. Abbiamo avuto il guasto, importante ed imprevisto, della Oglasa, ma abbiamo fatto fronte all’emergenza ricollocando i passeggeri attraverso accordi con altre compagnie di navigazione. Possiamo dire che il test del primo fine settimana estivo è stato superato positivamente, ci sono stati momenti di affollamento del porto, ma sono stati causati  dai lavori per l’apertura del nuovo casello di Rosignano, che hanno prodotto code e l’arrivo in ritardo di molti passeggeri. Ora che il casello è aperto questo inconveniente non si ripeterà”. Circa l’intesa raggiunta con Moby per il trasporto senza aumenti tariffari dei passeggeri con prenotazione sulla Oglasa, Roma precisa che “sono state contattate tutte e tre le compagnie che effettuano la stessa tratta di Toremar, ma due non avevano abbastanza posti liberi. Moby si è dichiarata disponibile all’accordo e questo ci ha dato modo di salvare tutte le pronotazioni senza disagi per i viaggiatori”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.6.2011. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 29 giorni, 6 ore, 8 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it