DOMENICA A SUVERETO «PALIO NAZIONALE DELLE BOTTI »

palio_botti2Domenica 9 maggio atteso appuntamento folcloristico a Suvereto dove saranno al via nel 30° Palio delle Botti coppie di “spingitori” provenienti da varie regioni italiane, dal Trentino, Sardegna,  Lazio, alla Campania, al Piemonte, Abruzzo e Toscana per conquistarsi un posto al palio nazionale della specialità.

Alle 16,30 la Compagnia Sbandieratori e Musici di Suvereto sfilerà per le vie del caratteristico paese medievale fino a portarsi in piazza Vittorio Veneto, davanti all’ultramillenaria pieve romanica di San Giusto, dove avverrà la presentazione delle squadre.

Sono iscritte le rappresentative di Avio (Trento), Ghemme (Novara), Soleminis e Monserrato (Cagliari), Castiglione in Teverina (Viterbo), Corropoli (Teramo) e Cicciano (Napoli) oltre alle squadre del palio di Suvereto, San Lorenzo e Forni. Tre saranno le gare eliminatorie e poi la finalissima designerà la squadra che il 26 settembre gareggerà a Lanuvio (Roma) per il titolo nazionale 2010. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Amici di Suvereto” sotto l’egida dell’associazione nazionale “Città del Vino” e si  gareggerà con i classici contenitori in legno da cinque quintali di vino.

Si disputa sul tradizionale percorso saliscendi selciato del centro storico, con una spettacolare partenza che deciderà chi passerà per primo dalla strettoia della porta merlata. Poi una ripida salita e di nuovo in discesa fino a tornare nella piazza di partenza. Ai vincitori andrà la “Bandinella” del Palio di S.Croce, patrono locale, premi di rappresentanza e bottiglie del rinomato vino doc di Suvereto.

Data l’importanza della tradizione culinaria locale, non mancherà il “Palio a tavola”, col servizio ristorante nei caratteristici locali del “Ghibellino” (alla popolare quota di 16 euro, tutto compreso), fin dalla vigilia di sabato sera 8 maggio dalle 20, poi domenica 9 dalle ore 12,30 e dalle 20, con accesso libero o su prenotazione al tel. 329 8853386.

Del “Palio di S.Croce” di maggio, patrono del paese, se ne parlava come un’antica tradizione già negli statuti della comunità suveretana in vigore dal medioevo. Fino al 1985 si è disputato con la corsa a cavallo, poi si è passati alla corsa delle botti valorizzando la grande tradizione vitivinicola del comune di Suvereto, i cui vini sono conosciuti e apprezzati a livello internazionale. Oltre all’edizione di maggio, il Palio si corre anche la vigilia di Ferragosto in notturna fra i terzieri.

DOMENICA 9 MAGGIO A SUVERETO (Li)

tante regioni per la qualificazione al

PALIO NAZIONALE DELLE BOTTI Info tel. 329 8853386

Domenica 9 maggio atteso appuntamento folcloristico a Suvereto dove saranno al via nel 30° Palio delle Botti coppie di “spingitori” provenienti da varie regioni italiane, dal Trentino, Sardegna, Lazio, alla Campania, al Piemonte, Abruzzo e Toscana per conquistarsi un posto al palio nazionale della specialità. Alle 16,30 la Compagnia Sbandieratori e Musici di Suvereto sfilerà per le vie del caratteristico paese medievale fino a portarsi in piazza Vittorio Veneto, davanti all’ultramillenaria pieve romanica di San Giusto, dove avverrà la presentazione delle squadre.

Sono iscritte le rappresentative di Avio (Trento), Ghemme (Novara), Soleminis e Monserrato (Cagliari), Castiglione in Teverina (Viterbo), Corropoli (Teramo) e Cicciano (Napoli) oltre alle squadre del palio di Suvereto, San Lorenzo e Forni. Tre saranno le gare eliminatorie e poi la finalissima designerà la squadra che il 26 settembre gareggerà a Lanuvio (Roma) per il titolo nazionale 2010. La manifestazione è organizzata dall’associazione “Amici di Suvereto” sotto l’egida dell’associazione nazionale “Città del Vino” e si gareggerà con i classici contenitori in legno da cinque quintali di vino.

Si disputa sul tradizionale percorso saliscendi selciato del centro storico, con una spettacolare partenza che deciderà chi passerà per primo dalla strettoia della porta merlata. Poi una ripida salita e di nuovo in discesa fino a tornare nella piazza di partenza. Ai vincitori andrà la “Bandinella” del Palio di S.Croce, patrono locale, premi di rappresentanza e bottiglie del rinomato vino doc di Suvereto.

Data l’importanza della tradizione culinaria locale, non mancherà il “Palio a tavola”, col servizio ristorante nei caratteristici locali del “Ghibellino” (alla popolare quota di 16 euro, tutto compreso), fin dalla vigilia di sabato sera 8 maggio dalle 20, poi domenica 9 dalle ore 12,30 e dalle 20, con accesso libero o su prenotazione al tel. 329 8853386.

Del “Palio di S.Croce” di maggio, patrono del paese, se ne parlava come un’antica tradizione già negli statuti della comunità suveretana in vigore dal medioevo. Fino al 1985 si è disputato con la corsa a cavallo, poi si è passati alla corsa delle botti valorizzando la grande tradizione vitivinicola del comune di Suvereto, i cui vini sono conosciuti e apprezzati a livello internazionale. Oltre all’edizione di maggio, il Palio si corre anche la vigilia di Ferragosto in notturna fra i terzieri. i.

Associazione AMICI DI SUVERETO Ass. Naz. “Città del Vino”

DOMENICA 9 MAGGIO 2010 a Suvereto (li)

fase eliminatoria del

PALIO NAZIONALE DELLE BOTTI

fra le “Città del Vino”

Ore 16,30 * Centro Storico: La Compagnia Sbandieratori di Suvereto

aprirà la manifestazione

* Piazza Vittorio Veneto:

Presentazione delle squadre di spingitori

della 30^ CORSA DELLE BOTTI

per l’assegnazione del Palio di Santa Croce

Seguiranno le Eliminatorie, un intermezzo

con gli Sbandieratori e la Finale

Premiazione e consegna del Palio.

IL PALIO a TAVOLA: sabato sera 8 maggio dalle ore 20 e Domenica 9 maggio dalle ore 12,30 e dalle ore 20 è previsto un servizio ristorante presso “Il Ghibellino” a prezzi popolari, aperto al pubblico (16,oo euro, compreso vino di Suvereto e minerale).

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.5.2010. Registrato sotto sagre_feste, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    42 mesi, 24 giorni, 11 ore, 37 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it