VISTI DA NOI: SOLSTIZIO D’ESTATE 2010

il centro della cittàLunedì 21 giugno 2010 si è svolta, nel centro storico di Piombino (Li), la ormai nota passeggiata enogastronomica Solstizio d’Estate. Con questo evento la Val di Cornia da sempre festeggia il passaggio dalla primavera all’estate. L’evento è stato creato e organizzato dalla Congiura de’ Pazzi, associazione di esercenti del centro storico di Piombino. Per partecipare basta acquistare presso gli stand dislocati nel centro un ticket comprensivo di 7 bigliettini che danno la possibilità di fare assaggi e degustazioni nei molti ristoranti e bar che partecipano all’iniziativa. Nonostante il successo dell’iniziativa, il nostro Grillo parlante vuole dire la sua…

A livello di numeri non si può affermare che questa VII edizione non sia stata un successo. La rassegna ha visto partecipare moltissime persone che hanno potuto degustare nei ristoranti e locali convenzionati le varie specialità culinarie. Ad intrattenere artisticamente e piacevolmente la serata la Magicaboola Brass Band, street band itinerante che propone un repertorio variegato tra funky, blues, jazz e rock, che, insieme al gruppo Fob, si è esibita in vari punti del centro. Ma non è tutto oro quel che luccica.

A malincuore devo dire però che questa VII edizione dell’evento piombinese ha fatto acqua da più parti.

Innanzitutto a colpire è stato il rincaro del prezzo del biglietto: ben 25 euro. Il commento più frequente infatti è stato che con quella cifra era più normale cenare comodamente seduti al ristorante, serviti e riveriti per tutta la sera. E forse anche le porzioni, a voler essere un po’ pignoli, erano un po’ più piccole rispetto agli scorsi anni.

La seconda cosa abbastanza deludente è stata quella di non trovare ciò che si desidera mangiare e che ci promette il nostro bel carnet di ticket perché sono finite le scorte. Credo che questo problema sia da imputare ad una mala organizzazione diffusa. Com’è possibile che alle venti e trenta non sia più possibile fare l’aperitivo? Se si è finito quello che si offriva ci si organizza e si stappa qualcos’altro. Stessa cosa in vari ristoranti in cui, dopo una fila chilometrica, ci si vede mandar via perché è finito tutto già alle ventidue e trenta. Eppure ricordo di aver mangiato molto più tardi lo scorso anno. E che dire del fatto che qualche esercente si è rifiutato di dare il cibo da asporto? Le persone avrebbero preferito fare così proprio per non creare code chilometriche e ingorghi e non dover aspettare due ore per mangiare per poi, appunto, vedersi respingere perché le scorte son già finite da un’altra parte.

Ma la cosa che proprio non si è potuta tollerare è stata la mala educazione di alcune bariste improvvisate cameriere. C’è da dire che nessuno ci obbliga a fare il lavoro che facciamo e se uno non è felice non è giusto che trasmetta la propria psicastenia sugli altri, ancor più che è un giorno di festa e ancor più che si sono sborsati 25 euro per parteciparvi.

Ovviamente non tutti sono stati antipatici e scortesi, i più erano sorridenti e gioviali e hanno cercato, con allegria, di alleviare le lunghe, lunghissime, attese.

La manifestazione aveva tutto le caratteristiche per avere un esito favorevole ed essere ricordata da tutti come una bella serata per Piombino e per la comunità piombinese ma purtroppo qualcosa è andato storto. Forse è mancata un po’ di coesione nei ristoratori che dovrebbero essere più compatti e gioiosi. Spero vivamente che il prossimo anno il Solstizio d’Estate torni ad essere la bella festa che era originariamente, anche e soprattutto considerato che i ricavati andranno in beneficenza e che sarebbe bello vi partecipassero sempre più persone.

Il Grillo Parlante

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.7.2010. Registrato sotto grilloparlante, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 12 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it