TOSCANA: SARÀ L’APET A GESTIRE LA PROMOZIONE TURISTICA NEL POST APT

«Sarà un modello gestionale regionale, ma non centralistico. Il post Apt partirà il primo gennaio prossimo e le attività di promozione saranno affidate a Toscana Promozione. L’Agenzia di promozione economica della Toscana potrà contare per il 2011 su un budget che aumenteremo dai 2 di quest’anno a 3,3 milioni di euro. Il dirigente che abbiamo scelto per guidarla è Alberto Peruzzini, l’attuale direttore dell’Apt di Prato, che possiede la professionalità e l’esperienza per farlo, che è il primo di una graduatoria stilata dalla stessa Apet e che quindi può essere immeditamente contrattualizzato».

L’annuncio è dell’assessore regionale al turismo, Cristina Scaletti, al termine della prima riunione della cabina di regia regionale, da lei presieduta e composta dagli assessori al turismo di tutte le province toscane, che si è tenuta oggi presso la presidenza della Regione.
L’annunciata riorganizzazione del sistema di promozione turistica partirà quindi da questi punti fermi. Dall’inizio del prossimo anno le funzioni di accoglienza, informazione e organizzazione dell’offerta turistica saranno svolte dalle Province, mentre quelle di promozione faranno capo alla Regione, che le svolgerà attraverso Toscana promozione.

«Intendiamo anche – aggiunge l’assessore Scaletti – ottenere un deciso cambio di passo nei rapporti con il sistema delle strutture ricettive di ogni tipo e categoria. Per questo abbiamo avviato un positivo lavoro, fortemente orientato al contatto costante sia con le categorie che con i singoli operatori del settore».

Apet avrà dieci referenti indicati dalle Province, che rappresenteranno il raccordo tecnico tra offerta e promozione, e potrà contare sull’appo rto della Fondazione sistema Toscana che grande impulso ha dato e sta dando al portale unico del turismo toscano (www.turismo.intoscana.it) ormai stabilmente il terzo sito turistico più visitato d’Europa.

«Il nostro – conclude l’assessore – è un modello fortemente orientato al risultato e prevede tappe intermedie di verifica, con eventuali adeguamenti successivi. Valutare cosa fare e come farlo sarà compito della cabina di regia composta da tutti gli amministratori pubblici del settore. Nei prossimi giorni definiremo più dettagliatamente il quadro delle risorse, ma questa sarà la nostra base di partenza, alla quale dovremo aggiungere i fondi derivanti dalle attività di co-marketing, dal rapporto con le Camere di Commercio e con i privati oltre che, naturalmente, dalla nostra capacità di attrarre risorse nazionali ed europee».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.12.2010. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 14 ore, 58 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it