NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 21 DICEMBRE 2010

OGGI  IL TERZO LABORATORIO DI PARTECIPAZIONE PER BARATTI

Causa maltempo, il terzo laboratorio del percorso partecipativo per Baratti e Populonia, previsto per venerdì 17 a palazzo appiani, è rinviato a martedì 21 dicembre, sempre dalle 18 alle 22 a Palazzo Appiani a Piombino.

Sul sito internet del Comune di Piombino, sezione “Partecipamo Baratti”, è possibile consultare tutto il materiale prodotto fino ad oggi, compreso il 2° rapporto del laboratorio del 20 dicembre scorso, e la documentazione istituzionale esistente. Per informazioni baratti@comune.piombino.li.it; tel. 0565 63357 – 63274; 055 667502.

__________________________________

SUVERETO: AUDINO IN CONCERTO ALLA CHIESA DI SAN GIUSTO

Giovedì prossimo alle ore 19.45, all’interno della chiesa di San Giusto la Polisportiva Suvereto  presenta “Musica nella Pieve”  l’iniziativa di musica classica, ad ingresso gratuito, organizzata dalla società sportiva in occasione delle feste natalizie.

Il concerto, che si terrà in occasione del bicentenario della nascita dei due grandi artisti Fryderyk Chopin e Robert Schumann, sarà eseguito da Vincenzo Audino, musicista di fama internazionale, con esperienze e collaborazioni sparse in tutto il mondo.

I brani proposti saranno i seguenti:  Ballata n.1 in Sol minore, Notturno op.48 n. 1, Notturno op.55 n.2, Andante spianato e grande polacca brillante op.22 i brani di Chopin; Fantasia in Do maggiore op.17 con fantasia e appassionato moderato Energetico. Adagio e sempre a mezza voce, i pezzi di Schumann.

La vita dell’artista si divide tra Roma, La Spezia, dove insegna al Conservatorio “Puccini”, e Piombino. Il legame con la Val di Cornia risale al matrimonio con la moglie piombinese, che purtroppo ci ha lasciato quattro anni fa.

Dopo il concerto, l’iniziativa prevede la possibilità di fermarsi a cena presso la Grotta del Ghibellino a 38 euro.  Info e prenotazioni: tel. 338.4563893 oppure 335.6992251.

____________________________________________

SAN VINCENZO:  IL 27 DICEMBRE E IL 2 GENNAIO IL MERCATO SETTIMANALE

L’amministrazione comunale di San Vincenzo, dal momento che l’appuntamento con il tradizionale mercato settimanale del sabato coinciderà quest’anno con la festività di Natale e con la festività del primo dell’anno ha stabilito, con un’apposita ordinanza e in deroga a quanto previsto dal Regolamento delle attività commerciali su area pubblica, di posticipare il giorno di mercato a lunedì 27 dicembre e a domenica 2 gennaio 2011 accogliendo così anche le richieste delle associazioni di categoria.

____________________________________

CONCERTO DI NATALE CON IL CORO DEL MAGGIO MUSICALE

Martedì 21 dicembre alle 21 primo appuntamento con la stagione concertistica dell’Orchestra della Toscana a Piombino, con la partecipazione dell’illustre formazione del Coro del maggio musicale fiorentino, istruita da Piero Monti.

Capolavori nuovi per il repertorio della formazione toscana. L’Orchestra avvicina, questa volta, pagine meno note di musicisti, le cui produzioni ha ampiamente sviscerato nei suoi trent’anni di vita artistica. E’ così che per l’appuntamento con il Concerto di Natale figurano le opere di musica sacra di Schubert, Deutsche Messe e di Puccini, la Messa a 4 per soli, coro e orchestra. La prima con il testo in lingua tedesca, firmata dal poeta e fisico Johann Philipp Neumann, è composta da Schubert nel 1827 e accanto alle 4 sezioni del coro Schubert accosta un organico che esclude gli archi e comprende solamente gli strumenti a fiato. In questa Messa il compositore si discosta dall’ortodossia cattolica e abbraccia il “giuseppinismo”, la riforma religiosa voluta dall’Imperatore Giuseppe II per rafforzare il potere dell’Impero asburgico nei confronti del papato.

I biglietti saranno in vendita il giorno stesso del concerto dalle ore 16 presso la biglietteria del teatro e possono essere acquistati nei giorni precedenti presso le rivendite autorizzate box Office Casa musicale Longinotti (tel. 0565 222775, ), Picasso Viaggi Venturina (0565/850600), Atlanus Viaggi (0566/55369) e Coop Follonica (0566/264341), Museo Arte Sacra Massa M.ma (0566/901954), Coop Cecina (0586/686311), New Star Donoratico (0565/775168), Coop Rosignano (0586/794310). Il costo dei biglietti è di 10,00 euro, posto unico, ridotto 8 euro e ridotto studenti 5 euro.

_______________________________________

IL PRESIDENTE DELL’UNITRE DELL’ELBA ORIENTALE FRA I CONSIGLIERI NAZIONALI UNITRE

E’ ufficiale, fa parte dei consiglieri nazionali dell’Università delle Età anche Davide Casalini. Infatti a fine novembre si è riunita a Torino l’assemblea delle oltre 300 Unitre d’Italia per rinnovare le cariche del direttivo.

“Come è facilmente intuibile- spiega Davide Casalini, presidente dell’Unitre dell’Elba Orientale e neoconsigliere nazionale-  si tratta ogni volta di un momento  molto importante, di confronto e di approfondimento sul nostro mondo e su quali strade esso stia percorrendo. E devo dire che è emersa una grande vitalità, una grande voglia di continuare questa meravigliosa esperienza con sempre maggiore slancio. Ma soprattutto è apparsa chiara la spinta verso un cambiamento globale nel modo di funzionamento della associazione nazionale, che deve coordinare, indirizzare ed aiutare il percorso delle 320 sedi sparse per tutta l’Italia.

C’è  quindi l’esigenza di una maggiore comunicazione tra il centro e e la periferia, di uno scambio di esperienze.” Per la carica di Presidente sono state presentate ben quattro candidature, evento storico anche se è stata confermata Irma Maria Re plebiscitarie col 40% dei voti, molti meno rispetto al passato. “Ciò ha confermato la tendenza al rinnovamento-ha proseguito Casalini- ed anche nella nomina dei 37 consiglieri si sono finalmente viste parecchie new entry. Fra le altre sono lieto ed orgoglioso di di essere uno dei  due consiglieri della Toscana, che affiancherà la valida ed esperta Presidente di Grosseto, Giuseppina Scotti nel compito di accompagnare la Nostra associazione verso un futuro di crescita e sviluppo, magari  con una maggiore attenzione rispetto al passato verso le piccole UNITRE spesso sopraffatte dalle grandi”.

Unitre Elba Orientale

__________________________________________

IN ARRIVO I RIFIUTI CAMPANI: 150 TONNELLATE AL GIORNO

Saranno circa 150 le tonnellate di rifiuti campani che la Toscana riceverà ogni giorno per un massimo di tre mesi. Come annunciato dal presidente Rossi alcune settimane fa, oggi la giunta ha approvato il testo di accordo in base al quale la nostra regione accoglierà parte dei rifiuti campani nelle sue discariche, dando così attuazione a quanto stabilito all’ultima seduta della conferenza Stato-Regioni.

L’accordo, che ha avuto l’assenso delle Province interessate e che fissa quantitativi concordati con lAto costa, stabilisce che i rifiuti che arriveranno in Toscana dovranno derivare tutti dagli impianti di tritovagliatura di rifiuti urbani (cioè dovranno essere selezionati e pretrattati) e provenire esclusivamente dai comuni della Campania: in caso contrario l’accordo automaticamente decadrà.

Saranno conferiti nelle discariche di Scapigliato (nel comune di Rosignano) per 100 tonnellate  di Peccioli (Pi) per le restanti circa 50 tonnellate. Un totale che equivale al 15% di ciò che viene smaltito in media ogni giorno nelle due discariche.
I gestori degli impianti campani conferenti avranno in carico  il costo del conferimento che verrà direttamente pattuito con i gestori degli impianti di conferimento toscani e a carico loro naturalmente sarà anche il costo del trasporto. Il pagamento, che sarà pattuito tra i gestori, sarà effettuato entro trenta giorni dalla data di fatturazione e il mancato rispetto di questa condizione comporterà l’interruzione dei conferimenti in discarica.

Quanto ai controlli sui rifiuti da smaltire, saranno affidati alle Province competenti che si avvarrà di Arpat per le attività di verifica e di monitoraggio, e si svolgeranno mediante campionamenti eseguiti prima del conferimento in discarica.

__________________________________________

AL VARO L’AUTORITÀ DEI PORTI COMMERCIALI REGIONALI

La Toscana si prepara a varare una nuova Autority portuale. La Giunta regionale ha approvato oggi una proposta di legge che prevede la nascita dell’Autorità dei porti regionali, che assumerà tutte le funzioni di pianificazione, programmazione, progettazione e realizzazione degli interventi pubblici nonché di rilascio e gestione delle concessioni demaniali nei porti di Viareggio, Porto Santo Stefano, Isola del Giglio e Marina di Campo, i quattro porti commerciali toscani indicati dal Pit 2007 come ‘di rilevanza regionale’.

L’Autorità avrà il compito di valorizzare e rilanciare l’attività di questi quattro importanti scali rendendo più veloci ed efficaci tutti gli interventi relativi alle aree portuali. «I porti commerciali – spiega l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao – rappre sentano un eccezionale volano di sviluppo per la Toscana, specialmente per la fascia costiera. Dobbiamo far fruttare l’autonomia decisionale che le Regioni dal 2001 hanno in questo campo per aiutare queste realtà ad esprimere le loro vocazioni e potenzialità. Servono interventi celeri e mirati e va in questo senso la decisione di creare un nuovo ente ad hoc, che non aumenterà la burocrazia, ma al contrario velocizzerà le procedure, renderà più efficaci gli interventi e più semplice la verifica dell’utilizzo dei fondi regionali destinati alle opere portuali».

L’Autorità sarà guidata da una componente politica, il Comitato portuale, ed avrà un braccio operativo tecnico-amministrativo che farà capo ad un Segretario generale dell’Autorità portuale. Il Comitato portuale dovrà dare indirizzi e definire strategie ed avrà una composizione ‘variabile’: sommerà una parte fissa, rappresentata da tre membri  della Regione (il Presidente della Regione Toscana, l’assessore regionale ai trasporti e un altro componente della Giunta regionale) e una parte rappresentativa dei territori interessati di cui faranno parte il Presidente della Provincia coinvolta, il sindaco ed un assessore del Comune di volta in volta chiamato in causa. Del Comitato portuale potranno fare parte anche rappresentanti delle Capitanerie di porto o della Direzione marittima.
Il Segretario generale dell’Autorità portuale avrà il compito di tradurre in pratica gli indirizzi dati dal Comitato portuale e sarà nominato dal Presidente della Regione d’intesa con il Comune di Viareggio e dopo aver interpellato i Comuni di Porto Santo Stefano, Isola del Giglio e Marina di Campo.
Con la nascita dell’Autorità dei porti regionali cambia sostanzialmente l’iter per l’approvazione dei piani regolatori portuali dei quattro porti interessati, infatti i pian i regolatori saranno prima adottai dal Comitato portuale, poi approvati dal Consiglio regionale.

La nuova Autorità dei porti regionali verrà attivata sostanzialmente a costo zero, utilizzando sedi regionali e personale già assunto. Avrà una sede a Viareggio, che si occuperà delle questioni relative al porto di Viareggio, ed una a Livorno (presso l’Ufficio regionale opere marittime), competente per gli altri tre porti.

_______________________________________

ORDINANZA TERMOSIFONI A PIOMBINO

A causa dell’abbassamento delle temperature e delle previsioni dei prossimi giorni, il sindaco ha autorizzato con apposita ordinanza l’accesione degli impianti di riscaldamento fino a 15 ore giornaliere tra il 17 dicembre e il 3 gennaio 2011.

Le ore di accensione dovranno distribuirsi tra le 5 e le 23 di ciascun giorno. Ogni condominio può comunque mantenere l’accensione degli impianti a 10 ore giornaliere o modificarle secondo le necessità, sempre nel limite massimo stabilito dall’ordinanza.

___________________________________________

UDC: RISOLTI I PROBLEMI DEGLI PSICOLOGI PRECARI, LICENZIATI!

Riportiamo questo comunicato invitando tutti a riflettere sull’argomento.

«Dopo tanti proclami, finalmente qualcosa di concreto nella lotta al precariato: la Provincia di Livorno ha risolto il problema degli piscologi assunti , in alcuni casi da oltre dieci anni , con contratti a termine per i suoi Centri per l’Impiego, licenziandoli.

Senza ovviamente preavviso o indennità, semplicemente bandendo un concorso (per nuovi contratti a termine) senza poco o nulla riconoscere all’anzianità di servizio pregressa. Si dirà che la Provincia è un Ente Pubblico, al quale si accede per pubblico concorso; peccato però che gli psicologi precari abbiano lavorato per circa dieci anni  a partita Iva per una società privata, la Provincia di Livorno Sviluppo s.r.l.  e quindi, per quanto abbiano dovuto ogni anno passare concorsi, non abbiano mai avuto nessun riconoscimento della qualifica di pubblici dipendenti .

Come forza di opposizione attenta ai problemi del lavoro , l’ UDC intende porre, al di là delle problematiche dei singoli lavoratori che saranno risolte davanti al giudice, alcune questioni:

1)     E’ possibile che il PD  convochi manifestazioni di piazza per la lotta al precariato e poi negli Enti Locali che amministra faccia un uso a dir poco disinvolto dei contratti a termine e utilizzi lavoratori , dipendenti di fatto ma formalmente liberi professionisti ?

2)     E’ possibile che proprio per la selezione del personale qualificato da inserire nei Centri per l’Impiego e quindi nell’esercizio di un compito istituzionale  fondamentale per la Provincia (uno dei pochi) si ricorra alla ridicola finzione di una ennesima società a partecipazione pubblica (tipo la Livorno Sport…) , alla quale sono “esternalizzati” i lavoratori ?

3)     E possibile che le procedure concorsuali di rinnovo degli incarichi professionali non riconoscano , come sarebbe stato razionale ,  titoli preferenziali ai lavoratori che da dieci anni già lavorano nei Centri per l’Impiego ?

Come forza politica di ispirazione cristiana, attenta alla dignità delle persone e alle regole di trasparenza della Pubblica Amministrazione , non possiamo fare a meno di notare un uso strumentale dei contratti a termine e delle società partecipate, teso unicamente a eludere la costituzione di rapporti di lavoro a tempo indeterminato  proprio da parte di chi come Ente Pubblico dovrebbe con più attenzione di qualsiasi altro datore di lavoro riconoscere i diriitti dei lavoratori .

Come partito di opposizione non possiamo che notare la “doppia verità “ del PD : fustigatore dello sfruttamento dei lavoratori nei propri comunicati e fiero sostenitore della logica capitalista più sfrenata quando (non) assume i lavoratori negli Enti Pubblici che amministra : un PD nostalgico di Marx a parole, ma nei fatti emulo riuscito di Pravettoni , l’ imprenditore  macchietta di Paolo Hendel . Peccato che però Kutufà e compagnia non facciano neppure ridere .

Coordinamento Provinciale UDC

Luigi Coppola                                                    Roberto Marini

Coordinatore Provinciale                           Presidente Provinciale

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 21.12.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 21 DICEMBRE 2010”

  1. Graziella Guglielmi

    E’ vergognoso, e lo dice chi ha lavorato per anni nella pubblica amministrazione. Devo dire, però, che prima,i concorsi sembrava che venissero fatti per sistemare i precari. All’AUL 6, fu addirittura predisposto un ufficio per un “potenziale” vincitore,il quale aveva già una cartellina della posta a suo nome. Qui la storia va ben oltre il fatto in sè stesso. E’ un anno che i precari di quel settore sanno che perderanno il avoro, ed i sindacati hanno avuto un anno di tempo pertrattare, e cosa ancora più vergognosa, da tutti gli incontri che sono stati fatti, è apparso quasi che il meccanismo fosse più pilotato verso persone in particolare che verso una,chiamiamola, regolarizzazione di posizioni. Vergogna,ancora una volta. Ulteriore verifica che si aprono bocca solo per spiattellare principi in politichese;quando poi si tratta di lavorare veramente nell’interesse dei lavoratori (specialmente precari) si rimangiano il tutto con una leggerezza che disorienta. Ma va bene così, spero solo che qualcuno apra gli occhi, finalmente e, per quanto sia un operiodo di buonismo natalizio, spero anche che quelle famiglie abbiano sempre votato a sinistra. Nessuno riesce a capire le cose fino a che non le sperimenta sulla propria pelle. Graziella Guglielmi.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 14 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it