SS 398: UN ACCORDO OTTIMO O UN ACCORDO DI RINUNCIA?

Pubblichiamo due comunicati, il primo del segretario del PSI della Val di Cornia Stefano Ferrini, ed il secondo del Consigliere comunale di Piombino Ricardo Gelichi, sul recente accordo sulla SS398. Una cosa è certa: non pensiate di affrontare quei due chilometri tra Fiorentina e terre rosse con la vostra auto prima del 2015.


PSI: “OTTIMO ACCORDO, SI PROCEDA SPEDITI”

“L’accordo sulle infrastrutture è un fatto importantissimo, di cui tutti i soggetti firmatari sono stati protagonisti positivi ed attivi, ma nessuno credo possa negare che il merito principale sta nel lavoro, nella tenacia e nella capacità di coordinamento messa in campo dal Sindaco Anselmi.” commenta Stefano Ferrini, segretario del PSI di Piombino. “La 398 è strategica per lo sviluppo del porto industriale, è un pezzo fondamentale nel processo di diversificazione economica della nostra città” aggiunge Federico Mambrini, consigliere comunale socialista.

“Trovare risorse in momenti di crisi e tagli, coinvolgendo i vari soggetti istituzionali, ma anche privati come la Sat e la Camera di Commercio era tutt’altro che scontato, se si considera che mentre noi possiamo ridere, un Comune come Livorno piange per la soppressione di un’opera importante per quella città” prosegue Ferrini, che aggiunge: “Mi preme poi sottolineare come nell’accordo, ribadita la strategicità della 398, vi siano anche le risorse per la realizzazione della Fiorentina Ghiaccioni, un‘opera altrettanto importante, non solo per il collegamento con i quartieri Salivoli e Ghiaccioni e per dare una diversa immagine della città, ma anche per i diversi tempi di attuazione dei due lotti della 398. Infatti, mentre il primo fino al Capezzolo sarà più veloce, il secondo, date le oggettive difficoltà di attraversamento dell’area industriale, avrà tempi notevolmente più lunghi e poter contare contemporaneamente su un’altra strada di accesso impedirà di ricreare un imbuto proprio al Capezzolo.” Riferendosi ai tempi di attuazione, Mambrini conclude con un auspicio: ”Spero che le difficoltà di questo governo non rallentino i programmi dell’accordo e che si aprano i cantieri per le due opere entro il prossimo anno, perché questa città ha bisogno di sviluppo e ne ha bisogno il prima possibile per dare risposte occupazionali e sociali importanti”.

Stefano Ferrini – PSI Piombino


____________________________________

GELICHI: QUESTO E’ UN ACCORDO DI RINUNCIA

Per mia natura se non vedo non credo, o quantomeno dubito. Sulla stampa locale si susseguono titoloni che attengono alla costruzione della 398, protocolli di intesa, strade alternative, in un succedersi di notizie enfatiche e contorte che rendono difficile farsi un’idea di quello che potrà accadere nei prossimi anni, o almeno di quello che è presumibile accada.

Nelle premesse si evince quanto erano importanti gli accordi di programma sottoscritti nel 2007 e nel 2008 fra i vari ministeri, le autorità regionali e il nostro Comune, con il quale oltre a stabilire i necessari interventi di bonifica negli ambiti marino-costieri, emergeva l’impegno di tutti quanti a realizzare il prolungamento della statale 398 fino al porto, garantendo così il secondo accesso alla Città e un’adeguata viabilità per il porto commerciale, che avrebbe rimosso, di fatto, l’isolamento dei 14 Km di piccole strade comunali e provinciali che lo separano dal principale corridoio infrastrutturale.

In sintesi la SAT si impegna a progettare e realizzare il tratto Montegemoli – Gagno con i raccordi per Viale Unità d’Italia, le Terre Rosse e le vicine aree produttive, mentre il Ministero si impegna, con la collaborazione del Comune e dell’Autorità Portuale, per la sola progettazione del tratto Gagno – Porto.
Con la differenza che, rispetto a quanto enfatizzato dal nostro Sindaco Anselmi, la SAT sottoscrive quanto sopra in subordine alla futura approvazione dei propri organi societari del piano finanziario e, più importante ancora, all’approvazione da parte del CIPE del progetto definitivo dell’intero completamento della Livorno-Civitavecchia, e del relativo piano economico finanziario.

Il Ministero da parte sua garantisce la progettazione dell’ultimo tratto sempre che si risolva a priori il tema del rischio di incidente rilevante, presente nell’attraversamento degli impianti industriali. Mentre della Fiorentina Ghiaccioni nell’accordo non si fa alcuna menzione.
E’ implicito che abbiamo rinunciato al tratto più costoso, poiché a tutt’oggi esistono solo i 20 milioni della Regione Toscana e tali rimarranno, ed è esplicito che abbiamo accettato di vedere il cantiere per il tratto Montegemoli-Gagno, quando saranno espletati i passaggi sopracitati e non nell’immediato, come enfatizzato in numerose occasioni.
Anche i venti milioni di euro che la SAT ha promesso per il miglioramento della viabilità cittadina, sono  condizionati dalle suddette approvazioni, e comunque non saranno mai sufficienti per realizzare la Fiorentina-Ghiaccioni compresa la relativa progettazione, come intenderebbe utilizzarli il Sindaco.
Detto quanto sopra, è facile capire che rispetto agli accordi precedenti, quello di sabato è stato un accordo di rinuncia e non di opportunità come si vuol far credere.

Consigliere Comunale
Gruppo Misto
Riccardo Gelichi

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.12.2010. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

2 Commenti per “SS 398: UN ACCORDO OTTIMO O UN ACCORDO DI RINUNCIA?”

  1. Graziella Guglielmi

    Sig. Gelichi, tutte cose che si sapevano, bastava tenere gli occhi aperti e leggere fra le righe. D’altra parte cosa ci dobbiamo aspettare? Noi siamo diventati merce di scambio, il trampolino di lancio per la carriera politica del nostro Sindaco che, buon per lui, brilla di luce propria. E se la sua luce non bastasse, ci si è messo anche Ferrini a tesserne le lodi. Si doveva pensare che il tratto di attraversamento sullo stabilimento sarà una cosa improponibile, per la dubbia volontà di collaboraziione dell’Azienda (che vorra certamente in cambio qualcosa), per le difficoltà oggettive e per i costi che nessuno riesce ad ipotizzare. Le voglio far notare anche un’altra cosa che è sfuggita a molti: nel progetto presentato dall’amministrazione, manca il collegamento fra il nuovo tratto e la zona destinata ai pescherecci con tanto di mercato del pesce. E i camion da dove passeranno? Nessuno si è posto questa domanda e tanto meno ha cercato di dare una risposta, ma noi cittadini, imperterriti e sempliciotti, ci crediamo; senza dubbio un coniglio uscirà dal cilindro ed il gioco sarà fatto; perchè questo sembra, un gioco, un nuovo Monopoli, dove invece dei soldi finti si adoperano quelli degli altri e si compra e si vende con una leggerezza che preoccupa. Ma noi ci crediamo! E non ci chiediamo perchè, meglio far finta di niente, tanto un Tizio sul quale scaricate tutto ce lo abbiamo a portata di mano, un altro che ci prende in giro pure, un’ opposizione che tutto fa fuori che controllare l’operato di questa amministrazione non ci manca. Ora abbiamo anche il panettone sul tavolo e un bicchiere di spumante, cosa vogliamo di più dalla vita?1. Saluti e auguri, Graziella Guglielmi.

  2. Riccardo Gelichi

    Signora Guglielmi, leggendo il protocollo con una certa imparzialità, c’è scritto tutto, e si vedono bene i limiti di questo accordo, che rinuncia al collegamento con il porto, vitale per il rilancio dell’economia del territorio.
    Spero, che in futuro con la mia uscita dal PD e la mia collocazione nel gruppo misto, possa dare un ulteriore contributo di chiarezza ai lavori del Consiglio Comunale. Contraccambio gli auguri, la ringrazio e la saluto. Riccardo Gelichi.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 14 ore, 32 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it