TOSCANA: COME OTTENERE I TIROCINI RETRIBUITI

Per offrire ai giovani tra i 18 ed i 30 anni la possibilità di prepararsi al mondo del lavoro con un’ad eguata formazione, la Regione Toscana cofinanzia tirocini e stage presso le imprese, con borse di studio (a titolo di rimborso spese) di 400 euro mensili. Di questi, 200 sono a carico della Regione Toscana e 200 dell’azienda. Sono esclusi stage e tirocini curriculari promossi da università, istituzioni scolastiche, centri di formazione professionale. Il giovane che accede al tirocinio deve essere inoccupato o disoccupato/in mobilità.

 

Istruzioni per l’uso:

Il primo passo possono compierlo sia il giovane sia l’azienda. Il giovane individua l’azienda (o, viceversa, l’azienda seleziona il giovane) presso la quale effettuare il tirocinio e concorda con questa il progetto formativo. L’azienda, in accordo con il giovane tirocinante, predispone la documentazione per il tirocinio e firma la convenzione con il soggetto promotore: Centri per l’Impiego, Enti Bilaterali, associazioni sindacali/datoriali, soggetti privati senza scopo di lucro, Università.

Questi ultimi comunicano l’attivazione del tirocinio ad uno dei Centri dell’impiego della Toscana, allegando convenzione e progetto formativo concordato e firmato dal giovane ed effettuano le comunicazioni previste dalla legge. I Centri per l’impiego raccolgono le domande e fanno le istruttorie di ammissibilità, valutando il progetto formativo.

La Regione comunica quindi al giovane e all’azienda la conclusione positiva d ella valutazione e il suo impegno a rimborsare al tirocinante, tramite l’azienda, 200 euro al mese. Il giovane riceve così dall’azienda 400 euro mensili. Una volta concluso il tirocinio, la Regione rimborsa il datore di lavoro per la sua parte (200 euro).

Durata

Il tirocinio ha una durata, secondo i profili professionali, da un minimo di 1 mese fino a 6 mesi, per arrivare ad 1 anno per i profili professionali più qualificati. Per i giovani disa bili il tirocinio può essere esteso fino ad un massimo di 24 mesi.

Le regole di tirocini e stage

Il tirocinio formativo e di orientamento non costituisce rapporto di lavoro e può essere previsto solo per le attività che necessitano di un periodo formativo. Il tirocinante non può sostituire contratti a termine, personale in malattia, ferie o maternità né ricoprire ruoli necessari all’organizzazione aziendale, non pu&ogra ve; svolgere funzioni che non rispettino gli obiettivi del tirocinio. L’azienda non può realizzare più di un tirocinio con lo stesso tirocinante.

Incentivi all’assunzione

Se l’azienda, alla fine del tirocinio, decide di assumere il giovane con un contratto a tempo indeterminato, la Regione mette a disposizione incentivi pari a 8 mila euro, che saranno elevati a 10 mila euro in caso di tirocinanti appartenenti alle categorie previste dall a legge sul diritto al lavoro dei disabili.

Queste informazioni, più la “Carta dei tirocini e stage di qualità in Regione Toscana”, l’elenco dei Centri per l’impiego e degli altri centri promotori e tutta la modulistica sono disponibili e scaricabili dal sito www.giovanisi.it

Per informazioni rivolgersi al numero verde 800098719 (dal lunedì al venerdì ore 9.30-16.00). E mail: info@giovanisi.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 24.6.2011. Registrato sotto Foto, Giovani e Sapere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 22 ore, 36 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it