AUTOSTRADE CEDE IL 70% DI SAT A CALTAGIRONE, MPS E LEGACOOP

Autostrade per l’Italia S.p.A. ha raggiunto un accordo con Banca Monte Paschi di Siena S.p.A., Holcoa S.p.A. (holding di concessionarie autostradali i cui azionisti sono CCC, CMB, CMC, Unieco, Cooperare e UGF Merchant), Vianco S.p.A. (partecipata al 100% da Vianini Lavori S.p.A. del Gruppo Caltagirone), Società Autostrada Ligure Toscana S.p.A. (Gruppo SIAS) per la cessione di una partecipazione pari a circa il 69,1% detenuta in Società Autostrada Tirrenica S.p.A. (SAT).

La SAT, controllata oggi al 94% da Autostrade per l’Italia, è concessionaria del tratto autostradale in esercizio A12 Livorno-Rosignano (ca. 37 Km). La Società ha inoltre la concessione per realizzare il completamento dell’A12 Livorno – Civitavecchia per circa 206 km, di cui un primo lotto di 4 chilometri tra Rosignano e S. Pietro in Palazzi è in corso di costruzione.  A marzo 2011 è stato presentato ad ANAS il progetto definitivo dell’opera, che prevede un importo complessivo di investimenti stimato in circa 2 miliardi di euro.

Ad esito dell’operazione, che vede l’ingresso nel capitale di soci di riconosciuta competenza e affidabilità, le quote di partecipazione di SAT saranno le seguenti: Autostrade per l’Italia 24,89%, Holcoa 24,89%, Vianco 24,89%, Banca Monte di Paschi di Siena 14,94%, Società Autostrada Ligure Toscana che, essendo già azionista di SAT al 5,57%, per effetto dell’acquisizione di un ulteriore 4,38% verrà a detenere una partecipazione complessiva pari a circa il 9,95%, altri soci (circa 0,4%).

Il controvalore per la cessione del 69,1% della partecipazione in SAT ammonta a 67,7 milioni di euro, generando una plusvalenza consolidata per il gruppo Atlantia stimabile in circa 40 milioni di euro, oltre al provento che potrebbe risultare dalla riespressione al fair value, nel bilancio consolidato, della quota residua di partecipazione in SAT che Autostrade per l’Italia continuerà a detenere.

Il trasferimento delle azioni è subordinato alle autorizzazioni di ANAS, dell’autorità Antitrust nonché all’esperimento della procedura prevista dallo Statuto di SAT per l’eventuale esercizio del diritto di prelazione da parte degli attuali soci di minoranza.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.5.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

20 Commenti per “AUTOSTRADE CEDE IL 70% DI SAT A CALTAGIRONE, MPS E LEGACOOP”

  1. Rinaldo

    Calma Giuseppe! che succede che è questa enfasi quasi come aver scoperto chissà cosa? Non pensi si tratti di un “normale riassetto societario” così come avviene in tutte società di capitali e non solo? allego un link dalla Repubblica da cui forse hai estratto il tuo articolo, ma suggerirei di completare il resoconto anche per non allarmare inutilmente con un’operazione che al contrario potrebbe rassicurare ulteriormemte.
    Mi sbaglierò ma penso sinceramente che questo grido di allarme sia abbastanza stonato, scusa la franchezza e forse l’ingenuità chissà.
    Ecco il link: http://firenze.repubblica.it/cronaca/2011/05/13/news/ecco_finanza_e_costruttori_rossi_per_spingere_la_nuova_tirrenica-16211749/

  2. Non è un grido d’allarme. E’ il comunicato stampa copiato ed incollato di Atlantia (Benetton) proprietaria fino ad oggi del 94% di SAT. Ho solo cambiato il titolo, perché i lettori capiscano di chi si parla. CMC, CCC eccetera servono a non far capire il lettore comune.

    Come vedi, quello che ti dicevo l’altro giorno su Facebook si è avverato. Cosa fai? Credere, obbedire e combattere, oppure prendi atto che forse, dico forse, qualche “piccola” anomalia c’è? Vedi conflitti d’interesse? Chiedi chiarimenti a chi di dovere, perché di cose da chiarire adesso mi sa che ce ne sono parecchie.

    Con amicizia,
    Giuseppe

    P.s. Il titolo originale era ACCORDO PER LA CESSIONE DEL 69.1% DEL CAPITALE DI SOCIETA’AUTOSTRADA TIRRENICA. Poco allettante.

  3. giuliano parodi

    mi sembra incredibile ragionare ancora coi paraocchi…e’ destabilizzante e ve lo dice uno che sta cercando di far chiarezza sull’affaire tirrenica da diverso tempo…qui dello sviluppo del territorio non frega niente a nessuno qui c’e solo un montagna di soldi e una bella speculazione in atto, risultato finale se mai ci sara’ lo pagheranno i cittadini con un carico fiscle sulle spalle dovuto non solo al pedaggio diretto ma agli effetti dl pedaggio sui costi normali…sveglia…PD, PDL, ma non mi interessa nemmeno son stanco di nominare certe lobby…qui e’ solo una gran torta da spartire con il benestare di tutti….vergogna…

  4. Rinaldo

    La vergogna la deve sentire prima di tutto chi semina sospetti e malumore prima ancora di documentarsi a dovere. La vergogna la deve provare chi sino ad oggi ha contribuito all’solamento del nostro territorio. La vergogna la deve provare chi è in malafede pregiudizialmente e piuttosto che rendersi disponibile a ragionare cerca lo scontro costi quel che costi, altro che paraocchi degli altri si tolga i suoi piuttosto!
    Mi rivolgo ad ogni schieramento politico sia chiaro.
    Buona giornata.

  5. Alfiero

    O Rinaldo, ma di cosa parli? Qui di sospetti non c’è ne nemmeno più uno.
    Il Partito demogratico si vole comprà la superstrada, per farci l’autostrada, e co soldi del pedaggio pagacci le prossime elezioni.
    Prima avete detto che un si doveva paga mai, poi si doveva paga poco, ora ci vogliono leva anche le bretelle stradali e paga tutto.
    Cambia il colore ai cartelli e basta, l’hanno capito anche i gonzi.
    O fatela finita per favore di pigliacci per il ………. . Siamo vecchi, mica scemi.

  6. marco

    Sig Barsotti. Il primo a doversi vergognare e’ lei che ogni volta che scrive sembra che si atteggi a zerbino della giunta comunale e del sindaco, sempre a difendere tutto e tutti a spada tratta senza un minimo di autocritica.Le persone che leggono questo giornale hanno gli occhi e la mente molto piu’ aperti di quelli che la mattina leggono la “bibbia” locale, peraltro molto schierata verso il Pd , sta finendo il tempo che la gente crede ai ciuchi che volano se c’e’ scritto sull’ Unita’ . Comunque , la prego, continui a scrivere perche’ i cittadini avranno un’ottima opportunita’ di conoscere il pensiero e le persone che stanno alla base degli ingranaggi della macchina che muove ,(male), le scelte di questo territorio e che purtroppo pagheranno i nostri figli.
    saluti

  7. Rinaldo

    Io caro Marco non l’ho mai offesa e gradirei altrettanto da lei, se non gradisce qualche voce contraria alla sua lo dica pure e per il futuro cercherò di accontentarla nei limiti del possibile ovviamente.
    La scuso solo xché evidentemente non mi conosce altrimenti capirebbe come il termine “zerbino” mi calzi veramente male, mentre non so se magari per lei questo termine sarebbe più opportuno…
    Cordialità, Rinaldo Barsotti.

  8. Graziella Guglielmi

    Sig. Barsotti, forse parlare di zerbino è un po’ troppo; senza offesa penso che si possa parlare di appiattimento, se non culturale, certamente politico. Non è possibile, e non succede neanche nelle famiglie tipo “mulino bianco” che si possa condividere al 100% ogni tipo di iniziativa, idea o linea politica. La libertà, questa sì culturale, vuole che ogni individuo ragioni con la propria testa, ed abbia il coraggio di portare avanti le proprie idee, motivarle e difenderle. E’ una grande libertà anche quella di modificarle ma si può fare solo se ci viene prospettata una soluzione migliore. Non importa che risponda, ma vorrei tanto sapere se lei c’era alla raccolta di firme contro il pedaggio organizzata dal suo partito o come la pensasse prima che i suoi dirigenti cambiassero le carte in tavola. E penso anche che l’avrebbe considerata una vittoria della sinistra se quel “NO” avesse vinto. Ma ora? Come lo giustifica questo voltafaccia? Possibile anche che in Consiglio si trovi sempre in accordo con la maggioranza? E possibile anche che non abbia mai qualcosa da chiedere,o da chiarire o da modificare? Quante interrogazioni ha presentato? Quanti interventi? Quante volte ha palesato un distinguo?Certamente troverà una sua giustificazione, ma non creda di poterci prendere in giro

  9. piero

    ma cosa fa questo Rinaldo, è un diregente del partito? comunque mi pare una voce solitaria, non generalizzate a tutto il pd, magari c’è ancora qualcuno che ragiona con la sua testa. O no?

  10. marco

    Sig. Barsotti
    Mi scuso se il termine che ho usato e’ stato un po’ troppo forte ,ma altre volte su questo spazio ho cercato di comunicare con lei in modo civile dopo alcune sue prese di posizione ,riguardo a certi argomenti trattati, ponendole anche molte domande, a cui lei non ha mai risposto o replicato. Con il suo atteggiamento mi sono sentito come uno dei tanti cittadini che non meritano attenzione ,rispetto , e confronto come dovrebbe essere in una societa’ civile.
    Ora che ho usato un termine “forte” che non ho mai usato in altre occasioni, ma ora l’ho fatto per provocazione lei ha subito preso l’amo e attaccato la mia persona . Perche’ non l’ ha fatto sulle mie idee e sulle mie domande poste in precedenza? Mancavano le risposte? Lo spazio per accontentarmi lo aveva avuto ma non lo ha sfruttato. Da molti mesi guardo i consigli comunali on line e una mia idea dei personaggi che gravitano nell’aula me la sono fatta , e di tutto quello che viene discusso e il come viene discusso non e’ possibile sapere leggendo solo il giornale. Invito tutti i cittadini di Piombino a fare altrettanto . Concludo dicendo che se non vuole rispondere a me lo faccia almeno nel rispetto delle signora Guglielmi che di domande ne ha fatte ben 9 !
    Cordialita’

  11. Rinaldo

    All’inizio ho semplicemente replicato a quanto aveva sostenuto l’amico Giuseppe Trinchini, tutto qui.
    La piega che ha preso poi questa discussione debordando da quanto era inizialmente l’oggetto, tracimando oltretutto nell’offesa, non mi interessa.
    E’ tutto agli atti, visibile e verificabile e chi voglia approfondire lo faccia a cominciare dalle sedute del Consiglio comunale visibili on-line.
    In quanto a lei Sig.ra Guglielmi, poiché seppure da posizioni contrapposte si mostra sempre quanto meno rispettosa, mi metto a sua disposizione indicandole la mia e-mail e su questa potrò risponderle sul mio operato più opportunamente di quanto non si debba fare qui e stia pur certa che le risponderò francamente ed in modo, mi faccia azzardare, esaustivo: rbarsotti@comune.piombino.li.it
    Saluto cordialmente tutti,
    Rinaldo Barsotti.

  12. marco

    Un’ ultima cosa ….. ma quali sarebbero gli schieramenti politici che dovrebbero vergognarsi perche’ sono ” in malafede pregiudizialmente e piuttosto che rendersi disponibili a ragionare cercano lo scontro costi quel che costi ” ? Siccome non ho visto persone che si dovrebbero vergognare di fare opposizione ( ne ho vista poca per il momento ) mi faccia i nomi che la prossima volta cerchero di prestare piu’ attenzione .

  13. Rinaldo

    Via Marco non faccia l’ingenuo…piuttosto mi faccia dire che apprezzo le parole che mi ha rivolto nel suo penultimo intervento e mi hanno fatto davvero piacere, significa che alla fin fine si può dialogare e magari alzare anche la voce di tanto in tanto purché nel rispetto reciproco. Anche a lei dico che se vuole può scrivermi e stia tranquillo che per quanto possa essere di mia competenza le risponderò senz’altro, così come farò alla Sig.ra Guglielmi poiché mi rivolge domande personali.
    Spero di incontrarla qualche volta magari per gustarci un buon caffé insieme nel rispetto delle nostre idee. Ovviamente questo vale anche per gli altri interlocutori di questa animata “ruota” . Cordialità, Rinaldo Barsotti: rbarsotti@comune.piombino.li.it

  14. giuliano parodi

    Spett RINALDO, il suo secondo intervento era demolitorio del mio…quindi con molta onesta’ e trasparenza le chiedo (son mesi che lo chiedo a tutti dalla velo ad Enrico rossi, passando anche dal Tortolini) senza slogan e frasi fatti mi argomenti quali vantaggi si avranno per la comunita’ delle provincie di livorno e GR con l’AUTOSTRADA…partendo dal fatto che sara’ fatta sul tracciato della variante aurelia 4 corsie senza cambiamenti strutturali solo dove e’ possibile la corsia di emergenza e la sostituzione del guard rail con il tipo new yersei (questo e’ contenuto negli atti)…il traffico sostenbile sara’ lo stesso non capisco perche’ cartelli verdi e pedaggio e un aumento di 20km/h possano portare TURISTI e LAVORO sulle nostre coste….mi risponda la prega che son curioso…grazie

    chi gli parla e’ un umile cittadini e consigliere comunale di suvereto che ha studiato a fondo la questione Tirrenica e si e’ fatto un idea non sugli slogan ma sui fatti (delibere CIPE, convenzioni, strutture finanziarie..)

  15. Riccardo Gelichi

    La politica fatta di messaggi subliminali è vecchia come il cucco, e se fatta male ha il senso della tragedia comica. Se si vuole parlare delle cose si deve argomentare, non fare illazioni, disquisizioni o voli pindarici. Risposte, servono risposte credibili rispetto a quello che ci aspetta e rispetto alle responsabilità del governo della regione; non diamo solo la colpa al governo per una partita che la maggioranza che governa la toscana condivide con il Ministro Matteoli. Mi pare che un’esigenza di completamento di un tratto di strada, “Grosseto Civitavecchia”, si sia trasformato in un gigantesco affare economico bipartisan sulle spalle dei cittadini, altro che servizi. Questo è abbastanza chiaro ? L’unico non condivisibile ma coerente è stato il Sindaco Anselmi che sostiene il pedaggio, tutto il resto, compreso quell’Odg contraddittorio approvato in Consiglio è lo scomposto tentativo di prendere le distanze da un troiaio, non trovo altra definizione, che doveva contenere tante belle cose per i territori e invece si rileva una bella fregatura. La responsabilità, ripeto è della maggioranza che governa la Regione Toscana che permette tutto questo.

  16. marco

    @ Sig. Rinaldo
    No non ci siamo! Non sono ingenuo , le ho chiesto solo chi sono secondo lei i soggetti politici da lei descritti ,perche’ le pregiudiziali sono a senso unico e perche’ devono essere sempre gli altri disposti a ragionare .Per l’altra questione… ho solo detto che il termine forse era troppo forte ma in sostanza la mia critica rimane intatta .Dai suoi interventi sembra che lei abbia il mandato o il dovere di difendere tutto e tutti della sua parte politica ed attaccare a testa bassa chiunque dissenta. Il termine “appiattimento” usato dalla Sig.ra Guglielmi e’ sicuramente piu’ elegante ma nella sostanza risalta un atteggiamento palpabile nei banchi dell’aula dove non si nota un minimo dei autocritica e qualcuno che si alzi e dica un “ma, se o forse”. Non vorrei che ci fossimo ridotti come tutti gli “yes men “ che bazzicano in parlamento e che fanno si o no con la testa seguendo i comandi dei loro superiori, atteggiamento questo condannato e deprecato dallo stesso PD . Non le scrivero’ una e-mail personale per farmi spiegare quello che lei ha fatto, non voglio una informazione “ad personam” , lei e’ un personaggio pubblico ,rappresenta i cittadini, e con il pubblico , non con il singolo, deve confrontarsi. Penso che se ,con la risposta che avrebbe dato in privato ,scrivesse un articolo al Corriere Etrusco, il suo amico Trinchini sarebbe ben felice di pubblicarlo.
    Saluti

  17. giuliano parodi

    io attendo le mie risposte….

  18. claudio

    Rinaldo Barsotti dice:
    “La vergogna la deve provare chi sino ad oggi ha contribuito all’solamento del nostro territorio.”
    é una accusa grave lanciata contro fantomatiche forze di opposizione.
    Ma in toscana e, a piombino ancora di più, il pd ha da sempre il comando assoluto come mai non è riuscita a rimuovere l’isolamento?
    Forse vuole dire che lui e gli altri politici sono incapaci ?
    Ci tolga questo dubbio prima possibile non possiamo immaginare di essere governati da inetti.

  19. giuliano parodi

    RINALDO dove sei??..ti ho posto una semplice domanda e come tutti gli altri (enrico rossi, matteo tortolini, silvia velo etc…) non sapete risposndere…eppure e’ semplice su,…visto che siete cosi’ convinto che l’autostrada e’ necessaria per lo sviluppo della costa…ditemi come…dati alla mano….esempi pratici, mi accontento anche di un disegnino..ma rispondete non parlate solo x frasi fatte con quelle convincete solo i boccaloni che vi danno il voto…le persone informate sui fatti han bisogno di altro…grazie….

  20. giuliano parodi

    sempre in dolce attesa…come sempre si blatera e si fa propaganda poi quando uno pone domande semplici che richiederebbero risposte semplici…il silenzio….non temere rinaldo sei in buona compagnia perche’ altri alti papaveri hanno calato il silenzio di fronte a tali domande…..

    fiducioso aspetto nuovi commenti….

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 23 ore, 3 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it