UPC: «NO NUOVI CAPANNONI, CASE E SUPERMARKET A SUVERETO»

Riportiamo integralmente il comunicato di Uniti per Suvereto sull’incontro sul nuovo regolamento urbanistico recentemente organizzato dalla lista civica.

«Ottima partecipazione di pubblico – inizia il comunicato –  all’incontro sul Regolamento Urbanistico organizzato da Uniti per Suvereto. Dopo l’esposizione dei Consiglieri sul percorso tecnico dal Piano Strutturale al Regolamento urbanistico ed una attenta analisi dei dati e delle schede tecniche dei 7 piani attuativi previsti nei prossimi 5 anni, si e’ aperto un vivace dibattito con i cittadini e con i rappresentanti delle associazioni di categoria che hanno espresso dubbi e perplessità a riguardo. In molti si sono chiesti perché non è l’amministrazione stessa ad illustrare alla cittadinanza il piano adottato.

Gli agricoltori si sentono penalizzati da un Regolamento Urbanistico che tende a favorire chi in campagna ci vuol fare di tutto tranne che l’agricoltura, mentre i commercianti e i cittadini temono un effetto negativo sull’economia del centro storico con la costruzione di un centro commerciale fuori dalla mura.

In conclusione Uniti per Suvereto mantiene e rafforza la sua posizione critica nei confronti di uno strumento urbanistico che  prevede tra le altre cose un centro commerciale a ridosso del centro storico, alcuni nuovi capannoni alti sei metri, 62 nuovi alloggi che si aggiungono ai 130 previsti ai Forni ed ai molti altri ancora in costruzione, e che tradisce di fatto i dettami del Piano Strutturale, dove è espressamente indicato che ad esempio nelle “aree critiche” può essere costruito fino ad un massimo del 10% del numero totale di alloggi previsti dal Piano stesso: siccome il piano strutturale prevede in tutto 220 nuove case, nelle aree critiche si potrebbe arrivare ad un massimo di 22 appartamenti, ma in questo primo regolamento urbanistico ne son già previsti 44, il doppio esatto! Questi sono fatti. Ha ragione quindi l’assessore regionale Anna Marson a sostenere che ci sono dei problemi di coerenza tra piani strutturali e regolamenti urbanistici.

Invitiamo i cittadini – conclude la lista civica –  ad usare lo strumento delle osservazioni, tra l’altro il regolamento stranamente non e’ ancora stato pubblicato sul B.U.R.T. e son passati 2 mesi dall’adozione in consiglio comunale, per arginare una situazione che si profila negativa per lo sviluppo locale, uno sviluppo che non può più essere basato sul mattone».

Uniti per Suvereto

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 8.7.2010. Registrato sotto politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 22 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it