L’ASSESSORE DANIELA SCARAMUCCIA A PIOMBINO E VAL DI CORNIA

Daniela Scaramuccie e Enrico Rossi

“Vogliamo dare a tutti i cittadini toscani lo stesso livello di  cure. In Toscana non vogliamo correre il rischio che ci siano ospedali di serie A (le eccellenze ospedaliero-universitarie), di serie B (provinciali) e di serie C (periferici), dove i professionisti non vogliono andare a lavorare e gli stessi pazienti tendono a non preferire. Questa per il sistema toscano non è accettabile – sono le parole dell’assessore Daniela Scaramuccia – In sanità la quantità fa qualità: per essere sempre aggiornati, i professionisti devono vedere tanti casi: anche se si tratta di una semplice appendicite”.

Mercoledì 10 novembre, a Suvereto, l’assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia, accompagnata da Monica Calamai, direttore generale, e dalla direzione della Asl 6 di Livorno, ha incontrato i consigli comunali congiunti dei Comuni di Suvereto, Sassetta e Monteverdi Maritti mo. Nel corso dell’incontro, la direzione della Asl ha illustrato i profondi cambiamenti che investiranno la sanità livornese, con la riorganizzazione dell’azienda in Dipartimenti, l’organizzazione degli ospedali a rete e, in ogni struttura, i modelli per intensità di cure e il Chronic care model; l’apertura entro l’anno di ospedale di comunità e hospice. “Il cittadino sarà al centro, soggetto delle cure – ha spiegato Monica Calamai – e i professionisti si sposteranno, ruoteranno intorno a lui”.

La riorganizzazione della sanità livornese era stata al centro anche dell’incontro della mattina a Piombino. La visita in Val di Cornia è partita infatti dall’ospedale Villamarina di Piombino, dove l’assessore, sempre accompagnata dalla direzione della Asl 6, ha incontrato il personale sanitario e visitato il presidio, soffermandosi in particolare al pronto soccorso e visitando i locali destinati al la risonanza magnetica, di prossima attivazione. Anche con i medici e gli infermieri dell’ospedale, Daniela Scaramuccia aveva sottolineato la necessità di un’organizzazione a rete per offrire a tutti le stesse opportunità e qualità di cura. “Il sistema sanitario si è rinnovato, ha dato il meglio di sé, si è continuamente rimesso in discussione – ha detto – Capisco che un ulteriore cambiamento organizzativo possa preoccupare. Ma dobbiamo crescere tutti, essere tutti all’avanguardia. E per avere ovunque professionisti di alta qualità, i concetti di rete e di rotazione sono fondamentali”.

La visita nel territorio della Asl livornese proseguirà l’11 novembre, all’isola d’Elba, dove in mattinata l’assessore visiterà l’ospedale di Portoferraio e altre strutture sanitarie dell’isola e, nel pomeriggio, incontrerà la Conferenza dei sindaci dei Comuni dell’ Elba. Alle 12.30 è previsto un incontro con i giornalisti, al quarto piano del presidio ospedaliero di Portoferraio.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.11.2010. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 17 giorni, 10 ore, 16 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it