ALDO SOLDI NUOVO PRESIDENTE EUROCOOP

Il Piombinese Aldo Soldi, è il nuovo presidente Eurocoop per il biennio 2011/2012. A capo dell’organismo che raccoglie oltre 25 milioni di consumatori e i cui membri rappresentano 19 Paesi.

Un organismo europeo che rappresenta oltre 25 milioni di consumatori e un Presidente italiano. Aldo Soldi, Presidente di Ancc-Coop, è stato nominato nell’ultima Assemblea Generale, nuovo Presidente di EuroCoop per il biennio 2011/2012. La nomina è avvenuta all’unanimità dopo una consultazione che ha visto convergere sulla proposta tutte le organizzazioni dei 19 Paesi membri. Aldo Soldi sarà affiancato da due vicepresidenti: Zoltan Zs. Szoke (Presidente della cooperazione di consumo ungherese) e Thomas Bagge Olesen (Presidente della cooperazione di consumo danese).

Incarico prestigioso per la comunità europea delle cooperative di consumo i cui membri rappresentano infatti i 19 Paesi con un giro d’affari totale che si attesta intorno ai 70 miliardi di euro, 300.000 dipendenti e 30.000 punti vendita in tutta Europa. Eurocoop è l’organismo di rappresentanza della cooperazione di consumatori  presso le istituzioni e le organizzazioni comunitarie intendendo per queste sia il Parlamento e la Commissione Europea sia i le organizzazioni sindacali, quelle imprenditoriali, le associazioni dei consumatori, il mondo dell’ambientalismo. Visto il crescente ruolo della disciplina comunitaria in materia di provvedimenti legislativi, risulta quanto mai evidente  la sua importanza strategica, oltre alla necessaria e opportuna attività lobbistica intesa anche in funzione propositiva, ovvero volta a sollevare temi e problemi nell’interesse ovviamente delle cooperative e dei milioni di soci rappresentati. “Ognuno di noi è orgoglioso della propria storia, di ciò che in ogni Paese siamo riusciti a costruire –ha spiegato Aldo Soldi durante l’assemblea che lo ha visto diventare Presidente dell’organismo europeo- ma credo che la dimensione sovranazionale sia sempre più importante. Aggiungo che c’è un altro aspetto sicuramente significativo su cui Eurocoop può fungere da facilitatore: migliorare la relazione economica fra le organizzazioni associate, creare intese commerciali di reciproco interesse”.

Spetterà inoltre a Soldi il compito di sviluppare attività già in essere (molto propositivo il ruolo di Eurocoop sul versante della sostenibilità ambientale), riorganizzare i gruppi di lavoro esistenti e puntare su nuove aree di interesse comune anche al fine di diffondere al meglio le buone pratiche esistenti nei diversi Paesi, in alcuni dei quali la cooperazione di consumo vanta una lunga e consolidata storia e in altri come ad esempio l’est europeo si sta ora sviluppando.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.6.2010. Registrato sotto Economia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 8 ore, 30 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it