NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 1 FEBBRAIO 2011

TORTOLINI PRESENTA LA NUOVA FINANZIARIA REGIONALE

Conferenza stampa del Consigliere regionale Matteo Tortolini che alla stampa locale presenta la nuova Finanziaria regionale. Leggiamo insieme le novità che presenta e le sue conseguenze per i cittadini.

“E’ una finanziaria regionale che risponde ai tagli con il coraggio delle riforme. Una chiara volontà di puntare sui giovani, le piccole imprese, il lavoro e non penalizzare le parti più deboli della società”. Così il consigliere regionale Pd, Matteo Tortolini riassume le novità e le strategia di una legge finanziaria regionale complessa e articolata. Tortolini ricorda l’impegno finanziario importante, della Regione nell’accordo per la 398 fino al porto, 20 milioni di euro, in un momento così difficile, “una scelta che non ha precedenti e per niente scontata” e invita i sindaci della Val di Cornia e dell’Elba a sostenere iniziative per far diventare la stazione di Campiglia, stazione di bacino, “baricentrica fra Grosseto e Livorno per partecipare di diritto alla sfida dell’alta velocità”.

Il consigliere Tortolini spiega poi le strategia della finanziaria che durante questo mese proporrà a sindacati, associazioni, cittadini. “Prima di tutto non si aumentano le tasse. Una scelta per non penalizzare le famiglie e le piccole e medie imprese. Poi effettueremo una rivisitazione degli strumenti di accesso ai servizi sociali (Isee) per riformulare nuovi parametri. L’altro elemento, innovativo e coraggioso, è la riforma della presenza pubblica della Regione. Si tratta di un’operazione che non ha precedenti” ha evidenziato Tortolini. Nelle società 100% della Regione saranno ridotti i compensi dei presidenti e introdotti i gettoni di presenza invece dell’indennità In più si pensa ad accorpare alcuni settori: quello dell’acqua, del turismo e soprattutto dei trasporti. Quindi diminuzione drastica di presidenti, direttori e consigli di amministrazione e relativi stipendi. Potrebbe voler dire via Asa e Tiemme.

“Mi immagino un’autorità di controllo regionale per l’acqua – spiega Tortolini – la nostra idea è arrivare ad un soggetto più forte”, stessa cosa per il trasporto pubblico. “E’ un processo complesso, ma il settore necessita di una riforma, ci sono 32 società pubbliche in Toscana e 19 private. Noi pensiamo ad un soggetto unico integrato con la ferrovia, già a partire dal 2012. Aziende uniche senza licenziare nessun lavoratore”. Per il trasporto pubblico Tortolini ha annunciato che a fronte di un taglio del governo di 224 milioni (la Regione ne metteva 200 togliendoli dall’edilizia residenziale pubblica), il Governo sembra che reinserisca in questo capitolo circa 120 milioni. I soldi mancanti saranno garantiti dalla Regione e la speranza – ha detto Tortolini – “è che fra le linee che potrebbero essere reintrodotte ci sia quella di Ischia di Crociano”.

M.P. (La Nazione)

__________________________________

UNITI PER SUVERETO: LA GERA PERDE ACQUA

Riceviamo e pubblichiamo.

I 180 giorni concordati per il completamento del nuovo intervento sull’invaso della Gera sono trascorsi. Quasi un milione di euro di soldi pubblici sono stati spesi, ma i lavori sembrano tuttaltro che terminati. In questi mesi Uniti per Suvereto ha monitorato l’avanzamento delle opere con numerosi sopralluoghi, segnalando di volta in volta anormalita’ e ritardi. In questi giorni l’invaso doveva gia’ essere a disposizione degli utenti, ma nonostante l’impermeabilizzazione sia terminata l’acqua nella Gera sembra non restarci. Dopo essere stata riempita dalle idrovore con l’acqua del Cornia, in pochi giorni il livello e’ calato al minimo.

La situazione del canale di adduzione dal fosso delle Gore sembra anch’esso non terminato: la saracinesca e’ predisposta ma come si evince dalle foto scattate in questi gironi non pare esserci nessun impianto per l’apertura e la chiusura della medisima, ne sul posto ne tantomeno a distanza tramite cellulare, come riportato nel progetto. Inoltre i dubbi che avevamo sollevato mesi fa sulla scarsa portata del fosso stesso anche in giorni di forte piena , e quindi sulla incidenza minima per il riempimento dell’invaso, sono palesi a chiunque si faccia una passeggiata lungo l’argine, nonostante le abbondanti precipitazioni di quest’anno il livello del fosso non e’ mai salito in maniera considerevole, come si evince osservando la situazione vegetativa dell’alveo. Uniti per Suvereto solleva una preoccupazione legata alla possibile immissione nell’invaso della Gera delle acque reflue del fosso degli Acquari, fosso che si insunua nelle Gore pochi metri piu’ avanti della saracinesca, ma che per un gioco di livelli potrebbe favorire il mescolamento, sopratutto alla luce delle ultime affermazioni fatte dal Sindaco Pioli circa l’utilizzo idropotabile dell’acqua dell’invaso. In conclusione chiediamo a gran voce da oltre un anno chiarezza su questo progetto, ci riserviamo di interrogare l’amministrazione comunale, la Provincia, la Regione e il Consorzio di Bonifica affinche’ ci diano risposte precise in merito alla responsabilita’ dei ritardi nell’esecuzioni dei lavori, per non ritrovarsi di fronte all’ennesima opera pubblica incompiuta.

Giuliano Parodi

capogruppo Uniti per Suvereto

____________________________________________

UNA LISTA DI RIFORMISTI RESPONSABILI PER SALVARE L’ITALIA

“Il tam tam quotidiano che offre la politica ha completamente immobilizzato il Paese, sembra che i problemi seri come la disoccupazione, l’aumento della povertà e il disagio civile siano meno importanti del gossip”.  Così Luca Baragatti,segretario regionale dei giovani socialisti, commenta l’attuale situazione politica italiana.

“In questo momento cruciale ci sarebbe bisogno di responsabilità e lucidità per arginare i problemi dei cittadini e invece c’è più attenzione verso gli scandali: in un Paese eticamente forte, in tanti si sarebbero già dimessi”.

“L’unica via di uscita – continua Baragatti – è dar vita subito a un’alleanza stabile e condivisa di riformisti che prendano a cuore la necessità di riportare l’Italia ai vertici internazionali in ogni campo e che mettano al centro dell’azione politica i cittadini, altrimenti il berlusconismo e il populismo leghista governerà ancora a lungo la nazione”.

“Si dia, quindi, vita subito a un tavolo dove i riformisti si incontrino per dare una alternativa credibile a questa maggioranza paralizzata lasciando fuori giustizialisti e forcaioli”.

Luca Baragatti

Segretario regionale FGS Toscana

_______________________________

TALPA 2011. RISULTATI DI UNA SINERGIA POSITIVA

Parte alle ore 9,45 il messaggio d’allarme che attiva la macchina dei soccorsi predisposta per “Esercitazione Talpa 2011”, coordinata da Parchi Val di Cornia. Sul posto sono prontamente intervenuti uomini e mezzi del Comando provinciale di Vigili del Fuoco di Livorno, del Servizio 118 e della Croce Rossa.

L’esercitazione, svolta in uno scenario realistico, ha visto i vigili del fuoco impegnati nello spegnimento dell’incendio occorso al vagone batteria del treno minerario, mentre i volontari della Croce Rossa hanno provveduto all’evacuazione e alle prime cure ai “feriti” presso la tenda del posto medico avanzato della Croce Rossa collocata in prossimità della galleria. Alla maxi-esercitazione hanno preso parte circa 50 mezzi, tra operativi e logistici, e 120 uomini tra medici e personale tende del punto di medicazione, addetti del centro di coordinamento, addetti automedica, addetti ambulanze, addetti Vigili del fuoco, comparse e truccatori. Degna di nota la presenza del Dott. Franco Capone, Presidente C.R.I. Regione Toscana.

Scopo dell’esercitazione è stato quello di testare l’efficacia dei vigenti piani in materia di sicurezza all’interno del Parco archeominerario di San Silvestro, con particolare attenzione agli interventi all’interno della miniera, valutando i tempi di allertamento delle risorse disponibili e le modalità di sinergia delle diverse componenti del dispositivo di emergenza. Decisive le riflessioni maturate durante il briefing finale al quale hanno preso parte i responsabili dell’organizzazione – Davide Mancini per la Parchi Val di Cornia, Sergio Palmieri per la Croce Rossa Italiana, Paolo Ghelardi per il Comando provinciale del Vigili del Fuoco di Livorno – e il presidente della società Parchi, Luca Sbrilli.

Dai risultati finali emerge l’ottima preparazione professionale di tutti gli intervenuti che hanno operato in modo impeccabile. Tuttavia si palesano aspetti da potenziare che saranno oggetto delle prossime azioni mirate al perfezionamento dei piani di sicurezza da parte della Parchi Val di Cornia.

_________________________________________

ADSL: FREEMAX LANCIA IL NUOVO PROFILO POWER

Freemax (www.freemax.it) potenzia i propri servizi di connettività con il nuovo profilo Power, abbattendo realmente i costi di navigazione per famiglie e piccole imprese.

Da oggi Freemax rappresenta, ancora di più, una valida alternativa ai tradizionali operatori via cavo, garantendo velocità paragonabili ai servizi ADSL con costi di attivazione dimezzati.

Con la nuova offerta Power a 7 Mega, navighi senza linea fissa, grazie all’innovativa tecnologia Wimax, e senza lunghe attese per l’installazione.

Freemax, tra i protagonisti del WiMAX in Italia, è presente sul territorio nazionale già dal 2009, fornendo soluzioni a Banda Larga in Toscana, Liguria ed Emilia Romagna,  anche dove non arrivano i tradizionali servizi di connettività via cavo!

Grazie ad una efficiente rete di rivenditori, i prodotti Freemax sono disponibili in:

Toscana: Livorno, Piombino (Li), San Vincenzo (Li)Camaiore (Lu), Porcari (Lu), Castiglion Fiorentino (Ar), Aulla (Ms), Fivizzano (Ms),  Fosdinovo (Ms), Licciana Nardi (Ms), Podenzana (Ms), Tresana(Ms);

Liguria: Arcola (Sp), Santo Stefano di Magra (Sp); Emilia Romagna: Busseto (Pr), Fidenza (Pr), Fontanellato (Pr),  Calderara di Reno (Bo).

L’offerta, semplice e veloce, prevede:

Power 7:          24, 89 € al mese i.i.   Power PRO:    24,89 € al mese i.e.

Per ulteriori informazioni è disponibile il numero 0586 090909 e il sito web www.freemax.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.2.2011. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 20 ore, 38 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it