PIOMBINO: LA CAROVANA ROSA SBARCA IN CITTA’

il logo del Giro d'Italia 2011

l'assessore provinciale allo sport Bonsignori

l'assessore al turismo Pallini

il logo del Giro d'Italia 2011

Presentata la quinta tappa del Giro d’Italia 2011 che partirà da Piombino l’11 maggio. Di fronte alle associazioni sportive, alle forze dell’ordine ed alla stampa è stato illustrato il percorso cittadino e l’organizzazione logistica della manifestazione promossa dal Comitato di tappa costituito dalle autorità amministrative. L’evento, che si inserisce nelle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, sarà un’occasione imperdibile per la città e per promuovere l’immagine e le eccellenze del territorio.

La tappa vedrà un inizio avvincente e spettacolare da Piazza Bovio, dove sarà allestito il “villaggio partenza”, e proseguirà in un percorso interno all’area urbana prima di giungere al km “0” situato al Gagno, il punto nel quale avverrà il via ufficiale della Tappa con lo start del cronometro da parte dei giudici. I ciclisti effettueranno quindi una sfilata cittadina tra la folla prima di giungere alla partenza ufficiale, che sarà un momento molto suggestivo di visibilità e contatto tra spettatori ed atleti.

Da Piazza Bovio, quindi, il percorso proseguirà verso viale del Popolo, Via Giordano Bruno, piazza Verdi, Corso Italia, via Lombroso, via della Repubblica, via Petrarca, piazza della Costituzione, via Vivaldi, via Amendola, viale Matteotti, viale Unità d’Italia.

l'assessore provinciale allo sport Bonsignori

“Sarà la più bella partenza a livello scenografico di tutto il giro 2011” esordisce l’assessore provinciale allo sport Bonsignori che elogia anche il grande lavoro fatto dal comune di Piombino in vista della partenza di tappa. “Questa edizione del Giro d’Italia che si inserisce nelle celebrazioni per l’Unità, sarà speciale per molti aspetti ed è un onore per la provincia e per la città avere un appuntamento così importante sia a livello economico che promozionale”.

La presentazione dell’evento è proseguita con l’intervento dell’assessore comunale Giuliani, che sarà a capo del Comitato di Tappa istituito in questi mesi per questa particolare occasione: “vogliamo che sia il Giro di tutti e ci auguriamo che la cittadinanza collabori per rendere unica questa opportunità irripetibile per la città” sostiene Giuliani dopo aver presentato la composizione del Comitato e le varie aree di competenza.

l'assessore al turismo Pallini

Il successivo intervento dell’assessore al turismo Pallini è stato incentrato sulle opportunità turistico-economiche che un evento di questa portata può avere per una città come Piombino. L’evento, sostiene Pallini, porterà sul territorio circa 2000 persone da accogliere nelle strutture ricettive, una copertura mediatica a livello nazionale ed europeo e dei benefici per i commercianti che, secondo stime attendibili, vedranno aumentare la clientela di più del 30 % durante il periodo pre e post evento.

La manifestazione, tuttavia non si ridurrà ai giorni 10 e 11 maggio della tappa vera e propria. Il comune e il comitato organizzatore, infatti, promuoveranno in collaborazione con l’associazionismo sportivo e culturale locale una serie di iniziative storico – artistico- sociali che inizieranno il 13 febbraio con una gara di Duathlon ideata dall’Unione Ciclistica Piombinese. Nel periodo precedente alla partenza di tappa verranno organizzati appuntamenti con le scuole, mostre fotografiche, incontri con personalità della cultura e dello sport, concorsi di poesia e concorsi riservati alle attività commerciali locali. In data ancora da definire ed in collaborazione con la Pro Loco Piombino, sarà organizzata una serata musicale con cantanti delle scuole di musica della città in cui le esibizioni dovranno essere ispirate al Giro d’Italia o al ciclismo in generale.

A concludere tutte le manifestazioni, nel mese di giugno, ci sarà un evento finale in cui verranno premiati i partecipanti a tutti i concorsi.

Verrà infine istituita una pagina web specifica legata al Giro sul sito del Comune di Piombino, www.comune.piombino.li.it con tutte le informazioni logistiche ed organizzative riguardanti l’evento.

Andrea Fabbri

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.1.2011. Registrato sotto Foto, sport, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

3 Commenti per “PIOMBINO: LA CAROVANA ROSA SBARCA IN CITTA’”

  1. Graziella Guglielmi

    Vorrei tanto condividere l’entisiasmo dimostrato dall’Amministrazione tutta, ma la parte razionale di me non lo consente. Capisco tutto, la visibilità, la soddisfazione, il nome di Piombino nell’Albo d’oro, l’ulteriore fiore all’occhiello del nostro Sindaco, ma… E ce ne sono tanti “ma” da chiarire. Parlando di ricaduta economica valutata addirittura al 30%, sarà anche possibile,ma per quanto? Forse due giorni prima ed un giorno dopo, poi il giro prosegue e noi restiamo a terra. La cosa che comunque fa più paura è la logistica del percorso. Dunque, noi abbiamo una sola strada di accesso e di conseguenza una sola strada di uscita,e questa sarà chiusa per diverse ore!!! Via Giordano Bruno (percorsa in senso inverso) vuol dire che le ambulanze della Pubblica Assistenza non potranno uscire; così come sarebbe problematico per i Carabinieri. Viale Unitàd’Italia poi non permetterà l’uscita dei mezzi pubblici, degli studenti pendolari, dei Vigili del fuoco, delle ambulanze che regolarmente trasportano i malati ad altri ospedali, di chi va fuori perchè deve lavorare e del giro non gli interessa niente. Ma ci hanno pensato a questo? Avrà l’Amministrazione una risposta pronta o brillerà, come sempre per la sua assenza? La cittadinanza potrà metterci tutta la buona volontà per collaborare, ma ci sono situazioni estreme che chi organizza non può disconoscere, non valutare e risolvere. Graziella Guglielmi

  2. ahahahaha ma perfavore!

    Ottima cosa avere il giro in città! Questa sarebbe la mia esclamazione se Piombino fosse una città come le altre peccato che abbiamo un’unica via di accesso e di uscita, questo comporta, durante la mezza giornata di blocco per il passaggio delle biciclette, l’impossibilità di circolare per le ambulanze (Dio fa che nessuno si senta male fuori Piombino!) e per i cittadini che sono letteralmente segregati all’interno della città! Si cerca visibilità, ma quello che la tv renderà visibile saranno solo le acciaierie perchè dal punto 0 della tappa si vedono solo quelle (gran bella pubblicità!) Al posto di mettere bandierine tricolori e rosa in città io penserei a come migliorare davvero la vivibilità di questa splendida città in declino!

  3. claudio paci

    I due estremi
    1)la più importante corsa italiana riempie di ciclisti Piombino per due giorni.

    2)Piombino al centro di una zona turistica pregiatissima e via per l’elba non ha piste ciclabili: gli altri 363 giorni vedranno turisti e appassionati rischiare la vita in bici.
    Fare piste ciclabili si che sarebbe una iniziativa produttiva e promozionale per la val di cornia.
    Il giro serve solo alla coppia Anselmi-Pallini per il loro smisurato narcisismo.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 18 giorni, 13 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it