VAL DI CORNIA: IL PDL IN DIFESA DEL SUOLO

Popolo delle libertà Val di Cornia
Popolo delle libertà Val di Cornia

Alla riunione dell’area tematica n. 2 (Ambiente e Territorio) tenutasi lunedì 12 a Firenze a cui ha partecipato la consigliera provinciale Maida Landi del PDL. In tale riunione è stato approvato un documento unitario teso a sollecitare la Regione affinchè adegui la propria normativa regionale in materia di difesa del suolo  alla legislazione nazionale.

In tale riunione la consigliera Maida Landi ha chiesto un coinvolgimento anche delle Associazioni di categoria, per consentire sinergie con le stesse e una più approfondita analisi dei problemi.

Da parte della consigliera Landi sono stati esposti gli innumerevoli problemi  della Val di Cornia tra cui: i rischi derivanti dal fiume Cornia, il problema del cuneo salino, la Vignarca , e l’erosione costiera .

E’ stato inoltre sollevato il problema dei problemi, e cioè la qualità dell’acqua i cui contenuti di boro sono decisamente troppo elevati, “presumibilmente” dannosi .

Il suggerimento avanzato dalla consigliera Landi è stato quello di alimentare la falda acquifera mediante la creazione piccoli invasi, allo scopo di non disperdere acqua di superficie, per immettere la stessa in falda i diluirne così i contenuti di sostanze dannose per la salute dei cittadini.

Per quanto riguarda le Isole, stante la complessità e la diversità dei problemi, è stato proposto di trattare approfonditamente questo tema, i cui problemi idrogeologici sono ben diversi dal resto della Toscana. Per questo motivo sia i problemi dell’Elba che dell’isola di Capraia, verranno trattati separatamente e con particolare attenzione, in una riunione dedicata.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.4.2010. Registrato sotto politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 24 giorni, 2 ore, 32 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it