SAN VINCENZO: LE PREVISIONI 2011 DEL SINDACO BIAGI

Il sindaco di San Vincenzo Michele Biagi illustra gli interventi principali per il nuovo anno. Tagli al Bilancio 2011 in vista. Comunque al sicuro gli investimenti in opere pubbliche, i fondi per le politiche sociali, al cultura e la tutela ambientale.

“Il 2011 sarà un anno in cui dovremo necessariamente pensare ad una riorganizzazione della spesa pubblica del Comune, viste le difficoltà che ci troveremo ad affrontare per la mancanza di entrate e per i vincoli imposti dalla Finanziaria. Ancora non sappiamo di quale entità saranno i tagli che dovremo fare, ma a una prima ricognizione per il 2011 ci mancano 2milioni e 400mila euro per pareggiare i conti. Una parte li recupereremo lavorando sulle entrate, senza comunque aumentare né ICI né IRPEF, ma una parte dovremo tagliare. Dove, come e quanto ne discuteremo nelle prossime settimane in vista dell’approvazione del Bilancio di previsione 2011. Ma, nonostante questo, non rinunceremo a portare avanti i nostri obiettivi, in particolare dando precedenza assoluta alle iniziative che considero fondamentali per la nostra comunità. Mi riferisco ai servizi sociali, sanitari e alla famiglia del Comune che non subiranno alcun taglio. Continueremo le nostre attività e i nostri progetti così come abbiamo sempre fatto garantendo pieno sostegno alle famiglie, aiuti concreti per chi è in difficoltà, assistenza alle persone non autosufficienti, servizi per l’infanzia. Ma daremo anche continuità ad alcuni progetti che abbiamo iniziato nel 2010, come gli investimenti nelle opere pubbliche e nella manutenzione e cura della nostra cittadina, innalzando così ancora di più la qualità del vivere a San Vincenzo, migliorando le condizioni di coloro che ci abitano e facendo diventare il nostro paese un punto di attrazione per nuovi residenti e turisti.”

Questa, dunque, la linea che il sindaco Michele Biagi intende perseguire durante il secondo anno della sua seconda legislatura.

“Proseguiremo – continua il sindaco – la realizzazione di importanti opere pubbliche attraverso il piano triennale 2011-2013 che vedrà come opera principale la ristrutturazione del Palazzo comunale e una serie di investimenti nella viabilità e nella mobilità alternativa. Completeremo il progetto della Cittadella delle Associazioni, che sarà inaugurata nella prima parte dell’anno, continueremo la  manutenzione delle vie cittadine, e, in base all’accordo con Ferrovie, realizzeremo la strada alternativa a Corso Italia. Aumenteremo, inoltre, il numero di posti macchina disponibili  attraverso la costruzione di quattro parcheggi interrati che saranno realizzati in altrettante piazze e precisamente in piazza della Stazione, per il quale sono già in corso i lavori, in piazza Gramsci, in piazza Buozzi e in piazza Salvo D’Acquisto. Nei primi mesi del nuovo anno il via alla prima parte dei lavori per la ristrutturazione del Palazzo Comunale partendo dall’edificio delle ex scuole Fucini. Per quanto riguarda la mobilità alternativa realizzeremo entro l’estate il prolungamento della pista ciclabile di Rimigliano che arriverà così all’altezza dell’ingresso del Park Albatros.

Nel corso del 2010 è stato portato avanti il lavoro per la redazione del nuovo Piano Strutturale che intendiamo portare in adozione nei primi mesi del 2011. In questo percorso, avvieremo anche il procedimento amministrativo per la pianificazione del nuovo villaggio scolastico. Approveremo, inoltre, la variante al Regolamento Urbanistico per la Tenuta di Rimigliano. A seguito dell’approvazione del piano per Rimigliano, con l’inizio delle procedure per l’acquisizione delle aree, amplieremo il parco nella parte a monte della Principessa acquisendo anche l’edificio e l’area in cui si trovava la ex scuola materna comunale. A questo si aggiungerà, appunto, il prolungamento della pista ciclabile e la riorganizzazione e la messa in sicurezza dei parcheggi lungo via della Principessa. Questo progetto rappresenterà un valore aggiunto sia per la nostra comunità che per il sistema Parchi Val di Cornia.

Continueremo, inoltre, a considerare l’ambiente come una delle nostre priorità, proseguendo gli investimenti nel progetto di tutela della costa, insieme all’Università di Firenze, al quale si aggiungerà il progetto di tutela della duna nel parco di Rimigliano in accordo con la provincia di Livorno.

Da ultimo – conclude il sindaco – ma non in ordine di importanza, i progetti che coinvolgono la cultura e la scuola. Nel 2011 daremo ancora più importanza ad una struttura per noi fondamentale come il Teatro Verdi che, ad un anno dalla sua inaugurazione, è tornato ad essere un luogo di cultura, spettacolo e di incontro per i cittadini di San Vincenzo. Proseguiremo, quindi, nella programmazione di una nuova stagione teatrale 2011/2012 oltre a promuovere eventi culturali e di spettacolo che hanno riscosso sempre molto successo nel corso di questi anni.
Per quanto riguarda la scuola continueremo ad assicurare alle famiglie di San Vincenzo tutti i servizi di cui hanno usufruito in questi anni proprio nell’ottica del sostegno alla famiglia.”

Principali Dati Anagrafici
Residenti al 31/12/2009: 7002
Residenti al 30/11/2010: 7003
(3333 maschi e 3670 femmine)
Famiglie: 3407
Nati al 30/11/2010: 55
(23 maschi e 32 femmine)
Morti al 30/11/2010: 85
(42 maschi e 43 femmine)

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 5.1.2011. Registrato sotto Economia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 22 giorni, 18 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it